I gemelli Winklevoss diventano miliardari grazie ai Bitcoin

I gemelli Winklevoss diventano miliardari grazie ai Bitcoin

I fratelli che hanno messo i bastoni fra le ruote a Zuckerberg sono partiti da un investimento da 11 milioni nel 2013

di Nino Grasso pubblicata il , alle 09:01 nel canale Mercato
 

I gemelli Winkevoss, noti per aver citato in giudizio Zuckerberg per aver rubato loro l'idea alla base di Facebook, sono adesso miliardari grazie agli investimenti fatti sui Bitcoin. Secondo quanto riportato da alcune testate internazionali, Cameron e Tyler Winklevoss hanno investito in Bitcoin parte dei 65 milioni di dollari vinti con il processo contro Zuckerberg, esattamente 11 milioni nello scorso 2013, realizzando uno dei portafogli Bitcoin più importanti al mondo.

All'epoca dell'investimento i due fratelli avevano indicato che l'1% dei Bitcoin in circolazione era diventato di loro proprietà, e adesso la loro parte può essere quantificata in oltre un miliardo di dollari. La scorsa settimana la criptovaluta ha superato i 10 mila dollari di valore per unità, e al momento in cui scriviamo si accingono a raggiungere i 12 mila dollari (dati CoinDesk). Dall'investimento dei fratelli Winklevoss il valore dei Bitcoin è cresciuto di diverse grandezze.

"Se i Bitcoin fossero visti come un tipo di risorsa simile all'oro potrebbero valere trilioni di dollari come capitalizzazione di mercato", ha dichiarato Tyler Winklevoss qualche anno fa. "Pensiamo che questo possa avvenire davvero". Da allora i due fratelli non hanno venduto un singolo Bitcoin, scrive il Telegraph, che precisa che ad oggi sono pochissimi i portafogli Bitcoin miliardari, e fra questi c'è quello del misterioso creatore noto con lo pseudonimo Satoshi Nakamoto.

Il loro numero potrebbe aumentare considerevolmente se la crescita dei Bitcoin continuasse a questi livelli, ma se si rivelasse una bolla come alcuni credono il suo scoppio potrebbe ostacolare i sogni di molti che vedono la possibilità di far soldi facili con le criptovalute.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

162 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
monkey.d.rufy06 Dicembre 2017, 09:29 #1
c'è poco da fare
i soldi fanno soldi, i pidocchi fanno pidocchi

jepessen06 Dicembre 2017, 09:29 #2
La mia sensazione (sottolineo, da ignorante in economia, quindi posso decisamente dire castronerie, anzi le diro'), e' che si sviluppera' una crisi equivalente a l'ultima che ci ha colpito...

Il problema secondo me e' che I bitcoin e' un qualcosa che rimane, come dire, etereo, ed ha un valore in dollari molto volatile... Il suo valore e' dovuto ad una quotazione basata sull'investimento.

Io mi chiedo, nel momento in cui una persona con un portafogli importante decidesse di convertirlo tutto in dollari, cosa succederebbe. Secondo me spunterebbe fuori una difficolta' di convertire tutto in dollari ( mi spiace non possiamo convertire 50000 bitcoin in dollari), la gente capirebbe il problema e si fionderebbe a convertire tutto quello che hanno in dollari, prima che la cosa si renda difficile perche' non c'e' liquidita equivalente, provocando un crollo.

L'ultima crisi non e' iniziata in modo molto diverso... Mi pare di ricordare che nacque con la facilita' americana di dare mutui a tutte le persone che volevano casa. Ad un certo punto una banca si mise a richiedere i soldi che aveva prestato, non e' riuscita ad averli perche' non erano materialmente disponibili, ed allora si sono allarmate tutte le banche richiedendo indietro soldi che la gente non aveva, con l'effetto a catena che tutti conosciamo...

Non dico che avra' le stesse ripercursioni sulla vita di tutti i giorni, ma se avessi un portafoglio bitcoin starei molto attento (fermo restando la mia invidia per quelli che invece hanno visto giusto al momento giusto ed adesso hanno un potenziale portafoglio non indifferente).
djfix1306 Dicembre 2017, 09:39 #3
il bitcoin è una bolla economica perchè il suo controvalore in dollari è dato dalla quantità di gente che si mette a minare.
se si perdesse interesse per il mining il valore calerebbe.
e siccome stanno pompando a manetta sta cosa delle criptovalute (ce ne sono almeno 16 diverse dal bitcoin) la quotazione aumenta.

per esperimento sto minando bitcoin con l'HW del mio portatile che non è malaccio controllando i KW consumati per una stima della resa reale (e non con dei calcolatori online) al momento sono in positivo (cioè il valore del mining è superiore al consumo di corrente) ma la resa è bassissima (2 giorni 0,000066 bitcoin)
cecco8906 Dicembre 2017, 09:52 #4
caspita normale che la resta è bassa, stai minando con un portatile!

una antminer s9 con una potenza di circa 15Th/s sta in positivo in italia con la corrente e non di poco, ma e la conversione da bitcoin a dollari che non mi convince
Ork06 Dicembre 2017, 09:58 #5
hanno investito il 20% del capitale e hanno avuto ragione. Qua è lungimiranza.
Ork06 Dicembre 2017, 10:06 #6
Originariamente inviato da: cecco89
caspita normale che la resta è bassa, stai minando con un portatile!


capellone2406 Dicembre 2017, 10:20 #7
speriamo che sti bitcoin facciano la fine dei bulbi di tulipano olandese al più presto....... che razza di mondo malato!
andbad06 Dicembre 2017, 10:22 #8
Originariamente inviato da: djfix13
il bitcoin è una bolla economica perchè il suo controvalore in dollari è dato dalla quantità di gente che si mette a minare.
se si perdesse interesse per il mining il valore calerebbe.


No. Il valore è dato dal mercato. La gente vuole comprare bitcoin perché può scambiarli in modo sicuro e non tracciabile. Come il contante ma senza la scocciatura di doversi incontrare fisicamente.
Finché questa richiesta sarà elevata, il valore delle criptovalute resterà alto. Anzi, aumenterà sempre di più per via dei sempre maggiori costi di "minaggio", un po' come il petrolio, che aumenta perché aumenta la richiesta ed i costi di estrazione.
Adesso questo aumento è esponenziale, un po' calerà, ma non credo che sia una bolla pronta ad esplodere.

In ogni caso, non ho un singolo bitcoin, quindi fregaca@@o.

By(t)e
Lampetto06 Dicembre 2017, 10:28 #9
Quando c’è troppo rumore mediatico è il momento giusto per fuggire....
thunder_bolt9606 Dicembre 2017, 10:49 #10
Originariamente inviato da: djfix13
il bitcoin è una bolla economica perchè il suo controvalore in dollari è dato dalla quantità di gente che si mette a minare.
se si perdesse interesse per il mining il valore calerebbe.
e siccome stanno pompando a manetta sta cosa delle criptovalute (ce ne sono almeno 16 diverse dal bitcoin) la quotazione aumenta.


L'algoritmo di BTC è impostato in modo tale che se la quantità di persone che mina scende, scende anche la difficoltà nel minare i blocchi che sono impostati per essere minati ogni tot minuti. Quindi quelli che rimarrebbero si papperebbero ancora più fee date dalla transazioni sulla rete. Il BTC di problemi ne ha tanti, a partire dal numero limitato di transazioni al secondo (soltanto 3), èoco scalabile e con un algoritmo vecchio.
Sicuramente il valore attuale non riflette il valore reale, ma la potenzialità della blockchain è altissima e nel lungo periodo chissà se non vedremo altre monete migliori (sono più di 1300 comunque, non 16: https://coinmarketcap.com/), superare il marketcap del BTC.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^