Lenovo perfeziona l'acquisizione della divisione server x86 di IBM

Lenovo perfeziona l'acquisizione della divisione server x86 di IBM

L'operazione ha avuto l'avallo delle autorità del mercato e sarà conclusa il prossimo 1 ottobre: a partire da quella data Lenovo avrà la proprietà del 100% del business server x86 ora di IBM

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:51 nel canale Mercato
IBMLenovo
 

Lenovo e IBM annunciano di essere pronte a perfezionare l'operazione di acquisizione della divisione server x86 di IBM da parte di Lenovo: l'approvazione della autorità per la garanzia del mercato consentirà alle due realtà di poter concludere l'accordo il prossimo 1 ottobre 2014, con Lenovo che diventerà il terzo player nel mercato globale dei server x86, il cui valore è di 42,3 miliardi di dollari.

Il prezzo d’acquisto ammonta a 2,3 miliardi di dollari, di cui circa 1,8 miliardi in contanti e circa 280 milioni in azioni Lenovo. L’operazione ha soddisfatto tutte le condizioni normative e le necessarie approvazioni da parte del Committee on Foreign Investment in the United States (CFIUS), della Commissione Europea e del Ministero del Commercio Cinese.

Dopo la chiusura dell'acquisizione, Lenovo avrà il 100% del business IBM x86 e un numero significativo di dipendenti IBM passeranno in Lenovo a partire dal primo ottobre. Tuttavia, a causa del gran numero di paesi e di processi coinvolti in tutto il mondo, e al fine di garantire un’integrazione fluida, il passaggio dei dipendenti e delle attività commerciali nell’area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) avverrà nel corso dei prossimi mesi, prima della fine dell’anno fiscale (entro fine marzo 2015).

Le soluzioni System x, BladeCenter e Flex System – sia blade server che switch -, i sistemi integrati Flex su piattaforma x86, i server NeXtScale e iDataPlex e relativo software, blade networking e le attività di manutenzione rientreranno sotto l'egida di Lenovo, mentre i mainframe System z, i Power Systems, Storage Systems, i server Flex basati su Power e le appliance PureApplication e PureData saranno mantenuti da IBM.

Yang Yuanqing, Presidente e CEO di Lenovo, ha commentato: "Con la chiusura dell’acquisizione x86, Lenovo amplia il proprio business in ambito hardware e servizi a livello globale, posizionandosi fin da subito al terzo posto nel mercato mondiale dei server. La nostra priorità oggi è quella di garantire un’integrazione fluida e una transizione ottimale per i clienti. Grazie da un lato alla presenza mondiale, all’efficienza e all’eccellenza operativa di Lenovo e dall’altro alla grandissima qualità, innovazione e fornitura di servizi di IBM, avremo certamente un vantaggio competitivo che ci porterà a una crescita redditizia e alla posizione di leader nel mercato enterprise mondiale".

Le due realtà hanno inoltre siglato un'alleanza strategica secondo la quale Lenovo rivenderà i prodotti selezionati dalla linea storage e software di IBM, tra cui ad esempio la famiglia di prodotti Storage Storwize sia entry level che midrange, i prodotti Linear Tape Open (LTO), gli storage array IBM Flash ed elementi del portafoglio software di sistema IBM, tra cui Smart Cloud, General Parallel File System e soluzioni Platform Computing. IBM continuerà inoltre a fornire la manutenzione ai clienti per conto di Lenovo per un lungo periodo di tempo, in modo che la fase di transizione per i clienti sia fluida e senza cambiamenti per i servizi di manutenzione.

Il team mondiale della divisione server IBM x86 sarà inserito all’interno dell’Enterprise Business Group di Lenovo. Adalio Sanchez, attualmente a capo della divisione server x86 in IBM, manterrà la sua posizione in Lenovo in qualità di Sr. VP della divisione Enterprise Systems, riportando a Gerry Smith, executive VP di Lenovo e Presidente dell’Enterprise Business Group e dell’area geografica delle Americhe.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^