RIM e Samsung, tra voci di acquisizioni e cessione di licenze

RIM e Samsung, tra voci di acquisizioni e cessione di licenze

Research In Motion pronta a vendere, HTC e Samsung tra i candidati compratori. Ma l'azienda coreana smentisce, ed il suo interesse sembra orientato solo all'acquisto di licenze d'uso del sistema Blackberry messenger

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:18 nel canale TLC e Mobile
SamsungHTCRIMBlackBerry
 

Numerose indiscrezioni circolano in rete attorno a Research In Motion: il sito web Boy Genius Report, citando anonime "fonti attendibili", sostiene che la compagnia stia valutando la possibilità di concedere la licenza d'uso del software Blackberry a terze parti così come stia esplorando la cessione dell'intera attività ad un nuovo proprietario.

Secondo quanto riportato RIM avrebbe anche già avvicinato alcune importanti realtà come HTC e Samsung per avviare confronti e trattative su questi terreni. Se HTC non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale in merito, Samsung ha prontamente smentito le voci che la vedono interessata a RIM, negando inoltre di essere stata contattata da quest'ultima per una proposta di vendita.

Il sito BGR afferma inoltre che RIM, la cui capitalizzazione di mercato è valutata in 8,5 miliardi di dollari, avrebbe definito una somma compresa tra i 10 ed i 15 miliardi di dollari per vendere l'attività ad una terza parte: una cifra decisamente enorme, addirittura superiore al già faraonico esborso di oltre 8 miliardi di dollari compiuto da Microsoft per l'acquisizione di Skype.

Se la cessione dell'intera attività sembra essere improbabile o quantomeno difficoltosa vista, è il caso di dirlo, la posta in gioco, tutt'altra valenza assumono le indiscrezioni riguardanti l'eventuale concessione in licenza del software BlackBerry. In particolare è la tecnologia Blackberry Messenger che potrebbe rappresentare un elemento di forte interesse per altre compagnie impegnate all'interno di ecosistemi quali Android o Windows Phone, aiutandole a differenziare i propri prodotti da quelli dei diretti concorrenti e permettendo a RIM di ampliare la massa critica di utenti per continuare a vendere ad aziende ed operatori di rete i propri server di gestione della messaggistica BES e BIS.

Ed in questo caso torna in gioco la stessa Samsung, che potrebbe fare leva sulle tecnologie RIM per personalizzare la propria proposta. Il colosso coreano, del resto, ha smentito l'eventuale acquisizione delle intere attività della compagnia, ma non si è pronunciata sulla possibilità di acquistare la licenza d'uso di alcuni delle sue proprietà intellettuali.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^