Sperimentazione 5G, selezionati i migliori progetti. A Milano (stra)vince Vodafone Italia

Sperimentazione 5G, selezionati i migliori progetti. A Milano (stra)vince Vodafone Italia

Il Mise ha ufficialmente esternato quali saranno i progetti di sperimentazione del 5G per la rete veloce in Italia. La metropoli di Milano tra le più ambite viene aggiudicata a Vodafone mentre TIM-Fastweb-Huawei Technologies Italia copriranno Bari e Matera. A Wind-Tre e Open Fiber vanno Prato e L'Aquila.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 15:01 nel canale TLC e Mobile
VodafoneTIMWindTreHuaweiFastweb
 

Vodafone Italia stravince il progetto di sperimentazione della rete 5G nell'ambita città di Milano. E' essenzialmente questo il più importante risultato dell'aggiudicazione dei progetti per la sperimentazione della nuova rete veloce assegnate dal Mise, Ministero dello Sviluppo Economico. Con un punteggio di 92.6 su 100 disponibili Vodafone Italia è riuscita a sopravanzare e di gran lunga l'aggiudicazione del capoluogo lombardo che dunque sperimenterà il 5G con l'operatore rosso.

Un successo cercato con molta ambizione da Vodafone che aveva già anunciato la copertura 5G di 3 grandi città italiane entro il prossimo 2020. Oltretutto sempre Vodafone ha già reso disponibile per i suoi clienti la rete 4.5G che per la prima volta in Italia ha raggiunto una velocità in download di 800 Megabit al secondo nelle città di Firenze, Palermo, Milano e Verona.

Per quanto riguarda invece le altre aree di aggiudicazione della sperimentazione 5G il Mise ha dato a Wind Tre le città di Prato e L'aquila mentre per quanto riguarda Telecom Italia, Fastweb e Huawei Technologies Italia si parla di Bari e Matera. In questo caso i distacchi a livello di punteggio non sono stati eclatanti come accaduto per Milano con Vodafone che ha sempre mantenuto la seconda posizione con un punteggio vicino a quello della vincitrice.

La nuova rete veloce 5G è il futuro e la sperimentazione vedrà un iter abbastanza impegnativo entro il 22 settembre si svolgerà la procedura negoziata e il rilascio dell’autorizzazione provvisoria alla sperimentazione per i progetti definitivi a cura della competente Divisione del Ministero, mentre è stato fissato dal 25 luglio al 19 settembre il termine entro cui il soggetto aggiudicatario dovrà inviare per Pec “le proposte progettuali definitive”.

Come dichiarato proprio dal Mise: "il 5G non è semplicemente un’evoluzione del 4G, ma è una piattaforma che apre nuove opportunità di sviluppo. E’ una tecnologia in forte discontinuità con il passato sia per quanto riguarda la velocità che il tempo di latenza; ha potenzialità enormi sul fronte dei servizi che potranno essere sviluppati e sarà volano di crescita per il nostro sistema produttivo".

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
plunderstorm04 Agosto 2017, 00:29 #1
tutto bellissimo, velocità e latenze incredibili, ma una flat quando ?
gd350turbo04 Agosto 2017, 08:39 #2
Con il 5G, la cosa si fa più probabile ma il 5G, sarà per i centri urbani, quindi chi abita in campagna, userà sempre il 4G !

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^