WiFi finalmente libero in Italia, niente più registrazioni obbligatorie

WiFi finalmente libero in Italia, niente più registrazioni obbligatorie

╚ una notizia dell'ultima ora quella secondo cui si Ŕ finalmente giunti a un accordo, grazie ad un emendamento che spazza via i precedenti, per rendere veramente libero il WiFi nei luoghi pubblici italiani

di Davide Fasola pubblicata il , alle 15:35 nel canale TLC e Mobile
 

Si Ŕ conclusa in queste ore una battaglia che durava ormai da tempo, nonostante i passi indietro della scorsa settimana che avevano scoraggiato le parti facendo pensare a una risoluzione ancora troppo lontana Ŕ stato approvato proprio oggi l'emendamento che rende finalmente davvero libero il WiFi nei locali pubblici italiani ponendo quindi fiducia sul decreto Fare.

╚ stato infatti introdotto in queste ore un nuovo emendamento che cancella tutti i precedenti, secondo il quale i gestori di locali pubblici e bar non saranno pi¨ obbligati a registrare tutti gli utenti che accedono alle loro reti. Ricordiamo che fino ad oggi, infatti, secondo le normative, chi usufruiva del servizio WiFi in un locale pubblico era costretto a registrarsi a un pannello di log-in, in modo che l'accesso fosse regolamentato e il proprietario sollevato dalla responsabilitÓ di un eventuale reato commesso sfruttando la propria rete.

Da ora in poi il WiFi sarÓ libero e l'eventuale responsabilitÓ dell'esercente o di un utente a seguito di una azione malevola sarÓ verifica solo successivamente alla presenza del reato. Niente pi¨ installatori certificati per l'allacciamento della rete quindi, ma rimane comunque la normativa che obbliga gli operatori ad identificare gli utenti. Si potrebbe quindi giungere ad un compromesso per il quale il WiFi sarÓ effettivamente libero ma solamente per coloro i quali sono in possesso di una SIM intestata ad una persona fisica in modo da poter comunque in qualche modo tracciare l'accesso.

Manca ancora l'approvazione del Senato, non possiamo quindi dire che sia cosa fatta, ma siamo fiduciosi a riguardo e pensiamo che si possa presto giungere a una situazione molto pi¨ simile a quella dei paesi nord-europei di quanto non lo sia ora. Che sia la volta buona per una diffusione pi¨ estesa del WiFi pubblico anche in Italia?

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sidewinder23 Luglio 2013, 15:37 #1
Aspetto di vedere il testo completo sulla Gazzetta Ufficiale prima di commentare...
fgpx7823 Luglio 2013, 15:53 #2
Io invece commento. Se hanno reso il wi-fi libero in questo modo, mantenendo la tracciabilità dell'utente che lo usa, è un gran bel passo avanti secondo me.

Speriamo in bene...
Khronos23 Luglio 2013, 16:06 #3
io fin'ora sono andato in centri commerciali con Wifi totalmente libero senza dover fare altro che collegarsi...
ase23 Luglio 2013, 16:10 #4
ma sempre doventoti identificare in qualche modo. All'estero ti colleghi e basta senza dover dare nessuna credenziale.
Darkon23 Luglio 2013, 16:18 #5
ma sempre doventoti identificare in qualche modo. All'estero ti colleghi e basta senza dover dare nessuna credenziale.


E anche in parecchi locali pubblici è così, semplicemente stanno al rischio che se qualcuno dovesse far qualcosa di male ne rispondono loro.
recoil23 Luglio 2013, 16:34 #6
Originariamente inviato da: Khronos
io fin'ora sono andato in centri commerciali con Wifi totalmente libero senza dover fare altro che collegarsi...


esatto, di solito si apre una pagina dove devi accettare le condizioni e basta

la wi-fi aperta del comune di Milano invece richiede un numero di cellulare a cui spediscono un codice per completare la registrazione quindi sanno benissimo chi sei
JackZR23 Luglio 2013, 17:20 #8
Se avessi un locale anch'io richiederei un autenticazione onde evitare la responsabilità di un eventuale reato.

"Da ora in poi il WiFi sarà libero e l'eventuale responsabilità dell'esercente o di un utente a seguito di una azione malevola sarà verifica solo successivamente alla presenza del reato."
Non mi sembra così facile da fare.

"Niente più installatori certificati per l'allacciamento della rete"
Cosa buona e giusta.
TheDarkAngel23 Luglio 2013, 17:59 #9
Originariamente inviato da: JackZR
"Da ora in poi il WiFi sarà libero e l'eventuale responsabilità dell'esercente o di un utente a seguito di una azione malevola sarà verifica solo successivamente alla presenza del reato."
Non mi sembra così facile da fare.


Facile o meno sarà compito delle autorità trovare prove della colpevolezza del proprietario o meno, non è che in assenza di prove la colpa ricade tout court sull'esercente
mauromol23 Luglio 2013, 18:33 #10
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
È una notizia dell'ultima ora quella secondo qui si è finalmente giunti a un accordo


Secondo qui???

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^