Essential Products già accusata di violazione di marchio registrato da Spigen

Essential Products già accusata di violazione di marchio registrato da Spigen

Essential Products, l'azienda appena nata capitanata da Andy Rubin, è già oggetto di una contestazione da parte di Spigen per via del suo nome: il produttore di accessori è infatti detentore del marchio "Essential" e minaccia battaglia.

di Riccardo Robecchi pubblicata il , alle 10:21 nel canale Mercato
Essential
 

Il nuovo progetto di Andy Rubin, chiamato Essential Products, è appena partito ma rischia di incappare in una battuta d'arresto. La neonata azienda, che ha appena presentato il suo Essential Phone, ha infatti ricevuto una lettera di "cease and desist" da parte di Spigen, il noto produttore di accessori, relativamente al nome stesso dell'azienda che andrebbe contro un marchio registrato.

Il problema nasce nel 2016, quando Spigen registra il marchio "Essential" nella Classe 9, ovvero per una vasta quantità di categorie merceologiche che vanno dai cavi USB alle cuffie fino ad arrivare a tastiere per computer e custodie per telefoni. Il marchio ha numero di registrazione 5.014.095. Essential Products tenta di registrare sia il marchio "Essential" che "Essential Products", ma l'ufficio Brevetti americano (USPTO, United Stated Patent and Trademark Office) respinge tali registrazioni asserendo che una confusione tra i due marchi è non solo possibile, ma addirittura probabile.

Uno dei capisaldi in materia di marchi è, infatti, la riconoscibilità del marchio stesso. Perché un marchio possa essere depositato, deve rispettare una rigida sequenza di requisiti:

  • deve essere nuovo (elemento di novità);
  • deve essere facilmente riconoscibile e avere significato proprio (elemento di capacità distintiva);
  • non deve essere confondibile con o assimilabile ad altri marchi esistenti (elemento di liceità).

Solo nel caso in cui un marchio rispetti tutti questi punti può essere accettato dall'ufficio marchi e brevetti. Due marchi simili possono coesistere, ma devono operare in settori totalmente differenti. È questo il motivo per cui Oracle è sì marchio registrato dell'omonima azienda famosa per i suoi database, ma è anche un marchio registrato da numerose altre aziende in altre categorie merceologiche (ad esempio i caschi per biciclette). Questo è previsto dal diritto perché marchi generici non possano essere monopolizzati per tutte le categorie merceologiche, impedendo quindi di dare un potere di veto eccessivo a singole realtà. A questo proposito è curioso notare che esiste già una Essential Products Inc, che si occupa però di tavole di legno per fustellatura.

Come riportato da Android Police, Spigen ha inviato una lettera di "cease and desist" per invitare l'azienda di Andy Rubin a smettere di usare il marchio, minacciando ulteriori azioni se ciò non accadrà prima del 15 giugno prossimo. Essential Products ha risposto con la seguente dichiarazione:

Le lettere di minacce sono comuni nel nostro settore. È certamente una prerogativa di Spigen il fare affermazioni, ma Essential ritiene che queste siano senza merito e risponderà appropriatamente.

Essential non poteva non essere a conoscenza del marchio di Spigen, dal momento che ne era stata messa al corrente dall'USPTO, dunque è possibile che l'azienda sia già pronta ad una battaglia legale. Difficile pronosticare, allo stato attuale delle cose, se ci saranno conseguenze e quali saranno, ma la partenza della creatura di Rubin appare in salita.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^