Sedie Gaming: la comparativa

Sedie Gaming: la comparativa

Abbiamo fatto recapitare nella nostra redazione le 9 sedie gaming che riteniamo essere le migliori proposte oggi sul mercato. Dopo esaustive prove ecco le nostre impressioni e i suggerimenti nella guida all'acquisto

di pubblicato il nel canale Periferiche
 

Perché adesso le sedie gaming sono l'acquisto più interessante per i giocatori? Dopo che negli ultimi anni si sono riforniti di mouse, tastiere, cuffie e monitor, il prossimo acquisto obbligatorio diventa la sedia per giocare, capace in questa configurazione di garantire benefici notevoli e di migliorare considerevolmente il comfort anche nel caso di sessioni di gioco particolarmente lunghe.

Quello delle sedie da gioco è un settore in rapida crescita: come è successo in passato per altri ambiti del mondo gaming, infatti, si sta velocemente popolando di soluzioni accattivanti, con i produttori che devono affrettarsi per proporre ai giocatori una soluzione che possa lasciare poco spazio in termini di margine di scelta. La sedia per il gioco, che può essere anche sedia da ufficio è spesso considerato un accessorio secondario, ma è in realtà ancora più importante rispetto al resto della dotazione presente nella postazione, soprattutto se si dedica a queste attività molto tempo o, addirittura, l'intera giornata.

[HWUVIDEO="2628"]Sedie Gaming: ecco le migliori![/HWUVIDEO]

Le sedie gaming sono dei prodotti interessanti anche per il professionista che sta cercando una poltrona da ufficio perché spesso contemplano alcune caratteristiche che le rendono comode anche per l'utilizzo da ufficio. Sono sedie ergonomiche che pongono enfasi sulla postura. Uno degli elementi da considerare prima di procedere all'acquisto, inoltre, riguarda i materiali: ci sono sedie in tessuto e sedie in pelle, con materiali più o meno traspiranti che possono fare la differenza in caso di utilizzo in concomitanza di temperature particolarmente elevate.

Soluzioni come queste, infatti, vengono in soccorso a diverse parti del corpo, che risulteranno scarsamente sollecitate e ben trattate anche in seguito a sessioni particolarmente prolungate. Ci riferiamo soprattutto a schiena e testa, alle quali sono dedicati due cuscini. La schiena rimane in posizione fissa e rilassata grazie al cuscino lombare da collocare, se lo si vuole, nella parte bassa della sedia. Un secondo cuscino può essere collocato in concomitanza della testa. Questi due cuscini hanno il principale obiettivo di ridurre al minimo lo stress della colonna vertebrale.

L'elemento che distingue principalmente una poltrona da gaming dalle normali sedie per l'ufficio riguarda l'enfasi sulla postura. L'ergonomia diventa quindi fondamentale e la prima differenza che l'utente percepisce riguarda il fatto di essere maggiormente ancorato in una posizione fissa, con la struttura che dà scarso, o nullo, margine ai movimenti indesiderati. Questo non solo permette di rimanere riposati nelle lunghe sessioni di gioco, ma consente al contempo di essere più precisi nell'interazione con le altre periferiche della postazione.

Le migliori sedie gaming traggono ispirazione dal motorsport e dalle sedie racing per quanto riguarda le forme, il che le rende particolarmente accattivanti anche dal punto di vista estetico oltre che dell'utilità e del comfort. Di solito sono possibili diversi tipi di regolazione, come l'altezza e l'inclinazione.

Controllate anche che il pistone a gas sia di Classe 4, perché questa tecnologia consente di sopportare dei pesi importanti e di regolare l'altezza con precisione. Poi, la base delle migliori sedie è in metallo con rotelle in nylon. Dovete verificare anche le dimensioni della seduta perché ci sono sedie con misure diverse a seconda del tipo di comfort e di stabilità nella seduta che interessano. Molto importanti anche i braccioli: si comincia con i braccioli di tipo 2D delle sedie più economiche, fino ai braccioli 4D delle sedie più costose. Nel primo caso si può configurare solo l'altezza e la rotazione in senso verticale. Soprattutto la prima è molto importante, perché consente di allineare i braccioli alla superficie di gioco dove si trovano mouse e tastiera. I braccioli 4D, invece, permettono di effettuare regolazioni sul piano orizzontale oltre che su quello verticale.

Le migliori sedie gaming economiche

Sharkoon Skiller SGS2

Sharkoon Skiller SGS2

Sharkoon Skiller SGS2 è disponibile in quattro colorazioni differenti e si caratterizza per la classica colorazione nera con l’aggiunta di inserti blu, verdi, grigi o rossi. Il rivestimento in tessuto traspirante, e questa rappresenta una novità in casa Sharkoon. Il rivestimento copre tutto lo schienale, il quale è imbottito ed alto 83 cm, stesso dicasi per il sedile con misure pari a 39,5 x 50 cm.

Il pistone a gas classe 4 conferisce un’altezza ottimale al sedile a seconda delle necessità, mentre i braccioli multifunzione sono regolabili in altezza, traslabili avanti e indietro o rotabili verso destra o verso sinistra. La testa e la schiena sono supportate da cuscini in tessuto traspirante, la cui colorazione cromatica è identica agli inserti della sedia, e sono posizionabili secondo le proprie esigenze.

Per i momenti di pausa, invece, è possibile inclinare lo schienale da 90° a 160°. La SGS2 è anche provvista di un sistema basculante con angoli di inclinazioni da 3° a 18°. La sedia ha un telaio in acciaio di 19 mm di spessore e il pistone a gas garantisce una portata fino a 110 chilogrammi.

La base a stella anch’essa in acciaio, con cinque rotelle da 60 mm, fornisce stabilità e libertà di movimento in particolar modo su superfici piane. Il peso totale della SGS2 è di 20,8 chilogrammi.

La Sharkoon SKILLER SGS2 è ora disponibile ad un prezzo di vendita consigliato di 179 euro, il che la rende la migliore soluzione in assoluto tra quelle qui elencate per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo.

PRO

  • La più economica della comparativa
  • Solida
  • La garanzia di un marchio che lavora molto bene nel settore delle periferiche gaming

CONTRO

  • In tessuto, non in pelle
 

Drift DR150

Drift DR150

Drift è un marchio spagnolo in rapida crescita, particolarmente attivo in Italia. Produce nel nostro caso sedie gaming oneste, a prezzi in molti casi convenienti, come per la Drift DR100. Come le altre sedie di questa fascia, annovera dei braccioli in poliuretano imbottiti che si possono spostare in altezza e verso destra o sinistra.

Le sedie Drift presentano colorazioni aggressive e finiture con materiali premium. Costruite su robuste strutture con con imbottiture FOAM e similpelle di prima qualità, offrono finiture in fibra di carbonio. Il pistone a gas di Classe 4, inoltre, le rende particolarmente resistenti al peso. Questo pistone permette di regolare l'altezza, con un'escursione che va da 40 a 47 centimetri. Inoltre, la base in metallo e le ruote in nylon garantiscono scorrevolezza sulla maggior parte delle superfici e, allo stesso tempo, stabilità.

La rotella sotto il sedile, così come accade per la maggior parte delle sedie trattate in questo articolo, permette di configurare l'inclinazione, lasciando la sedia libera di basculare per un breve tratto nei due sensi. A differenza di altre sedie con caratteristiche simili, però, il meccanismo non è adatto all'individuazione della migliore angolazione. Quando la sedia è libera di basculare, infatti, il meccanismo fissante risulta bloccato: si tratta quindi di un effetto basculante fine a sé stesso.

La sedia può essere inoltre inclinata fino a un massimo di 135 gradi, il che permette di rimanere seduti in posizioni particolarmente confortevoli, anche per riposarsi tra una sessione di gioco e l'altra. Inclusi nella confezione ci sono due cuscini, uno per la testa e l'altro lombare, che permettono di stare seduti nelle posizioni migliori.

PRO

  • Simil-pelle
  • Prezzo molto interessante
  • Esteticamente apprezzabile e finiture in fibra di carbonio

CONTRO

  • Sistema basculante migliorabile
  • Non restituisce una grande sensazione di solidità
 

iTek Taurus E1

iTek Taurus E1

La qualità dei materiali della soluzione iTek è buona: troviamo, infatti, pelle sintetica di poliuretano traforata per una migliore traspirabilità, mentre la base con le ruote è in Nylon, ovvero un materiale ad altissima resistenza e anti-abrasione. Quest'ultima è più spartana rispetto al resto ma, tutto sommato, si tratta di un oggetto che non sfigurerà nel vostro arredamento e anzi conferirà un tocco di classe e aggressività da motorsport.

Queste caratteristiche contribuiscono a rendere le sedie gaming elemento imprescindibile della postazione di gioco, forse ancor di più rispetto a mouse e tastiera: dopo averla provata, insomma, sarà molto difficile tornare indietro. I cuscini per la zona lombare e per la testa, ad esempio, aumentano considerevolmente il comfort, abituando ad assumere una postura ottimale, con ricadute positive di varia natura.

Importante anche lo spazio concesso alle regolazioni, sia per quanto riguarda l'altezza che il margine di reclinazione. Parliamo di circa 10 centimetri per l'altezza dell'intera sedia a cui vanno aggiunti, come detto, i circa 5 centimetri di margine permessi dai braccioli (orientabili in altezza e in senso angolare).

La sedia presenta anche un meccanismo per configurare la resistenza all'inclinazione. Tirando verso l'esterno la leva che si trova sotto il sedile la sedia inizia a muoversi, il che ci consente di individuare l'inclinazione giusta rispetto alle proprie esigenze. Spingendo verso l'interno la leva, invece, la sedia tornerà a essere fissa.

Infine, dato che anche l’occhio vuole la sua parte, iTek Taurus E1 viene proposta in diverse combinazioni di colore, in questo caso nero con inserti viola. La sedia si monta facilmente in circa 30 minuti e il suo peso complessivo è di 22 chilogrammi.

PRO

  • Simil-pelle
  • Buona qualità dei materiali
  • Esteticamente apprezzabile

CONTRO

  • Rotelle e base non solidissime
 

Arozzi Torretta XL

Arozzi Torretta XL

Arozzi Torretta è una delle famiglie di sedie gaming più apprezzate del settore grazie alla versatilità, comodità e possibilità di personalizzazione. Progettata in Svezia, mette a disposizione dei giocatori braccioli regolabili in altezza e in rotazione laterale, insieme a cuscino lombare e per la testa, così come sedile e schienale opportunamente imbottiti. Il modello XL è molto interessante perché offre tanto spazio per sedile e schienale: il giocatore non sarà così fermo come in altre posizioni ma avrà modo di muoversi in maggiore libertà. Rappresenta, dunque, l'ideale per chi predilige questa impostazione.

Il profilo di questa sedie è ispirato dagli sport motoristici ed è disponibile in varie colorazioni, anche su Amazon, dove la sedia, così come le altre soluzioni presenti in questa pagina, si trova al minor prezzo. Le dimensioni di questa soluzione garantiscono il massimo comfort e stile anche negli impieghi in ufficio.

Una maniglia posta sotto lo schienale permette di regolare l'altezza, mentre i braccioli si possono spostare tramite un comodo pulsante che si trova subito sotto di essi. Il pistone a gas di Classe 4, infatti, conferisce un’altezza ottimale al sedile a seconda delle necessità.

Lo schienale si può muovere a varie angolazioni, fino a disposto in senso completamente orizzontale, tramite una leva posta nella parte sinistra della serie. Inoltre, una manopola collocata sotto il sedile gestisce la resistenza rispetto al movimento dell'utente: la sedia, infatti, può essere regolata fino a 12 gradi in qualsiasi posizione. La sedia è interessante anche in termini di materiali utilizzati: struttura in metallo e tessuto sul davanti e sul sedile, PU in pelle sullo schienale e sui lati.

Altre due caratteristiche che possono far propendere per questo acquisto sono l'imbottitura importante dei braccioli, che aumentano il comfort della soluzione; e la facilità nell'installazione, semplificata da istruzioni di montaggio molto accurate.

PRO

  • Ottima qualità dei materiali
  • Seduta molto larga aumenta il comfort
  • Resistente

CONTRO

  • In tessuto, non pelle
 

Le migliori sedie gaming di fascia media

Sharkoon Skiller SGS4

Sharkoon Skiller SGS4

Rispetto all'altra soluzione Skarkoon Skiller qui presentata, la SGS4 si avvale di materiali migliori e offre dimensioni più generose. Principalmente la similpelle rispetto al tessuto garantisce maggiore eleganza e comfort per le sessioni di gioco più lunghe, mentre la struttura in metallo la rende più resistente. La sedia è più bella anche alla vista grazie al grande logo Skiller che si trova sullo schienale.

Sono disponibili altre quattro varianti con rifiniture e cuscini per supporto testa e lombare in colorazione rossa, verde, blu bianca. Questi ultimi posso essere facilmente montati e supportano in modo ottimale testa e colonna vertebrale, soprattutto nelle lunghe sessioni di gioco. I cuscini sono realizzati in morbido tessuto e sono sfoderabili per essere lavati ad una temperatura di 30° C.

Risulta migliorata ulteriormente la stabilità grazie ad un telaio in acciaio con diametro da 22 mm e la base a stella in lega di alluminio, con rotelle extra large da 75 mm. Queste ultime sono dotate di funzione di blocco che impedisce movimenti indesiderati. Questa caratteristica è molto importante, e la SGS4 è l'unica ad offrirla tra le sedie presenti nella nostra comparativa: si rivela particolarmente utile soprattutto con i giochi di guida, perché azionare acceleratore e freno in questi casi può comportare il fastidioso arretramento di tutta la sedia.

La seduta e lo schienale sono realizzati internamente in schiuma ad alta densità (70kg/m3) per consentire ai gamer di giocare in tutta comodità. La similpelle è altamente traspirabile. Sharkoon offre una seduta ergonomica con braccioli in 4D, regolabili in altezza e larghezza, traslarli davanti e indietro e ruotarli verso destra o verso sinistra.

Il pistone a gas classe 4 migliorato regola la seduta in altezza e supporta fino a 150 kg. Il meccanismo basculante permette di raggiungere un angolo di inclinazione fino a 14° consentendo il bloccaggio nella posizione desiderata. Per chi volesse rilassarsi durante le pause di gioco sarà possibile godersi la sedia in tutto il suo comfort, grazie ad un ampio raggio di inclinazione che va da 90° a 160°.

PRO

  • L'unica sedia della comparativa con blocco alle ruote, ideale per i giochi di guida
  • Simil-pelle
  • Dimensioni generose
  • Il grande logo la rende gradevole esteticamente
  • Ottimi braccioli 4D

CONTRO

  • Più ingombrante rispetto alle altre sedie della rassegna
 

Ak Racing Arctica

Ak Racing Arctica

Probabilmente la più bella esteticamente fra le soluzioni inserite nella nostra comparativa. La versione Arctica delle sedie gaming Ak Racing è una soluzione di livello premium per la solidità, per l'ergonomia, per la versatilità dei braccioli e anche per l'estetica. Offre infatti un robusto telaio in acciaio e lo schienale regolabile per mezzo della leva situata a lato del sedile: basta infatti tirare la leva, scegliere la posizione migliore e rilasciare la leva nel punto desiderato per fissare lo schienale in quella posizione.

AK Racing è una compagnia, come molte delle altre compagnie citate in questo articolo, specializzata nella produzione di sedili per le auto da corsa, da cui ne deriva il nome. Traspone nell'ambito delle sedie per i giocatori le forme, l'ergonomia e le caratteristiche alla base di quanto proposto in ambito racing.

A differenza degli altri produttori citati in questo articolo, è l'unico a produrre le sue sedie internamente, per mezzo della fabbrica di sua proprietà, mentre gli altri brand si affidano a produttori esterni. AK Racing è una società fondata nel 2001 che opera in varie competizioni motoristiche come WRC e Super GT, e che è leader in diversi mercati, con una quota particolarmente importante in Cina. Si sta espandendo considerevolmente nell'ambito delle periferiche gaming, e presto offrirà anche una scrivania gaming.

Anche la base della Arctica si rivela robusta: è a cinque razze, ancora in metallo. L'imbottitura è in schiuma ad alta densità: questa consente alla sedia di non alterarsi anche dopo diverse ore di gioco. Gli operai di AK Racing inseriscono la schiuma quando ancora è fredda a mano all'interno della sedia, il che aumenta la resistenza e la longevità della sedia. L'approccio alternativo prevede l'utilizzo di una macchina che semplifica e velocizza la produzione riscaldando, però, la schiuma.

I cuscini, disponibili al solito nelle varianti per la testa e lombare, della soluzione AK Racing sono tra i migliori della rassegna: quello per la testa, in particolare, ha una forma ergonomica particolarmente ben studiata che, tra le altre cose, contribuisce a tenere fisso il collo in posizione corretta, con evidenti benefici per i muscoli e la postura.

C'è una seconda leva sotto la sedia, la quale permette di regolare l'altezza. A fianco si trova anche una manopola, che lascia la sedia libera di dondolare liberamente fino a 12 gradi. Naturalmente questa manopola può essere orientata anche in modo tale da mantenere lo schienale completamente rigido.

Della soluzione AK Racing sono particolarmente apprezzabili i braccioli: solidi e sufficientemente larghi per permettere al giocatore di mantenere le braccia in posizione fissa e confortevole anche per le lunghe sessioni di gioco. Bisogna premere il pulsante sul lato per alzare o abbassare i braccioli.

Come altre sedie presenti in questa comparativa, Ak Racing Arctica presenta un pistone idraulico è di Classe 4, capace di sorreggere un peso massimo di 150 chilogrammi. Per quanto riguarda lo schienale, invece, è reclinabile da 90 a 180 gradi, venendo incontro a tutte le possibili esigenze del giocatore, anche quella di rilassarsi nelle pause tra una sessione e l'altra dei tornei di gioco.

Altro elemento che distingue la proposta AK Racing rispetto alle altre presenti in questo articolo è il programma di garanzia: è estesa a 5 anni per la sedia e a 10 anni per il telaio, e questo vale per tutta la nuova linea di prodotti AK Racing.

PRO

  • La migliore sul piano estetico
  • Ergonomia e solidità ottime
  • Imbottitura in schiuma ad alta densità
  • Ottimi cuscini
  • Base di alta qualità
  • Produzione al 100% interna
  • Programma di garanzia molto valido

CONTRO

  • Visto il brand, ci saremmo aspettati il blocco alle rotelle
 

DX Racer King

DX Racer King

Una delle sedie più diffuse presso il pubblico dei giocatori è DX Racer King. Dal prezzo particolarmente conveniente, questa sedia è in nero con finiture in grigio che la rendono poco soggetta a sporcarsi. Per quanto riguarda le misure abbiamo: 74 x 52 x 124 - 132 cm (L x H x P), mentre l'angolo di inclinazione dello schienale è di 135°.

I materiali sono di buona qualità, ed è garantita lunga durabilità nel tempo. Si tratta di una a sedia schienale alto, con una struttura in tubo d'acciaio robusta. Vanta un pistone a gas che permette di regolarne l'altezza e 2 cuscini neri per un comfort ottimale della testa e lombare e, naturalmente, un look sportivo.

Come nel caso della sedia precedente, si tratta di una soluzione assemblata completamente in casa. Altra caratteristica in comune con la precedente sedia è poi l'estetica spiccatamente racing, con le classiche ali laterali che servono a tenere l'utente fisso sulla sedia, evitando movimenti che possono danneggiare la prestazione in gioco e ottimizzando la postura.

DX Racer King è una soluzione ideata per chi passa molto tempo seduto davanti al computer, particolarmente indicata anche per le persone molto alte. La qualità dei materiali è molto buona, con un'attenzione specifica per i minimi dettagli. Parliamo di una soluzione in simil-pelle con telaio in acciaio. Troviamo poi due cuscini, uno lombare e l'altro per la testa che, come al solito, possono essere rimossi a piacimento. I braccioli, inoltre, sono regolabili su tre direzioni.

PRO

  • Particolarmente indicata per le persone molto alte
  • Fra le più apprezzate dai giocatori
  • Buon rapporto qualità/prezzo
  • Ottima qualità dei materiali

CONTRO

  • Chi non è particolarmente alto potrebbe preferire altre soluzioni DX Racer o degli altri produttori presenti in questa rassegna
 

Le migliori sedie gaming di fascia alta

Noblechairs ICON Series

Noblechairs ICON Series

Con questo modello saliamo in qualità, con un prodotto particolarmente indicato anche per l'ufficio oltre che per il gaming, già candidato fra i migliori prodotti dell'anno agli European Hardware Award 2018. Si contraddistingue per la qualità dei materiali, visto che lo schienale è in vero cuoio, mentre la base in metallo. Questo rende la sedia particolarmente facile da pulire, oltre che comoda da usare.

Un tessuto del genere rende la sedia traspirante e resistente ai danni e all'umidità, quindi utilizzabile in qualsiasi condizione atmosferica. Il nucleo della sedia, composto da schiuma poliuretanica, invece, garantisce il massimo comfort durante la seduta.

Lo schienale si adatta alla forma della schiena in modo tale da migliorare naturalmente la postura, mentre i cuscini lombare e per la testa, inclusi nella confezione come spesso accade per le serie di questa categoria, forniscono un ulteriore supporto per migliorare il comfort per quanto riguarda le sessioni di gioco o di lavoro più lunghe. Queste sedie vantano la certificazione DIN EN 1335, la certificazione UK Fire Safety Regulations (BS 5852) e l'accreditamento BIFMA per le sedie da ufficio.

La sedia si è rivelata solida in tutti i movimenti, dall'inclinazione alla regolazione dell'altezza. Fra le altre cose si può inclinare la sedia e lasciarla scorrere fino a trovare la posizione migliore, e finalmente bloccarla.

Per quanto riguarda la regolazione dello schienale, lo si può liberare con la comoda leva posta nella parte destra della sedia, mentre le due leve sotto permettono di modificare l'altezza e di sbloccare il meccanismo di tilt/dondolo. Molto importante la personalizzazione della posizione dei braccioli, perché possono essere allineati al tavolo per migliorare la presa delle periferiche di gioco. Quindi, c'è un pulsante per regolarne l'altezza, un altro per l'inclinazione laterale e un altro ancora per la posizione in senso verticale. Soprattutto quest'ultimo tipo di configurazione non è sempre disponibile nelle sedie che stiamo trattando in questo articolo. Noblechair, infatti, parla di braccioli direzionabili in quattro direzioni. I braccioli sono in poliuretano, sono solidi e ben strutturati, mantenendo molto salda la presa e rivelandosi comodi per appoggiare le braccia. Fra i migliori braccioli per quanto riguarda le sedie da noi provate.

I braccioli di questa sedia si possono muovere in tre direzioni: avanti e indietro, sopra e sotto e in senso laterale, ma non possono traslare (braccioli 4D completo).

La base si rivela resistente e si caratterizza per un tipo di alluminio resistente alla corrosione e alla ruggine, con la capacità di resistere a pesi fino a 150 chilogrammi, anche in posizione reclinata. Le cinque ruote, invece, sono in nylon e hanno un diametro da 60 millimetri, più grandi rispetto alla media. Sono rivestite in poliuterano per consentire il rotolamento su qualsiasi tipo di superficie. Il pistole idraulico è di Classe 4, e si caratterizza per ottime prestazioni in termini di sicurezza ed efficienza d'uso.

PRO

  • Sobria, ideale anche per l'ufficio
  • Grande comfort
  • Ecopelle e altri materiali di ottima qualità

CONTRO

  • Prezzo alto
 

Vertagear PL6000

Vertagear PL6000

La Vertagear PL6000 è la sedia più costosa della nostra rassegna, e allo stesso tempo quella qualitativamente migliore. Si tratta di una soluzione molto solida e accattivante visivamente, che si sposa bene anche per l'uso in ufficio oltre che per il gaming e le sessioni lunghe al PC. PL sta per Plus Line ed è la linea di prodotti di questo agguerrito e giovane produttore olandese che indica le misure più generose e il maggior spazio per l'utente.

Allo stesso tempo, la Vertagear PL6000 mantiene l'utente saldamente ancorato nella postazione, trasmettendo la sensazione di stabilità e comfort. Una leva che si trova alla destra dello schienale, se tirata verso l'alto, consente di regolare l'angolo di inclinazione. Quest'ultimo può essere impostato da un valore minimo di 80 gradi fino a un massimo di 140 gradi. Sull'altra parte, invece, troviamo una manopola, che va girata per impostare l'altezza della sedia.

Un'altra leva posta sulla sinistra va spinta per abilitare l'inclinazione e tirata fino a bloccarla in posizione impostata. Bisogna girare questa manopola in avanti per aumentare la resistenza di inclinazione, e indietro per diminuirla. È un meccanismo che nelle altre sedie presentate in questo articolo si gestisce tramite una rotella: affidarlo a una manopola invece che a una rotella aumenta il livello di precisione nella configurazione.

Una leva analoga sull'altro lato permette di impostare l'altezza: si consiglia di modificarla frequentemente durante l'utilizzo per indurre l'utente a cambiare la posizione di seduta in modo da variare nel tempo il gruppo di muscoli maggiormente sollecitati. Questa sedia, alla base, utilizza delle ruote Racing Series Penta RS1 Casters, appositamente studiate per aumentare la silenziosità e la resistenza. Scorrono agilmente su tutti i tipi di pavimenti e sono assemblate con un materiale non abrasivo in modo da proteggere la superficie sulla quale scorrono.

Ampio margine di regolazione anche per quanto riguarda i braccioli: un tasto posto subito sotto la superficie di ogni bracciolo permette di regolarne l'altezza. Un altro tasto, invece, permette di far scorrere i braccioli avanti e indietro, e questi possono essere fatti scorrere anche verso destra e sinistra. L'imbottitura dei braccioli può anche essere ruotata in senso orario e antiorario per sostenere le braccia. Insieme alla Sharkoon Skiller SGS4, questa è l'unica sedia della comparativa con sistema di braccioli 4D completo.

La Vertagear PL6000 si rivela molto robusta, grazie anche alla solida base in metallo che si trova sotto la struttura principale, grazie anche a un imbottitura molto importante. Il tessuto utilizzato è un cuoio di tipo PVC meticolosamente perforato, pensato per dissipare il calore del corpo nella maniera più efficiente e garantire dunque il comfort anche per le sessioni più lunghe.

PRO

  • La più completa fra le sedie qui proposte
  • Molto solida e accattivante visivamente
  • Sistema di braccioli 4D completo
  • Ampia e confortevole seduta
  • Configurazione dell'inclinazione più precisa grazie alla manopola...

CONTRO

  • ...che però non è comodissima da usare
  • Prezzo alto
 
  • Articoli Correlati
  • Mouse gaming: guida all'acquisto Mouse gaming: guida all'acquisto Approfittando della presenza in redazione di una moltitudine di mouse da gioco, abbiamo voluto realizzare una comparativa in cui si esaminano le caratteristiche più importanti per i giocatori e si mettono a confronto le soluzioni dei diversi produttori
51 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ledo06 Novembre 2018, 15:07 #1
Perchè mettete tra i contro il tessuto?
mmiat06 Novembre 2018, 15:28 #2
il tessuto forse è meno elegante (ma sono gusti), la pelle d'altra parte è più facile da pulire, però sudi come una bestia.

sulla vertagear, a me è uscito un pezzo dalla seduta, ho mandato una foto alla casa madre e me ne hanno mandata un'altra senza battere ciglio, gentilissimi.
Ansem_9306 Novembre 2018, 16:05 #3
Imho per me il tessuto è un pro. Soprattutto in estate ti evita di incollarti alla sedia. Le sedie in pelle le escludo a priori
bancodeipugni06 Novembre 2018, 17:52 #4
300€ la fascia media ? ecche...

meglio il tessuto

la pelle se fa la fine delle sedie ikea va in brandelli dopo 2 stagioni

e poi fa sudare il culo

detto questo ma le sparco che usano anche sulle panchine nelle partite di tennis pallavolo basket fanno proprio schifo ?
Amon-Ra06 Novembre 2018, 17:53 #5
i bracci che tengono le ruote se sono inclinati sono scomodi da matti e non ci si puo' appoggiare il piede che scivola continuamente e sta scomodo, non capisco perché non le facciano orizzontali tutti come la DX Racer King

ma poi cosa vorrebbe dire gaming per una sedia da pc? non capisco, si intende il fatto che sembrano dei sedili da racing e sono tutte inutilmente colorate e con buchi laterali che servono a una mazza se non a raccogliere ancora piu polvere?
bancodeipugni06 Novembre 2018, 17:59 #6
servono a far passare l'aria

mentre si gioca a quei livelli si suda

strano che non abbiano ancora implementato il serbatoio dell'acqua col tubicino come in F1
Amon-Ra06 Novembre 2018, 18:02 #7
quale aria? non ha senso, sul sudore ok ma sudi sulla schiena e sul culo e li di buchi non ce ne sono
Saul Tigh06 Novembre 2018, 18:59 #8
pro la pelle sintetica? direi proprio di no.. preferisco il tessuto.. l'ultima poltrona da game in ecopelle mi è durata un anno e mezzo.. tessuto tutta la vita.
rinbaubau06 Novembre 2018, 20:26 #9
Dov'è la GT Omega Racing? è molto simile alle DX Racing e alle AK Racing ed è fantastica, ce l'ho da 2 anni ed è come nuova. Puoi regolare praticamente tutto, braccioli 4D, altezza, inclinazione totale etc.
kubnet06 Novembre 2018, 20:32 #10
imho anche le Maxnomic sono valide e secondo me sono fondamentali le ruote in gomma piuttosto che quelle di plastica dura che quasi tutti forniscono in dotazione, meglio ancora se hanno anche la levetta per bloccarle

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^