Imagination Technologies: società ancora in vendita e nessun passo avanti nel contenzioso con Apple

Imagination Technologies: società ancora in vendita e nessun passo avanti nel contenzioso con Apple

Nonostante un riallineamento condotto nel corso dell'anno passato, la società si trova costretta a considerare alternative per via dell'abbandono di Apple. Il contenzioso aperto con la Mela, intanto, non porta ad alcun sviluppo

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:31 nel canale Mercato
 

In occasione della presentazione dei risultati dell'anno fiscale 2017 concluso il 30 aprile, Imagination Technologies ha comunicato di voler continuare a portare avanti il processo di vendita formale avviato nelle scorse settimane nonostante la ristrutturazione avviata nel corso dell'anno passato abbia permesso alla società di tornare all'utile. La società ha inoltre affermato che sta riconsiderando le opzioni a disposizione nel contenzioso aperto con Apple, ma ha anche aggiunto che fino ad ora non è stato fatto alcun passo avanti.

"Il team dirigenziale ha compiuto un grande lavoro nel corso dell'ultimo anno, portando il giro di affari ad una svolta, ritornando all'utile e con una chiara strategia di crescita. E' per questo che è molto spiacevole che questo progresso sia stato colpito così duramente dalla posizione presa da Apple" ha dichiarato il presidente della società, Peter Hill.

Ad Hill si è aggiunto il CEO Andrew Heath, il quale ha sottolineato: "Le dichiarazioni infondate di Apple e il contenzioso risultante ci hanno obbligato a cambiare il nostro percorso, nonostante i chiari progressi compiuti".

Qualche mese fa Apple aveva informato Imagination che non avrebbe più utilizzato la tecnologia PowerVR per la realizzazione dei processori grafici di iPhone, comunicando la sospensione dei pagamenti delle royalty tra la fine del 2018 e l'inizio del 2019. Apple ha intenzione di usare architetture grafiche proprietarie, eliminando la necessità di rivolgersi a terze parti. Secondo Imagination, però, ciò non sarebbe possibile a meno di violare brevetti, proprietà intellettuale e informazioni confidenziali.

Imagination ha chiesto ad Apple di sostanziare le proprie dichiarazioni, ma la Mela non ha voluto fornire alcun dettaglio aggiuntivo. Apple è il principale cliente di Imagination, portando la metà circa del fatturato della società. A seguito delle dichiarazioni di Apple le azioni di Imagination sono crollate del 70%, poiché gli analisti ritengono che nel giro di due anni la società non possa essere in grado di generare utile senza le royalty provenienti dalle vendite di iPhone.

Lo scorso 22 giugno Imagination ha avviato un processo formale di vendita, dopo aver raccolto manifestazioni di interesse. La società ha comunicato che i primi confronti preliminari stanno proseguendo con i potenziali offerenti, i quali sono comunque ancora avvolti da un alone di mistero.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^