Samsung testa il 5G anche in movimento: 1,2Gbps raggiunti a 110km/h, 7,5Gbps da fermo

Samsung testa il 5G anche in movimento: 1,2Gbps raggiunti a 110km/h, 7,5Gbps da fermo

Sebbene ad oggi le più recenti reti 4G LTE risultino sovrabbondanti dal punto di vista prestazionale, soprattutto in relazione agli abbonamenti mensili proposti (in Italia), sono in corso i test per le future 5G

di Nino Grasso pubblicata il , alle 12:15 nel canale TLC e Mobile
Samsung
 

Samsung è riuscita a superare il singolo Gbps con i nuovi test sulle reti 5G in movimento. Non è ancora del tutto completata la diffusione delle reti 4G (e in molti casi neanche quella relativa alle tecnologie 3G) in Italia, che già si pensa al futuro delle connessioni mobile. Al momento, i test sono rivolti alla realizzazione di uno standard che racchiuda le linee guida delle prossime tecnologie di connettività di rete.

Dal punto di vista della velocità di connessione, le nuove tecnologie promettono meraviglie: da una posizione stazionaria, Samsung aveva raggiunto velocità di trasferimento pari a 940MBps (7,5Gbps), ma il 5G riesce a mantenere la stessa efficienza anche a velocità sostenute? La risposta cerca di darla Samsung con un test in pista, condotto alla velocità di 110km/h.

In questo caso, i primi test preliminari delle nuove reti 5G ci dicono che queste sono in grado di trasferire dati ad una velocità di 150 MB al secondo, pari a 1,2Gbps, alla velocità sopra citata. Si tratta del primo caso, nella cronologia dei test delle nuove reti, in cui viene raggiunta una velocità di trasferimento così elevata, merito, secondo Samsung, dell'uso delle frequenze a 28GHz. Una frequenza così elevata è spesso sinonimo di breve raggio d'azione, ma il colosso sudcoreano specifica che in questo caso si è utilizzata una tecnologia proprietaria nota come "Hybrid Adaptive Array Technology", che consente di sfruttare i 28GHz su distanze ben più elevate.

È ancora presto per poter definire l'arrivo sul mercato consumer delle nuove tecnologie di rete, che probabilmente non saranno disponibili su larga scala ancora per molti anni a venire.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
qboy15 Ottobre 2014, 12:28 #1
intanto in italia la vodafone se vuoi il 4G devi pagare in più rispetto al 3g
san80d15 Ottobre 2014, 12:30 #2
i test non sono stati fatti in italia
sbazaars15 Ottobre 2014, 12:32 #3
In Italia il 4G non è ancora presente su tutto il territorio e per tutti gli operatori...figuriamoci...
gd350turbo15 Ottobre 2014, 12:38 #4
E' 1.2 gigavolte meglio una copertura in H+ su tutto o quasi il territorio !
Al lavoro ho una cella abbastanza vicina, e di media tiro i 20 mega, più che sufficenti !
Questo purtroppo non entra nella testa di chi dovrebbe !
gomax15 Ottobre 2014, 12:49 #5
Samsung prepara lo streaming in 8k sul futuro galaxy s15
Intanto in Italia le infrastrutture di rete crescono lentissimamente e in modalità "groviera": tra qualche anno avremo aree metropolitane con 5g/fibra con accanto quartieri e borgate ancora in 2g e l'adsl ballerina a 2mbit (quando va bene).

Ciao
paolox8615 Ottobre 2014, 12:50 #6

Samsung testa il 5G anche in movimento: 1,2Gbps raggiunti a 110km/h, 7,5Gbps ...

Io non ho da lamentarmi del 4G in Italia (almeno per quel che riguarda TIM). Stavolta mi è sembrata rapida l'adozione rispetto ad altre tecnologie
alexdal15 Ottobre 2014, 12:55 #7
il 5g partira' dal 2022 (cambio di tecnologia ogni 10 anni)

Pero' significhera' che in Italia quando arrivera' basteranno 10 secondi per esaurire il limite mensile
Therinai15 Ottobre 2014, 12:56 #8
già mi immagino le mega offerte 5G con 1GB di traffico incluso, e i fresconi con lo smartfon che obiettano al mio sarcasmo con "ah ma io non l'ho mai finito il giga in un mese". Bravo, hat off
qboy15 Ottobre 2014, 13:18 #9
Originariamente inviato da: san80d
i test non sono stati fatti in italia


Vindicator2315 Ottobre 2014, 13:35 #10
secondo me i manager e i dirigenti delle compagnie mobile non hanno il limite di banda (contratto ad hoc), tanto pagano i soliti, è una cosa che penso io

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^