Siamo al 12-esimo trimestre di vendite negative per i tablet

Siamo al 12-esimo trimestre di vendite negative per i tablet

C'è sempre meno interesse da parte dei consumatori nell'acquisto di un nuovo tablet: nel Q3 2017 registrato un -5,4%, per quanto il settore rimanga capace di vendere 40 milioni di pezzi a trimestre

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 18:41 nel canale TLC e Mobile
AppleSamsungLenovoHuaweiAmazon2-in-1
 

Continua il calo nelle vendite di tablet, così come certificato dai dati IDC: nel corso del terzo trimestre dell'anno si è registrata una contrazione delle vendite del 5,4% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno. E' la domanda di smartphone in costante aumento, unitamente alla mancanza di radicali novità nel settore dei tablet, a decretare questa dinamica di vendita.

Si tratta del 12-esimo trimestre consecutivo di calo nelle vendite di tablet, così come riportate da IDC: questo è un chiaro segnale di come dopo un periodo iniziale di vero e proprio boom delle vendite il settore dei tablet stia andando incontro ad un sempre costante calo di interesse da parte dei consumatori. Ciò nonostante sono stati circa 40 milioni i pezzi venduti nel periodo da luglio a settembre 2017 a livello globale.

Apple continua a mantenere la prima posizione tra i produttori di tablet a livello globale, forte di una quota del 25,8% in crescita dell'11,4% rispetto al corrispondente periodo del 2016. Samsung segue al secondo posto con il 15% del mercato: in questo caso si tratta di un valore in contrazione, -7,9% rispetto a 12 mesi prima. Amazon segue al terzo posto con il 10,9% del totale e una consistente crescita annuale del 38,7%, mentre al quarto posto troviamo affiancate Huawei e Lenovo con una quota di circa il 7,5% ciascuna. In questo caso entrambe le aziende sono state capaci di incrementare le proprie vendite, con dati rispettivamente pari al 18,8% e all'8,9%.

Sono gli altri produttori quelli che hanno maggiormente inciso sul dato negativo di mercato: responsabili per circa il 33,3% del mercato hanno visto il numero complessivo di tablet calare di ben il 26,3% rispetto al terzo trimestre 2016.

Difficile poter ipotizzare un ritorno d'interesse verso i tablet tradizionali, mentre si guarda con maggiore attenzione alle proposte della categoria 2-in-1 che possono venir utilizzate quale tablet o quale alternativa a tradizionali notebook. In questo settore si prevede una maggiore presenza delle soluzioni covertibili al posto di quelle cosiddette detachables, nelle quali lo schermo può venir fisicamente scollegato dalla base con tastiera.

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tolwyn06 Novembre 2017, 18:46 #1
ce ne faremo una ragione
ilbarabba06 Novembre 2017, 18:48 #2
Terminato l'effetto novità e constatato che non ci si riesce a fare nulla dato che coniuga gli aspetti negativi di un desktop e quelli negativi di uno smartphone, il mio ipad viene usato come oggetto risolutore di una problematica di tavolo basculante.
Alfhw06 Novembre 2017, 19:21 #3
E pensare che nel 2010 c'era chi era convinto che i tablet avrebbero sostituito i desktop/portatili nel giro di qualche anno...
maxsy06 Novembre 2017, 19:40 #4
Originariamente inviato da: Alfhw
E pensare che nel 2010 c'era chi era convinto che i tablet avrebbero sostituito i desktop/portatili nel giro di qualche anno...

se è per questo ce ne sono tutt'ora.
un nome a caso? Tin Cook
matsnake8606 Novembre 2017, 19:51 #5
costano troppo per quello che possono fare.
Sandro kensan06 Novembre 2017, 20:11 #6
È dal 2011 che il mercato del PC è in calo, quindi sono 6 anni ovvero 24 trimestri, il doppio dei trimestri del tablet. Per questo io avrei una spiegazione alternativa. La gente si orienta massimamente verso gli smartphone e relega sia i pc che i tablet come secondo acquisto nel caso in cui abbia i soldi oppure qualche necessità particolare.

Questi i dati di vendita degli smartphone:
http://www.kensan.it/articoli/Vendite_smartphone.php
da notare che si parla di 1.49 miliardi. Questi i dati di vendita dei PC:
http://www.kensan.it/articoli/Fine_del_PC.php
nel 2016 si sono venduti 260 milioni di PC.

Quindi i 40 milioni di tablet a trimestre fanno grosso modo 160 milioni all'anno o un po' di più in quanto a natale si vende di più.

Si noti che il mercato PC e quello tablet hanno numeri non troppo distanti ed è probabile che anche i cali non siano dissimili ma non ho il grafico dei tablet.

Edit: ho trovato i dati dei tablet a livello di quadrimestri. Per il 2016 si parla di 170 milioni di unità:
http://www.kensan.it/articoli/Vendite_tablet.php
ethan8606 Novembre 2017, 20:37 #7
non ho mai creduto nei tablet, mi aspettavo la fine di questa bolla di sapone.

il tablet non è ne carne (pc) ne pesce (smartphone).

Marko#8806 Novembre 2017, 21:14 #8
Io conosco diverse persone che hanno sostituito il pc fisso e/o portatile con smartphone e tablet. Però poi lo smartphone lo tengono aggiornato negli anni, il tablet spesso è un modello vecchio e sempre meno utilizzato... il pc molti lo hanno a prendere polvere.
bluv06 Novembre 2017, 21:47 #9
Le nuove tecnologia di sicuro facilitano ma, è anche vero, la massa segue le tendenze. Basta propinare un prodotto del momento che tutti corrono a comprarlo e se malauguratamente non ti adegui in tempo passi pure per isolato dal mondo. Occorre avere memoria di quello che si fa, di come era, da dove si parte e si presume di arrivare. Credo che ovunque viga questa mentalità da piccolo borgo (che di mentale ha ben poco)
mattia.l06 Novembre 2017, 22:15 #10
stiamo comprando centinaia di iPad pro su cui installiamo la nostra app di vendita che poi forniamo a rappresentanti commerciali di grandi aziende, in molti settori hanno senso
anche a casa l'ipad pro 10'' ha il suo utilizzo...ma non sostituirà mai il pc

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^