Blockchain: la principale società elettrica austriaca testa possibili casi d'uso

Blockchain: la principale società elettrica austriaca testa possibili casi d'uso

La società spera di poter mettere in commercio nuovi servizi basati su blockchain già nel corso dell'anno, ed è una delle prime realtà europee nel panorama dei servizi al pubblico ad avviare progetti di sperimentazione

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Mercato
 

Wien Energie, la principale società elettrica austriaca, è al lavoro per testare vari casi d'uso della tecnologia blockchain in preparazione alla messa in produzione di nuovi servizi operativi in una nuova area di sviluppo urbano nella città di Vienna.

"Stiamo testando servizi basatui su blockchain nella zona Viertel Zwei di Vienna e non appena avremo maturato sufficiente esperienza, svilupperemo modelli di business e li porteremo sul mercato" ha dichiarato il Chief Innovation Officer della società, Astrid Schober, a Reuters.

Schrober non nasconde l'entusiasmo e l'ottimismo, affermando che i nuovi servizi potrebbero essere disponibili già nel corso dell'anno. Non particolare chiarezza, però, sul tipo di servizi che si potrebbero costruire al di sopra di una tecnologia blockchain, anche se il CIO di Wien Energie suggerisce, per esempio, una rete di stazioni per la ricarica di auto elettriche, una rete di fornitura di energia pulita o registri catastali per la distribuzione dell'energia.

Lo scorso anno Wien Energie è stata una delle prime realtà nel panorama dei servizi pubblici europei ad aderire al test della piattaforma blockchain Interbit della società canadese BTL per sviluppare un sistema di commercio del gas che potesse garantire conferme di transazioni in maniera rapida. La società fa inoltre parte di Enerchain, che raccoglie 35 realtà erogatrici di servizi pubblici le quali partecipano ad una sperimentazione per creare una piattaforma di trading per gas ed energia elettrica.

"Se questa tecnologia significa che non vi saranno più intermediari, potrebbe essere un problema per noi, quindi siamo alla ricerca di modelli di business alternativi" ha osservato Schober.

Da qualche tempo il settore energetico ha mostrato un forte interesse nell'integrazione delle tecnologie blockchain: a gennaio, per esempio, il dipartimento dell'energia USA ha annunciato una partnership con BlockCypher per esplorare sistemi peer-to-peer per lo scambio di energia e anche realtà come Shell o BP hanno deciso di supportare una piattaforma di trading basata su blockchain lo scorso anno. La tecnologia blockchain, che ricordiamo consente di realizzare un registro distribuito di transazioni senza intemediari permette di gestire con velocità, efficienza e sicurezza complesse transazioni tra piccoli e grandi produttori e consumatori, anche in vista di un sempre più crescente flusso di energie rinnovabili decentralizzate.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
thunder_bolt9611 Febbraio 2018, 12:50 #1
In europa, Svizzera e Austria sono avanti a tutti negli studi per gli use case di questo settore, in Italia invece siamo arrivati tra i primi per la tassazione..
Sandro kensan11 Febbraio 2018, 14:36 #2
Originariamente inviato da: thunder_bolt96
In europa, Svizzera e Austria sono avanti a tutti negli studi per gli use case di questo settore, in Italia invece siamo arrivati tra i primi per la tassazione..


Casaleggio della Casaleggio associati ha detto in conferenza stampa due giorni fa che sono al lavoro per portare il sistema di voto del Movimento sulla blockchain. Quindi c'è chi si muove. Se volete il link del video lo metto come Edit.
Ginopilot11 Febbraio 2018, 20:07 #3
Originariamente inviato da: Sandro kensan
Casaleggio della Casaleggio associati ha detto in conferenza stampa due giorni fa che sono al lavoro per portare il sistema di voto del Movimento sulla blockchain. Quindi c'è chi si muove. Se volete il link del video lo metto come Edit.


MikTaeTrioR11 Febbraio 2018, 22:13 #4
Non piangere gino dai...evidentemente non è nulla digitale come hai sempre pensato...ma le persone come te ci mettono poco a trovare qualcosa di nuovo contro cui scagliarsi inmotivatamente...reisti
Ginopilot11 Febbraio 2018, 22:27 #5
Originariamente inviato da: MikTaeTrioR
Non piangere gino dai...evidentemente non è nulla digitale come hai sempre pensato...ma le persone come te ci mettono poco a trovare qualcosa di nuovo contro cui scagliarsi inmotivatamente...reisti


Il nulla sono le cv, non la tecnologia utilizzata.
MikTaeTrioR11 Febbraio 2018, 22:42 #6
E allora che minghia piangi?
Notizia ultimo minuto: no cryptovalute no blockchain... credo questo ti sia sfuggito...
Sandro kensan11 Febbraio 2018, 22:54 #7
Questa news dovrebbe darla HWup e cioè in Russia un centro militare ha avuto dei fisici che hanno sfruttato il loro supercomputer per minare. Giornalisti che ripetano a pappagallo dicono che abbiano tentato di connettere il loro sistema a Internet per fare funzionare il programma di mining ma che i servizi segreti si siano accorti del problema di sicurezza e siano intervenuti.
Ginopilot11 Febbraio 2018, 23:10 #8
Originariamente inviato da: MikTaeTrioR
E allora che minghia piangi?
Notizia ultimo minuto: no cryptovalute no blockchain... credo questo ti sia sfuggito...


Per altro
MikTaeTrioR12 Febbraio 2018, 00:29 #9
L importante è piangere he ?
tutmosi312 Febbraio 2018, 08:47 #10
Tutti bravi questi "striaci", solo noi gli sfigati.
Poi vai a vedere gli impianti e trovi interruttori di 50 anni fa almeno nel doppio dei casi di quelli che trovi in Italia.
Poi vai a vedere gli impianti e trovi il fattore di potenza a 0.75 quando in Italia il più sfigato di tutti è a 0.90.

Ciao

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^