Sempre più in rosso i dati finanziari di BlackBerry

Sempre più in rosso i dati finanziari di BlackBerry

Vendite in contrazione, fatturato in calo e forte passivo nel trimestre fiscale da poco concluso. Il futuro di BlackBerry sembra inesorabilmente segnato ma il nuovo CEO è fiducioso di poter riportare l'azienda ai fasti del passato

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:31 nel canale TLC e Mobile
BlackBerry
 

Che questi ultimi anni non siano i migliori della storia di BlackBerry è noto. L'azienda canadese, un tempo ai vertici tra i produttori di smartphone e capace di beneficiare di una posizione dominante nel settore professionale, non è stata capace di tenere il passo di Apple e Google mancando un periodo fondamentale di innovazione dei propri terminali smartphone.

Questo ha portato a vendite in contrazione, quote di mercato perse e risultati finanziari con forti perdite trimestrali. Il trend non sembra destinato a cambiare: nel terzo trimestre dell'esercizio fiscale 2013 (chiuso lo scorso 30 Novembre) BlackBerry ha registrato una perdita di 4,44 miliardi di dollari USA. Il dato segue una perdita di 965 milioni di dollari registrata nel trimestre precedente.

In crollo il fatturato, passato a circa 1,2 miliardi di dollari contro un dato di 1,6 miliardi di dollari registrato nel corso del trimestre precedente. A questo risultato si è giunti con vendite di 1,9 milioni di smartphone, anche in questo caso un calo verticale: nel trimestre precedente l'azienda aveva totalizzato vendite per 3,7 milioni di smartphone.

A generare questa consistente perdita di esercizio due importanti voci, alle quali però non corrispondono uscite di casa: si tratta di svalutazioni per 2,7 e 1,6 miliardi di dollari legate rispettivamente a "long-lived assets", quindi a beni detenuti dall'azienda da lungo tempo, e scorte di magazzino. Depurando queste voci negative dal risultato di periodo rimane un dato negativo, ma pari a 354 milioni di dollari.

Il riferimento con i dati ottenuti nello stesso periodo del precedente esercizio fiscale confermano le difficoltà dell'azienda: nel periodo Settembre - Novembre 2012 BlackBerry aveva totalizzato vendite per 6,9 milioni di smartphone, con un fatturato di 2,72 miliardi di dollari e un utile di 14 milioni di dollari.

Nel corso del trimestre di riferimento BlackBerry ha avviato la propria operazione di ristrutturazione interna, dividendo l'azione operativa tra le divisioni Enterprise Services, Messaging, QNX Embedded e Devices. L'approccio che vuole essere seguito è quello di dare maggiore enfasi alla parte software e servizi, cercando parallelamente di implementare una struttura più efficiente per il business legato ai dispositivi.

Particolarmente interessante per la parte smartphone è l'accordo stretto con Foxconn per lo sviluppo congiunto di terminali che siano sviluppati per specifici segmenti di mercato. Il primo risultato pratico sarà lo sviluppo di uno smartphone indirizzato al mercato indonesiano, per il quale BlackBerry fornirà la componente software.

John Chen, nuovo CEO dell'azienda, guarda con ottimismo al futuro dell'azienda rimarcando come la strategia sia quella di mantenere BlackBerry in ordine finanziariamente arrivando alla profittabilità per il 2016. Questo risultato verrà ottenuto focalizzandosi sulla componente software e facendo leva sul riconoscimento delle qualità dei prodotti BlackBerry e delle proprietà intellettuali dell'azienda da parte degli operatori professionali. Per la componente devices lo sviluppo interno della parte hardware, alla luce dei volumi di vendita attualmente ottenuti, è troppo onerosa e da questo la volontà di sviluppare partnership come quella con Foxconn che possano permettere a BlackBerry di meglio focalizzarsi sulla componente software.

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tedturb023 Dicembre 2013, 12:53 #1
Speriamo bene. Non mi dispiacerebbe avere un player come blackberry nel mercato in buone condizioni finanziarie
san80d23 Dicembre 2013, 13:04 #2
Originariamente inviato da: Tedturb0
Speriamo bene. Non mi dispiacerebbe avere un player come blackberry nel mercato in buone condizioni finanziarie


ormai sembra chiaro che da sola non può farcela, sono mesi che si rincorrono voci di potenziali acquirenti
die8123 Dicembre 2013, 19:54 #3
RIP
san80d24 Dicembre 2013, 00:24 #4
Originariamente inviato da: die81
RIP


io spero di no, certo che... sembra essere sulla "buona" strada
Shotokhan24 Dicembre 2013, 09:45 #5
non capisco come mai... il nuovo blackberry sembrava una gran figata! Non li capisco i malati di smartphone, acquistano smartphone con un S.O. del cavolo come windows phone oppure iPhone che sono overprezzati e poi hanno un apparentemente ottimo prodotto come il nuovo blackberry e non lo cagano. Mha!
blobb24 Dicembre 2013, 10:00 #6
Originariamente inviato da: Shotokhan
non capisco come mai... il nuovo blackberry sembrava una gran figata! Non li capisco i malati di smartphone, acquistano smartphone con un S.O. del cavolo come windows phone oppure iPhone che sono overprezzati e poi hanno un apparentemente ottimo prodotto come il nuovo blackberry e non lo cagano. Mha!


mancano le app cosi dicono...
Pier220424 Dicembre 2013, 10:14 #7
Originariamente inviato da: Shotokhan
non capisco come mai... il nuovo blackberry sembrava una gran figata! Non li capisco i malati di smartphone, acquistano smartphone con un S.O. del cavolo come windows phone oppure iPhone che sono overprezzati e poi hanno un apparentemente ottimo prodotto come il nuovo blackberry e non lo cagano. Mha!


Overprezzati? ..forse iPhone, quando oggi trovi un 920 a 190 euro e un 520 a 95 euro mi spieghi come sono overprezzati? NON mi sembra che lo z10 all'uscita fosse molto economico, e anche adesso è vicino ai 300 euro...

Riguardo il SO del cavolo direi che è molto soggettivo..
san80d24 Dicembre 2013, 11:17 #8
Originariamente inviato da: Shotokhan
non capisco come mai... il nuovo blackberry sembrava una gran figata! Non li capisco i malati di smartphone, acquistano smartphone con un S.O. del cavolo come windows phone oppure iPhone che sono overprezzati e poi hanno un apparentemente ottimo prodotto come il nuovo blackberry e non lo cagano. Mha!


purtroppo bisogna anche sapersi porre sul mercato e bb non ne ha mai avuto grandi capacita'
Capozz24 Dicembre 2013, 11:42 #9
I problemi sono sempre quelli:
1) L'ecosistema software è minuscolo se paragonato ad Android o IOS, devono cercare di coinvolgere un numero maggiore di sviluppatori che, dal canto loro, non sono molto propensi a sbattersi per una piattaforma che viaggia verso lo 0% di share.
2) I telefoni con tastiera qwerty fisica ormai non li vuole più nessuno hanno, Q5 e Q10 sono tagliati fuori dal mercato, praticamente hanno a disposizione solo Z10 e Z30. Il primo, nonostante abbia un anno sul groppone, costa ancora 300 euro ma ha caratteristiche da telefono di fascia media, lo Z30 è arrivato in ritardo e viaggia oltre i 600 euro (street price, quindi almeno 150 in più rispetto ad GS4, LG G2, HTC One ecc)

Purtroppo ormai RIM non ha più margine per andare avanti da sola, per ritagliarsi qualche fetta di mercato dovrebbe dimezzare i prezzi ed avere le spalle coperte da qualche realtà finanziariamente molto solida, capace di reggere le perdite fino all'eventuale ripresa.
Tedturb024 Dicembre 2013, 14:57 #10
Originariamente inviato da: blobb
mancano le app cosi dicono...


beh dai forse dicono cosi, ma nella pratica anche se la gente non se ne rende conto, sicuramente c'e' quasi tutto quello che serve.

Su android ad esempio, con le miriadi di app disponibili, ne avro installate al massimo una ventina, e non sento nessuna necessita di usarne altre, e come me la maggior parte degli utenti credo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^