Bancomat Pay: da oggi si potrà pagare online anche con la carta di debito. Addio carta di credito? Le novità

Bancomat Pay: da oggi si potrà pagare online anche con la carta di debito. Addio carta di credito? Le novità

La carta di debito più utilizzata dagli utenti in giro per l'Italia potrà, da oggi, venire utilizzata anche per gli acquisti online. Una versione virtuale denominata Bancomat Pay che permetterà trasferimenti di denaro tra privati ma anche pagamento di tasse e multe in futuro. Ecco tutte le novità.

di pubblicata il , alle 15:41 nel canale Mercato
 

Le carte di credito hanno un nuovo avversario che non è un servizio di terze parti come PayPal o altro, bensì il semplice e classico Bancomat che tutti hanno sempre usato solo fisicamente. Da oggi diverrà digitale, o per meglio dire virtuale, e potrà essere usato da tutti per acquisti online, trasferimento di denaro tra privati ma anche, in futuro, pagamenti di tasse e multe. Si chiama Bancomat Pay ed è il primo passo nella strategia di digitalizzazione che porterà i 37 milioni di titolari di carte PagoBANCOMAT a poter fruire di servizi innovativi di pagamento.

Bancomat Pay: come funzionerà e per chi sarà

Bancomat Pay sarà il futuro dei pagamenti digitali per chi non vuole passare per la carta di credito. Il nuovo servizio di pagamento nasce dalla partnership con SIA e l'integrazione del servizio Jiffy che consentirà agli utenti di pagare negli store e su e-commerce, inviando e ricevendo anche denaro in tempo reale dallo smartphone in completa sicurezza tramite il proprio numero di cellulare. Da una parte SIA, ex consorzio Bancomat divenuto una Spa nel 2017, dall'altra Jiffy, wallet che consente trasferimenti di denaro istantanei tra device ed utilizzato già da 120 banche.

"In trent’anni di attività abbiamo consolidato il bene più prezioso, la fiducia del mercato e delle persone. Da oggi vogliamo unire a questo patrimonio tutto il potenziale dell’innovazione tecnologica, rendendo le transazioni di denaro sempre più semplici e immediate. Con BANCOMAT Pay intendiamo fare il primo passo per entrare nel mondo dei servizi di pagamento del futuro dove ad essere smaterializzato non sarà solo il contante ma anche la carta stessa. Insieme alle Banche vogliamo essere facilitatori e fautori del cambiamento e dell’innovazione per il Paese" ha commentato Alessandro Zollo, Amministratore Delegato di BANCOMAT S.p.A.

Bancomat Pay potrà essere utilizzato da tutti i titolari di carte PagoBancomat delle Banche aderenti al servizio, attraverso l'applicazione della propria Banca oppure, dove non previsto, con l'applicazione Bancomat Pay che verrà rilasciata nei prossimi mesi sugli smartphone. In pochi secondi e con il proprio smartphone sarà possibile effettuare trasferimenti di denaro e pagamenti senza necessità di avere con sé la carta fisica o digitarne il relativo PIN. Tra le varie utilità, anche quella di dividere il conto della cena con gli amici o saldare un determinato debito con un amico.

Come? Semplicemente andando a selezionare un contatto su Bancomat Pay dalla rubrica personale all'interno dell'applicazione, inserire l'importo con opzionale messaggio e inviare il denaro con un click. Se invece si vorrà acquistare in un negozio, il commerciante genererà un QRCode riguardante l'importo da pagare e al cliente non rimarrà che inquadrare il codice autorizzando l'acquisto.

Il futuro del Bancomat Pay però sarà anche quello del pagamento delle pubbliche amministrazioni. A breve infatti si potranno anche effettuare pagamenti verso gli uffici pubblici tramite la piattaforma PagoPA. Sarà utile per pagare multe ma anche per effettuare pagamenti di tributi. Per effettuare i pagamenti con il proprio Bancomat non sarà necessario cambiare la tessera e oltretutto i pagamenti digitali istantanei risultano già attivi per i clienti delle banche che usano il sistema Jiffy, i quali possono fare spese in circa 2000 negozi soprattutto catene della grande distribuzione. Gli altri dovranno attendere l'adesione del proprio istituto al nuovo Bancomat Pay.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanni6931 Gennaio 2019, 15:58 #1
Eh via! Altri dati personali ceduti a terzi mediante app... adesso ci mette pure il Bancomat.
acerbo31 Gennaio 2019, 16:05 #2
qualcuno sa se per caso il bancomat esiste pure in altri paesi?

io vivo in Francia e qua esiste solamente la "carte bleu", che puo' essere a debito immediato o differito come le carte di credito che si usano in Italia, ha il pin ed é utilizabile per acquisti on line poprio come una carta di credito e generalmente appartiene ai due principali circuiti Visa e mastercard.

Insomma con una sola carta ritiri i soli, paghi il pane e compri su internet, non capisco per quale motivo in Italia nel 2019 bisogna ancora andare in giro con il bancomat e comprarsi una carta di credito a parte per poter comprare su internet o pagare l'hotel all'estero
giovanni6931 Gennaio 2019, 16:08 #3
La ragione è che Bancomat è un circuito come tanti altri; soltanto nei decenni scorsi è stato monopolista in Italia fino al punto tale da assumere la connotazione di uno strumento di pagamento a sè. In pratica Bancomat non esiste o è raro in altri paesi. La mossa di Bancomat/SIA è stata fatta evidentemente perchè Maestro ed altri circuiti sono sempre più utilizzati sia come strumenti di prelievi cash che di pagamento per spese online e quindi si perdono una fetta della torta.... in Italia. In pratica SIA sta riposizionando il suo stesso prodotto Jiffy all'interno del circuito Bancomat che è immensamente più conosciuto.
ninja75031 Gennaio 2019, 16:14 #4
finalmente

e si spera che comincino a prevederlo molti ecommerce
acerbo31 Gennaio 2019, 16:17 #5
Originariamente inviato da: giovanni69
La ragione è che Bancomat è un circuito come tanti altri; soltanto nei decenni scorsi è stato monopolista in Italia fino al punto tale da assumere la connotazione di uno strumento di pagamento a sè. In pratica Bancomat non esiste o è raro in altri paesi. La mossa di Bancomat/SIA è stata fatta evidentemente perchè Maestro ed altri circuiti sono sempre più utilizzati sia come strumenti di prelievi cash che di pagamento per spese online e quindi si perdono una fetta della torta.... in Italia.


ecco appunto, dunque é conveniente solo per le banche cosi' possono venderti a parte una carta visa o mastercard a 30 euro l'anno
Haran Banjo31 Gennaio 2019, 16:18 #6
Io trovo comodo pagare con il bancomat perché la transazione richiede la presenza *fisica* della carta.

La carta di credito richiede spesso solo la conoscenza di numero, scadenza e CVV/CVC.

Molte volte, specie per pagamenti all'estero, non viene richiesto codice di conferma telefonico/pincode su token.

Ergo:
- perdi il bancomat, se il codice non è noto nulla succede.
- perdi (o peggio, qualcuno carpisce le info) della carta di credito/debito: son dolori.
acerbo31 Gennaio 2019, 16:22 #7
Originariamente inviato da: Haran Banjo
Io trovo comodo pagare con il bancomat perché la transazione richiede la presenza *fisica* della carta.

La carta di credito richiede spesso solo la conoscenza di numero, scadenza e CVV/CVC.

Molte volte, specie per pagamenti all'estero, non viene richiesto codice di conferma telefonico/pincode su token.


ma anche no, dipende dal venditore e dalla banca.
io se compro su internet con la carta, a parte su amazon, quando termino l'acquisto ricevo un codice sul cellulare che devo inserire su una pagina web per confermare la transazione .
Lelevt31 Gennaio 2019, 16:35 #8
Mamma mia, dopo 30 anni finalmente si sono dati una svegliata in Bancomat... Ormai le carte di debito sono tutte Maestro o VPay con presenza circuito Bancomat come "riserva", e con tutte è possible effettuare pagamenti online, quindi non vedo proprio dove stia la novità.
Ovvero è già da un pezzo che non è più necessaria la carta di credito per fare pagamenti online.
[Kendall]31 Gennaio 2019, 17:43 #9
Originariamente inviato da: Lelevt
Mamma mia, dopo 30 anni finalmente si sono dati una svegliata in Bancomat... Ormai le carte di debito sono tutte Maestro o VPay con presenza circuito Bancomat come "riserva", e con tutte è possible effettuare pagamenti online, quindi non vedo proprio dove stia la novità.
Ovvero è già da un pezzo che non è più necessaria la carta di credito per fare pagamenti online.


Vero, ma purtroppo le carte del circuito Maestro spesso non sono accettate per gli acquisti online (per VPay non saprei non avendo una carta di quel circuito).
HackaB32131 Gennaio 2019, 18:24 #10
Originariamente inviato da: giovanni69
Eh via! Altri dati personali ceduti a terzi mediante app... adesso ci mette pure il Bancomat.


Vero, questo è un problema.
Magari esistesse una forma di pagamento non tracciabile. Una specie di contante, ma digitale e usabile a distanza.


Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^