WiFi4EU, via libera del Parlamento Europeo: WiFi gratis in 6000 località pubbliche in Europa

WiFi4EU, via libera del Parlamento Europeo: WiFi gratis in 6000 località pubbliche in Europa

Il progetto WiFi4EU riceve l'approvazione del Parlamento Europeo, che fa quindi sì che fino a 6000 località nell'Unione Europea possano accedere a fondi per installare reti WiFi pubbliche da mettere a disposizione dei cittadini

di Riccardo Robecchi pubblicata il , alle 09:01 nel canale TLC e Mobile
WiFi
 

Il Parlamento Europeo ha ufficialmente dato il via allo stanziamento dei fondi per il progetto WiFi4EU: 120 milioni di euro che dovranno essere spartiti tra vari enti locali per installare reti WiFi pubbliche al servizio dei cittadini.

Gli enti locali dovranno presentare le proprie proposte entro la fine dell'anno; l'idea alla base del progetto è di rendere disponibile il WiFi in luoghi come le biblioteche o le piazze in località dove ora non sono presenti reti WiFi pubbliche o in cui la connettività è comunque scarsa, sia per quanto riguarda le linee fisse che quelle mobili.

Secondo Mariya Gabriel, commissaria per l'Economia e la Società Digitali presso la Commissione Europea, si tratta di "un passo in avanti concreto per fornire risultati a tutti i cittadini dell'Unione Europea". Questo è un primo passo per il progetto WiFi4EU che sarà seguito da ulteriori stadi; con una connettività sempre più diffusa e capillare, tutti i cittadini europei potranno beneficiare di connessioni veloci e gratuite dovunque si trovino - in aggiunta al roaming gratuito.

Come riportato da Mobile World Live, il programma potrebbe portare maggiore sviluppo in aree attualmente senza connettività stabile o di qualità, soprattutto per quelle comunità che non riescono a far fronte ai costi di installazione di fibra ottica.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
frankie27 Ottobre 2017, 09:02 #1
Bene, al contrario a che punto è l'accesso unificato e comune per tutti?

Una sorta di Eduroam (università per tutti e in tutti i luoghi?
Sputafuoco Bill27 Ottobre 2017, 11:10 #2
Di gratis non c'è niente a questo mondo, tanto meno il wireless che lo pagheremo sicuramente noi. Altri soldi buttati, altri soldi estorti con le tasse.
s0nnyd3marco27 Ottobre 2017, 12:01 #3
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
Di gratis non c'è niente a questo mondo, tanto meno il wireless che lo pagheremo sicuramente noi. Altri soldi buttati, altri soldi estorti con le tasse.


THIS. E' ora di finirla di fare iniziative inutili con i soldi dei contribuenti.
kamon27 Ottobre 2017, 13:31 #4
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
Di gratis non c'è niente a questo mondo, tanto meno il wireless che lo pagheremo sicuramente noi. Altri soldi buttati, altri soldi estorti con le tasse.

Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
THIS. E' ora di finirla di fare iniziative inutili con i soldi dei contribuenti.


Inutile? Tutta la schifosa burocrazia Italiana sta cercando di migrare (attualmente malissimo, dato che spesso prevede comunque l'interazione con qualche ufficio fsico) verso le pratiche ed i servizi on-line a tutti i costi... A quel punto, quando sarà indispensabile al 100% l'accesso gratuito alla rete e dovrà necessariamente essere un diritto garantito a tutti.
Zererico27 Ottobre 2017, 15:31 #5
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
Di gratis non c'è niente a questo mondo, tanto meno il wireless che lo pagheremo sicuramente noi. Altri soldi buttati, altri soldi estorti con le tasse.


E chi deve pagarlo? Stai scherzando? Dovresti fare una lezione di educazione civica, o magari un intero corso universitario.

Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
THIS. E' ora di finirla di fare iniziative inutili con i soldi dei contribuenti.


Direi che la connessione gratuita nelle biblioteche è tutto fuorché inutile, puoi chiedere al 99,99% degli studenti. Ma immagino che preferiamo restare ignoranti
SpyroTSK27 Ottobre 2017, 16:21 #6
120 milioni di euro?
Con gli appalti truccati che faranno forse gli basteranno a malapena per mettere un palo a terra.
GrowingTentacles27 Ottobre 2017, 17:47 #7
ma secondo voi l'hanno fatto per farci un favore? per me no.
s0nnyd3marco28 Ottobre 2017, 09:59 #8
Originariamente inviato da: Zererico
E chi deve pagarlo? Stai scherzando? Dovresti fare una lezione di educazione civica, o magari un intero corso universitario.

Direi che la connessione gratuita nelle biblioteche è tutto fuorché inutile, puoi chiedere al 99,99% degli studenti. Ma immagino che preferiamo restare ignoranti


Nelle biblioteche ed aule studio, la connessione viene usata al 90% su FB e simili. La percentuale che la usano per scopi didattici e' ridicola.

Originariamente inviato da: kamon
Inutile? Tutta la schifosa burocrazia Italiana sta cercando di migrare (attualmente malissimo, dato che spesso prevede comunque l'interazione con qualche ufficio fsico) verso le pratiche ed i servizi on-line a tutti i costi... A quel punto, quando sarà indispensabile al 100% l'accesso gratuito alla rete e dovrà necessariamente essere un diritto garantito a tutti.


Primo, il fatto che ci sia l'on-line nella burocrazia non vuol dire che non ci saranno piu' gli uffici pubblici. Se uno non ha l'accesso ad internet, si fa la fila in ufficio.

Secondo, visto che la connessione ad internet e' indispensabile per la burocrazia, seguendo la tua linea di pensiero, dovremmo rendere gratuita anche la corrente elettrica che serve per alimentare i dispositivi connessi al wifi. Quindi oltre al wifi gratuito anche prese di corrente gratuito. Per favore non diciamo fesserie.
biometallo28 Ottobre 2017, 13:36 #9
Originariamente inviato da: SpyroTSK
120 milioni di euro?
Con gli appalti truccati che faranno forse gli basteranno a malapena per mettere un palo a terra.


Originariamente inviato da: GrowingTentacles
ma secondo voi l'hanno fatto per farci un favore? per me no.

Certo che si respira proprio un clima di grande fiducia per le istituzioni pubbliche

Sicuramente come sempre ci saranno sprechi e furbetti che ne aprofitterano, ma di per se l'idea di finanziare questo tipo di progetti mi sembra più che sacrosanta.

Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Quindi oltre al wifi gratuito anche prese di corrente gratuito.

Credo che in molte bibblioteca sia prassi ofrire oltre al wifi gratuito anche delle prese di corrente dove poter ricaricare il prorpio smartphone\pc portatile, non ci vedo alcuna fesseria solo semplici servizi al cittadino.
marchigiano28 Ottobre 2017, 14:27 #10
Originariamente inviato da: Zererico
E chi deve pagarlo? Stai scherzando? Dovresti fare una lezione di educazione civica, o magari un intero corso universitario


una cosa utile sarebbe obbligare i gestori telefonici, quando acquistano le frequenze, a garantire a ogni codice fiscale una sim con un piccolo bundle gratuito e navigazione sui siti istituzionali che non erodono il bundle

queste iniziative invece servono solo a ingrassare amici degli amici con trasferte, straordinari, merce venduta a prezzi folli, installazioni non funzionanti ecc...

tipico esempio il dvb-t2 che in italia GUARDACASO samsung spinge per farlo h265 mentre secondo me sarebbe meglio farlo h264 per non costringere a cambiare tv a tutti un'altra volta...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^