Intelligenza Artificiale e Blockchain: insediati al MiSE i gruppi di lavoro

Intelligenza Artificiale e Blockchain: insediati al MiSE i gruppi di lavoro

I due gruppi di esperti avranno il compito di delineare quadri normativi e scenari applicativi per elaborare le strategie nazionali da inviare alla Commissione Europea

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Mercato
 

Nel corso della giornata di lunedì 21 gennaio il Ministero dello Sviluppo Economico ha visto le riunioni di insediamento dei due gruppi di esperti dedicati all'ambito dell'Intelligenza Artificiale da un lato e della tecnologia Blockchain dall'altro. I lavori, tenutisi presso il Salone degli Arazzi, sono stati presieduti dal Sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega all’Industria, Andrea Cioffi, coadiuvato dal Consigliere giuridico del Ministro Luigi Di Maio su Telecomunicazioni e Innovazione digitale, Marco Bellezza.

Le due riunioni hanno avuto lo scopo di delineare obiettivi, agenda e metodo di lavoro allo scopo di elaborare le strategie nazionali da inviare alla Commissione Europea. Il Sottosegretario Cioffi ha dichiarato: "L'Italia punta ad avere un ruolo di avanguardia in Europa su settori strategici come Intelligenza Artificiale e tecnologie Blockchain. Il nostro contributo, dal punto di vista culturale e scientifico, può essere davvero determinante. Possiamo rappresentare quel valore aggiunto che deriva dalla nostra storia intellettuale e culturale. Metteremo al servizio di tale obiettivo le nostre risorse, energie, competenze e menti migliori. Questo, d'altronde, è il senso dei gruppi di lavoro".

Il gruppo di lavoro sull'Intelligenza Artificiale si concentrerà sulla valorizzazione della ricerca allo scopo di portare l'IA dal laboratorio al mercato, sulle modalità per istituire iniziative di educazione e apprendimento permanente, sull'attrazione di investimenti qualificati e sul miglioramento dei servizi pubblici, oltre che stabilire la cornice normativa e gli impatti etici del fenomeno.

Le caratteristiche della tecnologia Blockchain e le sue linee evolutive saranno invece al centro del gruppo di lavoro sulla Blockchain, che si occuperà inoltre di definire il ruolo dell’Italia nello scenario europeo globale e di tracciare le esperienze italiane nel settore privato e pubblico. Il gruppo lavorerà poi in direzione della costruzione di una cornice normativa di riferimento, così che si possa creare un ambiente virtuoso per la ricerca e la sperimentazione italiana sulla Blockchain e del suo uso nel mondo della produzione e dello scambio di valore, oltre ad individuare settori strategici e casi d'uso abilitanti e le possibili strade applicative per la certificazione e tutela del Made in Italy.

"L’Europa deve avere un approccio unitario e compatto, se vuole imporsi in modo efficace e alternativo rispetto ai giganti Usa e Cina. L’Italia siederà al tavolo sullo stesso piano degli altri Paesi dell’Unione e farà sentire la propria voce. I rapporti devono essere franchi e diretti. Siamo stati i primi, del resto, a supportare formalmente il Claire-AI, iniziativa che nasce dalla volontà dei ricercatori delle università europee di confederarsi per creare un laboratorio europeo sull’Intelligenza Artificiale sul modello del CERN. Ci candidiamo a ospitare tale laboratorio e a diventare punto di riferimento per queste tecnologie, con un focus preciso: mettere al centro l’uomo, i diritti del cittadino. La vera sfida è fare in modo che lo sviluppo dell’innovazione tecnologica produca valore economico non a discapito, ma al servizio del lavoratore. Questo è il contributo alternativo che l’Italia, con l’Europa, può dare nella partita globale" ha infine commentato Cioffi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tasslehoff22 Gennaio 2019, 19:04 #1
Tarapìa tapiòco! Prematurata la supercazzola, o scherziamo?

Link ad immagine (click per visualizzarla)
polkaris22 Gennaio 2019, 21:02 #2
Per adesso i "gruppi di lavoro" portano solo alla lista dei membri del "gruppo di esperti". Non ci sono altre informazioni.
pabloski23 Gennaio 2019, 11:23 #3
Non sapevo che esistesse il Claire-AI. Del resto se non ci diamo una mossa, tra Russia, Cina ed USA, ci mangiano a colazione. Forse a molti non è chiaro che l'IA è la prossima rivoluzione industriale. Così com'è stato per il personal computer, sarà per l'IA.

All'epoca c'eravamo ( poi vabbè è finita com'è finita ). A questo giro ci saremo?

Sulle blockchain continuo a nutrire dubbi tecnici e di applicabilità. Ma magari c'è solo bisogno di un pò di ricerca in più. Di sicuro i tre citati sopra, ci si sono buttati a capofitto.
zappy23 Gennaio 2019, 13:16 #4
Originariamente inviato da: pabloski
Non sapevo che esistesse il Claire-AI. Del resto se non ci diamo una mossa, tra Russia, Cina ed USA, ci mangiano a colazione. Forse a molti non è chiaro che l'IA è la prossima rivoluzione industriale. Così com'è stato per il personal computer, sarà per l'IA.

All'epoca c'eravamo ( poi vabbè è finita com'è finita ). A questo giro ci saremo?

mah, a me tutto il blabla sull'IA sembra molto una bolla. Adesso tutto è IA perchè fa figo...
GTKM23 Gennaio 2019, 14:27 #5
Originariamente inviato da: zappy
mah, a me tutto il blabla sull'IA sembra molto una bolla. Adesso tutto è IA perchè fa figo...


Al momento si cerca di mettere IA ovunque, pure dove non serve a niente, come si fa con le mode, insomma.
pabloski23 Gennaio 2019, 15:35 #6
Originariamente inviato da: zappy
mah, a me tutto il blabla sull'IA sembra molto una bolla. Adesso tutto è IA perchè fa figo...


In parte si. Perchè chi bazzica il mondo dell'IA da un paio di decenni, avrà sicuramente notato il salto qualitativo che si è avuto col deep learning. Un tempo le IA facevano ridere, oggi guidano le automobili.
zappy23 Gennaio 2019, 15:40 #7
Originariamente inviato da: GTKM
Al momento si cerca di mettere IA ovunque, pure dove non serve a niente, come si fa con le mode, insomma.


appunto. e peraltro non so quanto sia "I"...
gimenez7524 Gennaio 2019, 10:44 #8

Ecco il "valore aggiunto della nostra storia culturale"

"Religioso francescano del TOR ha acquisito la sua formazione etico-teologica presso la Pontificia Università Gregoriana e ha perfezionato il suo curriculum presso la Georgetown University a Washington D.C. (USA) dove ha potuto completare le ricerche sulle implicazioni etiche nel mondo delle tecnologie. Svolge attività accademica come docente di etica delle tecnologie, neuroetica, bioetica e teologia morale presso la Pontificia Università Gregoriana a Roma."
TheQ.27 Gennaio 2019, 09:39 #9
La corsa per l'IA è già persa e solo gruppi con miliardi di dati come Google, Facebook, Microsoft possono competere. Software minori che si basano su algoritmi di Deep learning vanno bene finché non interviene un azione di trollaggio. Ovvero quelli che funzionano meglio lavorano online in cloud e cosi facendo l'Italia è esclusa per velocità e costi della connessione.

Diverso invece è l'ambito Blockchain. Un sistema altamente inefficiente e sicuro solo nel conservare (si può sempre frodare nella fase di caricamento) le informazioni che siano valuta, contratti che raccolgono denaro previo poi vantare un hackeraggio o gli autori del contratto spariscono o forme simili di scamming, oppure qualsiasi altra scommessa future digitale meno garantita di un credit default swap, si adatta benissimo alla finanza creativa (si quella di Tremonti) di uno stato!
zappy27 Gennaio 2019, 11:56 #10
Originariamente inviato da: TheQ.
La corsa per l'IA è già persa e solo gruppi con miliardi di dati come Google, Facebook, Microsoft possono competere. ...


dipende di che dati parliamo e di cosa deve fare l'IA.
Se l'IA viene "nutrita" solo con le cazzate di G/FB/MS, mi sa che avremo una Stupidità Artificiale e i gattini controlleranno l'universo...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^