Un nuovo approccio commerciale per gli smartphone ZTE in Italia

Un nuovo approccio commerciale per gli smartphone ZTE in Italia

L'azienda cinese annuncia una espansione della propria offerta commerciale, ora non solo attraverso gli operatori di telefonia ma anche con il tradizionale canale distributivo. Un percorso a piccoli passi per il quinto produttore al mondo di smartphone

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:43 nel canale TLC e Mobile
ZTE
 

In concomitanza con la presentazione di due nuovi smartphone Android, che si affiancano al modello Blade Apex 2 in commercio da alcune settimane nel territorio italiano e dei quali abbiamo parlato in questa notizia, la cinese ZTE ha annunciato alcune importanti novità per quanto riguarda il canale distributivo utilizzato per proporre ai consumatori italiani i propri prodotti.

L'azienda è presente da tempo nel mercato italiano e a livello globale è stata capace di conquistare una posizione molto importante. I dati più recenti segnalano per l'azienda una crescita del 53% registrata nel corso degli ultimi 5 anni, dato che ha permesso di guadagnare la quinta posizione al mondo tra i produttori di smartphone con 40 milioni di terminali venduti lo scorso anno (sono 60 milioni nel complesso i telefoni che ZTE ha commercializzato nel 2013).

Lo sviluppo futuro dell'azienda passa ovviamente attraverso la gamma di soluzioni smartphone, con un'attenzione particolare ai servizi 4G verso i quali l'azienda è particolarmente impegnata. Nel corso del 2013 ZTE ha registrato un incremento del 200% nel fatturato legato a prodotti con supporto 4G e in prospettiva anche per gli anni a venire conta di mantenere attenzione verso questo tipo di funzionalità nei propri prodotti.

Nella giornata di ieri, assieme al debutto dei due smartphone Blade C2 Plus e Blade L2, ZTE ha annunciato l'apertura del canale distributivo attraverso la partnership con ZAP parallelamente al debutto del sito web ztedevices.it, con il quale le informazioni sui prodotti venduti in Italia saranno localizzate nel nostro mercato. In questo modo ZTE vuole espandere la propria offerta, rendendo disponibili i propri prodotti non solo attraverso tutti i carrier telefonici ma anche nel mercato retail per l'acquisto diretto. Blade C2 Plus e Blade L2 saranno i primi due smartphone venduti in questo modo, in quanto al momento entrambi non sono presenti nei listini dei vari operatori telefonici nazionali.

Gli sviluppi futuri attesi dall'azienda vedono un'estensione ulteriore del canale distributivo attraverso accordi con altri distributori, oltre all'avvio delle vendite via web. Al momento attuale ZTE non ha specificato se quest'ultima fase verrà svolta in collaborazione con e-tailer già presenti sul web nazionale o se verrà aperto anche un proprio canale di vendita online. Una strategia chiara quella dell'azienda cinese per il mercato nazionale, che punta ad affiancare al tradizionale business con gli operatori di telefonia anche un canale di vendita diretto per quei clienti che sono interessati ai propri smartphone ma preferiscono non abbinare a questo una SIM di un carrier specifico.

Un approccio fatto inoltre di piccoli passi quello scelto da ZTE, requisito indispensabile in un mercato così competitivo come è quello degli smartphone in Italia. L'attenzione è fissa sugli smartphone d'ingresso ma ci si attende nei prossimi mesi un progressivo innalzamento verso l'alto della gamma di prodotti con soluzioni più avanzate, con modelli che l'azienda già distribuisce con successo in altri mercati.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^