Peter Gabriel investe nella blockchain dedicata alla logistica alimentare

Peter Gabriel investe nella blockchain dedicata alla logistica alimentare

L'ex leader dei Genesis supporta una società che sviluppa una tecnologia basata sulla blockchain per il tracciamento delle merci del comparto alimentare nella catena di distribuzione

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Mercato
 

Il musicista britannico Peter Gabriel, leader del celebre gruppo progressive rock dei Genesis, ha investito nella startup Provenance, che si occupa di soluzioni blockchain legate alla logistica per il comparto alimentare. Non è dato sapere, tuttavia, quale sia stato l'impegno economico di Gabriel in questa avventura. Peter Gabriel si è unito ad un gruppo di investitori guidati da Working Group Capital Fund, Digital Currency Group, Merian Ventures e Plug and Play.

L'obiettivo di Provenance è di creare una miglior trasparenza nel trasporto degli alimenti sfruttando la tecnologia blockchain. La compagnia farà uso dei fondi raccolti con questo round di investimenti per implementare la sua applicazione con oltre un migliaio di realtà attive nel comparto food&beverage entro il 2025.

"Abbiamo bisogno di fidarci delle fonti e della catena di distribuzione, in particolare quando si tratta di garantire le cose che sono prodotte in modo etico ed ecologico. Sono convinto che il servizio offerto da Provenance che usa il loro sistema blockchain possa trovare un ruolo nel futuro e sarà di grande utilità al consumatore offrendo un campo di gioco livellato per i produttori indipendenti e più piccoli dove competere con i grandi colossi" ha commentato Gabriel.

Il round di investimenti ha avuto l'effetto di allargare il consiglio di amministrazione di Provenance a Merian Ventures e a Working Capital, rispettivamente con Alexsis de Raadt-St. Jamese Chemain Sanan che ricopriranno i ruoli di Preisidente e Consigliere.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
davide311221 Luglio 2018, 13:44 #1
cit ""Abbiamo bisogno di fidarci delle fonti e della catena di distribuzione..." ... e quindi cerchi fiducia con la blockchain?... si, ciao Peter, ciao... stammi bene eh...
gianluca.f23 Luglio 2018, 08:34 #3
in realtà basterebbe mettere in galera chi fa frodi alimentari e la BC non servirebbe.
Ma poi tutto questo onanismo mentale per questa tecnologia, chi la manterrà funzionante? Che vantaggi ha rispetto un sistema classico di certificazioni?
Quando c'è di mezzo l'uomo che deve mettere un etichetta su una cosa il senso della BC non si perde?
HackaB32123 Luglio 2018, 13:29 #4
Originariamente inviato da: gianluca.f
Quando c'è di mezzo l'uomo che deve mettere un etichetta su una cosa il senso della BC non si perde?


Questo E' il punto. Non si perde solo se "l'uomo" in questione viene ripagato (o penalizzato) da un incentivo (o disincentivo) economico che rende per lui molto più conveniente mettere l'etichetta giusta che quella tarocca. Solo in questo caso la bc è veramente "trustless" e quindi qualcosa di innovativo.
davide311224 Luglio 2018, 21:21 #5
Originariamente inviato da: HackaB321
Questo E' il punto. Non si perde solo se "l'uomo" in questione viene ripagato (o penalizzato) da un incentivo (o disincentivo) economico che rende per lui molto più conveniente mettere l'etichetta giusta che quella tarocca. Solo in questo caso la bc è veramente "trustless" e quindi qualcosa di innovativo.


Non mi è chiaro... intendi che BC è innovativa perchè inaffidabile? Che sia inaffidabile è fuor di dubbio... lo dimostrano i clamorosi colpi andati a segno negli ultimi mesi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^