Telecom Italia e Fastweb uniscono le forze per la diffusione delle reti FTTCab

Telecom Italia e Fastweb uniscono le forze per la diffusione delle reti FTTCab

I due protagonisti delle telecomunicazioni italiane annunciano un accordo per condividere gli oneri di sviluppo delle reti in fibra basate su architettura Fiber To The Cabinet

di Andrea Bai pubblicata il , alle 08:31 nel canale TLC e Mobile
Fastweb
 

Due importanti attori del palcoscenico delle telecomunicazioni italiane, Telecom Italia e Fastweb, hanno siglato una lettera d'intenti per la collaborazione nello sviluppo di reti di nuova generazione basate su architettura FTTCab.

I due operatori hanno avviato ciascuno il proprio piano di sviluppo di reti di nuova generazione su base nazionale, con l'accordo che prevede l'individuazione e lo sfruttamento delle opportunità di ottimizzazione di costi ed investimenti nelle aree di comune interesse, mediante la condivisione di infrastrutture passive ed il coordinamento delle attività di realizzazione, in maniera tale che sia possibile velocizzare tutte le operazioni legate alla posa della fibra ottica.

La lettera d'intenti siglata tra Telecom Italia e Fastweb prevede inoltre la possibilità di condividere investimenti e costi per la realizzazione delle infrastrutture. I due operatori conserveranno comunque la totale libertà ed autonomia nello sviluppo delle proprie piattaforme di rete, nelle scelte tecnologiche e nell’offerta commerciale.

Marco Patuano, amministratore delegato di Telecom Italia, ha commentato: "Con questo accordo i due maggiori operatori di tlc infrastrutturati italiani ribadiscono la loro volontà ad investire nella realizzazione delle reti di nuova generazionein modo da garantire in tempi rapidi e al maggior numero possibile di italiani l’accesso ai servizi sull’ultra broadband. La collaborazione con Fastweb sull’FTTCab conferma, inoltre, la validità delle scelte tecnologiche ed architetturali effettuate dalla nostra società, anche per quanto attiene il rispetto della concorrenza e i rapporti con gli altri operatori. Telecom Italia intende raggiungere con l’ultra broadband 100 città entro il 2014".

“Fastweb ha appena annunciato la realizzazione di un piano nazionale per la banda ultralarga. Questo accordo con Telecom Italia ne è il complemento essenziale ed è estremamente importante perché permette all’Italia di vedere finalmente ripartire gli investimenti privati per la realizzazione di più reti a banda ultralarga. Non solo gli italiani avranno Internet ad altissima velocità, ma potranno anche scegliere. Il coordinamento di investimenti e lavori minimizzerà i disagi per i cittadini e accelererà l’arrivo nelle case degli italiani della banda ultralarga, una risorsa indispensabile per ridare competitività al Paese e raggiungere gli obiettivi dell’agenda digitale. Si tratta del primo accordo di questo tipo e potrebbe costituire un interessante modello di coinvestimento anche per gli altri Paesi europei.” ha invece dichiarato Alberto Calcagno, direttore generale di Fastweb.

Il Memorandum verrà attuato nel pieno rispetto della regolamentazione del settore e della normativa antitrust e sarà aperto a tutti gli operatori interessati a coinvestire in infrastrutture e piattaforme FTTCab, con l'obiettivo di accelerare diffusione di servizi ultrabroadband su scala nazionale in linea con gli obiettivi indicati nell’agenda digitale europea.

L'architettura FTTCab, ovvero Fiber to the Cabinet, prevede l'utilizzo della fibra ottica fino all'armadio stradale, ovvero fino a circa 500 metri dalle abitazioni. Il collegamento del cabinet agli edifici ed al cliente viene invece effettuato mediante il normale cavo in rame. Si tratta di un'architettura che a fronte di una rapida realizzazione, crea i minori disagi possibili per i cittadini ed è caratterizzata da costi inferiori rispetto a soluzioni alternative. Attualmente le reti basate su architettura FTTCab sono in adozione da molti operatori di telecomunicazione in Germania, Francia, Gran Bretagna e Svizzera.

79 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cloudin17 Settembre 2012, 08:34 #1
Stanno pensando di potenziare le linee,quando in alcune zone della provincia di Roma (come la mia) nemmeno ci arrivano con il semplice cavo di rame...NO COMMENT! STATE PROPRIO INDIETRO...POVERA ITALIA!
AVRILfan17 Settembre 2012, 09:05 #2
Io vorrei sapere quando potrò avere una vera ADSL, mi accontenterei di quella; per adesso pago i canonici 19,90 euro a Telecom per avere una connessione ridicola, non arriva neanche a 2mb e devo anche ritenermi fortunato perché sono tra i pochi privilegiati nel mio paesino a poterla avere, gli altri vanno ancora col 56k... Questo Paese è uno schifo!
gd350turbo17 Settembre 2012, 09:11 #3
L'italia era il terzo mondo per quanto riguarda le telecomunicazioni e ora si sta apprestando ad entrare nel quarto !

Per carità apprezzo l'accordo di cui sopra anche se in ritardo di circa un una decina di anni, ma anzichè portare la fibra in 100 citta, portate l'adsl nei 8094 comuni !
freddy8817 Settembre 2012, 09:14 #4
Originariamente inviato da: AVRILfan
Io vorrei sapere quando potrò avere una vera ADSL, mi accontenterei di quella; per adesso pago i canonici 19,90 euro a Telecom per avere una connessione ridicola, non arriva neanche a 2mb e devo anche ritenermi fortunato perché sono tra i pochi privilegiati nel mio paesino a poterla avere, gli altri vanno ancora col 56k... Questo Paese è uno schifo!


Siamo una nazione con la più avversa morfologia per la realizzazione di comunicazioni che siano stradali o telefoniche, ci sono tantissime zone in italia dove l'unica soluzione tecnica per risolvere il problema è internet senza fili perchè la mess a terra del collegamento via cavo sarebbe impensabile. Per non parlare poi delle normali scelte di marketing che non fanno fare lavori di ampiamento verso paesini dove al massimo avrebbero una decina di clienti che non ripagherebbero i soldi spesi per portare la linea. Poi sei certo che la linea ti arriva appena a 2mb per colpa della telecom? non è che hai il tratto di linea di tua competenza andato in malora? Quando avevo telecom la linea mi andava malissimo, sono passato a fastweb pensando fosse colpa della telecom e anche con loro avevo problemi, minori ma problemi. L'unica differenza è che fastweb è venuta a casa e gratuitamente mi ha cambiato tutti i doppini di casa e da allora la linea va da urlo.
nickmot17 Settembre 2012, 09:51 #5
Originariamente inviato da: freddy88
Poi sei certo che la linea ti arriva appena a 2mb per colpa della telecom? non è che hai il tratto di linea di tua competenza andato in malora? Quando avevo telecom la linea mi andava malissimo, sono passato a fastweb pensando fosse colpa della telecom e anche con loro avevo problemi, minori ma problemi. L'unica differenza è che fastweb è venuta a casa e gratuitamente mi ha cambiato tutti i doppini di casa e da allora la linea va da urlo.


No no... Sarà in una situazione simile alla mia, la centrale più vicina è a circa 3,5Km, il paese è coperto a metà per concessione divina, e con prestazioni imbarazzanti.
L'unica soluzione è stata aprire P.Iva e diventare concessionario di un'azienda che fornisce conettività HyperLan (finanziata dalla regione, altrimenti nessuno avrebbe investito)
Fate voi!
Sono perfettamente daccordo sulla prima parte relativa alla mofologia dell'Italia.
HSH17 Settembre 2012, 09:52 #6
quoto tutti! anche in Veneto manco l ADSL normale arriva a casa mia, figuriamoci quella superveloce.... Telecom vergogna! Se non vede profitti a palate non si muove...
zanardi8417 Settembre 2012, 09:56 #7
Originariamente inviato da: freddy88
Siamo una nazione con la più avversa morfologia per la realizzazione di comunicazioni che siano stradali o telefoniche, ci sono tantissime zone in italia dove l'unica soluzione tecnica per risolvere il problema è internet senza fili perchè la mess a terra del collegamento via cavo sarebbe impensabile. Per non parlare poi delle normali scelte di marketing che non fanno fare lavori di ampiamento verso paesini dove al massimo avrebbero una decina di clienti che non ripagherebbero i soldi spesi per portare la linea. Poi sei certo che la linea ti arriva appena a 2mb per colpa della telecom? non è che hai il tratto di linea di tua competenza andato in malora? Quando avevo telecom la linea mi andava malissimo, sono passato a fastweb pensando fosse colpa della telecom e anche con loro avevo problemi, minori ma problemi. L'unica differenza è che fastweb è venuta a casa e gratuitamente mi ha cambiato tutti i doppini di casa e da allora la linea va da urlo.


Occorre dire che dove hanno voglia non esistono ostacoli. Magari becchi un paesino sperduto sulle montagne con un'ottima connessione usata da nessuno, e un centro industriale in pianura dove non arriva manco un segnale mobile.

Sugli impianti dipende molto da un non chiaro confine tra ciò che è di competenza di telecom e ciò che non è, senza poi contare i danni portati per lavori.
Ti faccio un esempio: Per anni ho dovuto lottare con i cavi giuntati a causa di un pasticcio causato da un'impresa di scavi che tranciò il cavo che arrivava diretto nel mio appartamento dalla centralina in strada. Sostituirono solo un pezzo di cavo, quello che andava dalla centralina all'ingresso di casa, purtroppo soggetto a umidità. A causa di questa i contatti si ossidavano molto spesso e ogni tot mesi mi trovavo senza collegamento e/o telefono. L'ultima volta lo feci io e rimasi praticamente senza cavo perchè le giunture erano fatte con una morsettiera che rimaneva completamente esposta e nemmeno incappucciata nella plastica. L'ultimo collegamento lo feci io perchè ormai la morsettiera era VERDASTRA e collegai saldando direttamente i pezzi di filo. Non bastò ovviamente perchè si ossidava ancora e quando chiamai dicendo che ormai non c'era più cavo fui letteralmente cazziato perchè mi dissero che dalla strada alla presa principale in appartamento era solo ed esclusiva gestione di telecom. Dalla presa principale alle secondarie invece erano del proprietario dell'appartamento.
m1kele17 Settembre 2012, 10:04 #8
Originariamente inviato da: freddy88
Siamo una nazione con la più avversa morfologia per la realizzazione di comunicazioni che siano stradali o telefoniche, ci sono tantissime zone in italia dove l'unica soluzione tecnica per risolvere il problema è internet senza fili perchè la mess a terra del collegamento via cavo sarebbe impensabile. Per non parlare poi delle normali scelte di marketing che non fanno fare lavori di ampiamento verso paesini dove al massimo avrebbero una decina di clienti che non ripagherebbero i soldi spesi per portare la linea. Poi sei certo che la linea ti arriva appena a 2mb per colpa della telecom? non è che hai il tratto di linea di tua competenza andato in malora? Quando avevo telecom la linea mi andava malissimo, sono passato a fastweb pensando fosse colpa della telecom e anche con loro avevo problemi, minori ma problemi. L'unica differenza è che fastweb è venuta a casa e gratuitamente mi ha cambiato tutti i doppini di casa e da allora la linea va da urlo.


La morfologia è una scusa che non regge. Ci sono paesini sperduti tra le montagne con 2 utenti se va bene, che hanno adsl a 7 mega, mentre in zone di pianura popolate e con importanti zone industriali si viaggia a 56k oppure se va bene, a 1,5 mega. Anche il discorso della linea di casa in malora non regge, ci sono impianti nuovi e vecchi, ma la velocità rimane la solita, perchè la centrale è troppo lontana e i collegamenti sono fatti con i piedi. Se non esistesse qualche operatore senza fili (spesso molto caro) saremmo all' età della pietra in certe zone. E' uno schifo.
Rubberick17 Settembre 2012, 10:17 #9
hmm io ricordo che nella nostra zona alcuni anni fa vennero e cablarono quelli della telecom tutti i palazzi in fibra...

in teoria dovremmo avere sia la fibra fino al cabinet che il rame... tuttavia fastweb per dirne una ha sempre avuto solo l'adsl disponibile su doppini in rame...

che non sappiano dei cavi in fibra e non risulti sul loro database? in tal caso come fare? se si guarda nelle canaline i cavi in fibra ci sono fin giù al palazzo sicuro e dovrebbero continuare fino agli armadi esterni al palazzo
gd350turbo17 Settembre 2012, 10:26 #10
Originariamente inviato da: Rubberick
hmm io ricordo che nella nostra zona alcuni anni fa vennero e cablarono quelli della telecom tutti i palazzi in fibra...

in teoria dovremmo avere sia la fibra fino al cabinet che il rame... tuttavia fastweb per dirne una ha sempre avuto solo l'adsl disponibile su doppini in rame...

che non sappiano dei cavi in fibra e non risulti sul loro database? in tal caso come fare? se si guarda nelle canaline i cavi in fibra ci sono fin giù al palazzo sicuro e dovrebbero continuare fino agli armadi esterni al palazzo


Anche nella mia città li misero, tanti anni fa, cavi e scavi ovunque, poi ad un certo punto, fine...
Forse hanno finito i soldi ed è stato abbandonato il tutto !
Fatto sta che se la fibra cè, giace inutilizzata nei tombini e nelle scatole di derivazione !

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^