Svalutazioni, advisor e prodotti: il difficile momento di RIM

Svalutazioni, advisor e prodotti: il difficile momento di RIM

La canadese RIM sembra sempre più avvolta in una spirale di contrazione del proprio business: i prodotti basati su sistema operativo BlackBerry 10 arriveranno solo nella seconda metà dell'anno e nel frattempo tra svalutazione delle scorte, advisor finanziari esterni e strategie di contrazione dei costi l'azienda guarda al proprio futuro

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 17:31 nel canale TLC e Mobile
RIMBlackBerry
 

Quella attuale è una fase a dir poco difficile e tormentata per la canadese RIM, azienda che con le proprie soluzioni della famiglia BlackBerry ha caratterizzato per molti anni il fenomeno degli smartphone. L'azienda non sta incontrando l'interesse dei consumatori per i propri prodotti, vittima di una ridotta innovazione tecnologica portata avanti negli ultimi anni rispetto a quanto fatto dalle concorrenti Apple e Google.

Non solo: i prodotti basati su sistema operativo BlackBerry 10 arriveranno sul mercato solo verso la fine dell'anno, molto in ritardo sia rispetto a quanto previsto inizialmente sia a quanto necessario per cercare di ribaltare la situazione.

E' inoltre emersa la notizia di un coinvolgimento diretto di J.P. Morgan e RBC Capital, chiamate da RIM quali advisor sulle performance di business e finanziarie dell'azienda. Questo tipo di manovra non è infrequente per quelle aziende che stanno valutando la possibilità di venir cedute a terzi, in blocco o separando le varie attività di business in gruppi più piccoli. RIM in ogni caso potrebbe aver richiesto un aiuto nlla forma di consulenza anche per valutare ipotesi di business alternative a quanto sviluppato sino ad ora.

I risultati negativi potrebbero portare l'azienda a svalutare le proprie scorte di prodotti. Nel corso del periodo di riferimento, stando ai dati pubblicati da Bloomberg, l'azienda canadese avrebbe infatti incrementato più della media del settore il valore dei propri beni pronti alla commercializzazione, segnale di come le vendite si stiano muovendo meno del previsto.

Non sarebbe questa la prima volta nel recente passato che RIM svaluta il proprio magazzino: è accaduto a Dicembre per le soluzioni tablet PlayBook, il cui magazzino è stato svalutato di 485 milioni di dollari a seguito di vendite molto deludenti nell'ultima parte dell'anno. Dinamica simile è stata adottata a Marzo, con una svalutazione di 267 milioni di dollari riferita ai prodotti della famiglia BlackBerry.

Thorsten Heins, CEO dell'azienda, ha del resto confermato direttamente con un business update pubblico come il periodo sia tutt'altro che semplice per l'azienda, impegnata nella preparazione del lancio dei dispositivi BlackBerry 10 e allo stesso tempo consapevole di come la tensione finanziaria sia destinata a continuare anche per i prossimi trimestri. Da questo un risultato operativo per il primo trimestre fiscale dell'esercizio 2013 che è già stato anticipato come in passivo. Un segnale positivo per RIM viene dal numero di utenti: nel trimestre hanno toccato quota 78 milioni, aumentando grazie principalmente alle vendite di dispositivi BlackBerry in paesi in via di sviluppo; la diversificazione in queste regioni della terra tuttavia ha quale limite quella di avvenire con dispositivi che sono caratterizzati da un costo particolarmente contenuto, quindi in grado di incidere solo in modo limitato sui margini.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo31 Maggio 2012, 01:10 #1
mi sembra fin troppo scontata questa revisione al ribasso, ma che pretendono di tirare avanti con il loro client di posta o con quei 3 servizietti usati nello 0,00006% di aziende? Ormai il mobile è monopolizzato da Apple e Google, non c'è bisogno di altro per adesso.
ettorwe31 Maggio 2012, 13:48 #2
Ho letto che ad ogni scossa in emilia cadono le comunicazioni ad esclusione dei servizi blackberry...
YellowT31 Maggio 2012, 21:18 #3
Originariamente inviato da: ettorwe
Ho letto che ad ogni scossa in emilia cadono le comunicazioni ad esclusione dei servizi blackberry...


Cavolata: se cadono le reti anche il bis va a farsi friggere. Non vedo come server di google apple orim dall'altrapartedel mondo dovrebbero essere influenzati dalle scosse in emilia. Al massimo le reti di 3, wind vodafone e tim...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^