Meno smartphone venduti in EMEA, ma più modelli di fascia alta

Meno smartphone venduti in EMEA, ma più modelli di fascia alta

Vendite di smartphone in calo nelle regioni EMEA, ma aumenta il loro controvalore: i consumatori cercano smartphone più sofisticati ma sono attenti a come spendono i soldi

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Mercato
HuaweiSamsungXiaomi
 

L'andamento delle vendite di smartphone registrato nel corso del primo trimestre dell'anno nelle regioni EMEA, così come riportato da IDC nella propria analisi, conferma un calo nel numero di smartphone commercializzati rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno ma un aumento del controvalore complessivo.

Nel periodo di riferimento sono stati venduti circa 86,5 milioni di smartphone nelle regioni EMEA, per un controvalore di poco meno di 30 miliardi di dollari USA. Nelle nazioni dell'Europa occidentale si continua a registrare una contrazione nelle vendite, pari all'8,2% rispetto allo scorso anno; in Africa il calo è stato pari al 4,4% mentre in medio oriente e nell'Europa centrale si sono registrati valori positivi per rispettivamente l'1,5% e il 5,6%.

Samsung continua a restare il principale produttore in questa regione, forte di una gamma di prodotti particolarmente completa e ricca. I consumatori continuano a richiedere prodotti premium dalle caratteristiche tecniche sempre più sofisticate, ma questo si accompagna anche ad una crescente attenzione per il valore complessivo di quanto acquistato e per una spesa che vuole essere la più ottimizzata.

Anche per Huawei i risultati complessivi nelle regioni EMEA sono particolarmente brillanti, con una forte crescita in Europa e nelle regioni del medio oriente. IDC evidenzia come i volumi siano aumentati del 50% rispetto all'anno precedente. A seguire queste due aziende troviamo la nuova arrivata Xiaomi, che sfrutta una politica di ingresso in nuovi mercato particolarmente aggressiva che dovrebbe proseguire nel corso del 2018 nelle nazioni dell'Europa occidentale.

La crescita di Xiaomi nel mercato europeo dovrà però necessariamente passare anche attraverso accordi con i vari operatori telefonici, in quanto in molte regioni europee sono proprio le telco a governare l'acquisto degli smartphone grazie a pacchetti in bundle che sono molto convenienti per i consumatori finali.

IDC prevede che nel corso del 2018 le vendite di smartphone nelle regioni EMEA toccheranno quota 370 milioni di pezzi, con un controvalore che dovrebbe toccare quota 120 miliardi di dollari in crescita rispetto al dato dello scorso anno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^