Piccolo aggiornamento circa le certificazioni WAPI

Piccolo aggiornamento circa le certificazioni WAPI

I principali distributori di soluzioni wireless stanno ottenendo le certificazioni per il nuovo standard di criptatura cinese tramite i propri fornitori

di pubblicata il , alle 10:33 nel canale Mercato
 

I principali distributori di soluzioni WLAN otterranno la certificazione per le normative WAPI (Wired Authentication and Privacy Infrastructure) tramite i propri fornitori.

Linksys, una divisione di Cisco Systems, continua a lavorare con la Taiwanese CyberTAN Technology, la quale produce i dispositivi per Linksys, alcuni dei quali fanno uso di chip realizzati da un'altra compagnia Taiwanese, Inprocomm. CyberTAN e Inprocomm hanno recentemente ottenuto la certificazione WAPI.

Netgear, un'altra divisione di Cisco, dovrebbe a breve ricevere la certificazione WAPI per mezzo di Lenovo (Legend Group), partner cinese della compagnia. Altre tre compagnie taiwanesi, Cameo communications, Sercomm e Z-Com sono indicati come possibili fornitori per Netgear.

D-Link utilizza chip di Texas Instruments per i prodotti WLAN. La compagnia dovrebbe ricevere la certificazione WAPI per i chip di TI entro il termine ultimo dell'1 Giugno, secondo quanto dichiarato dal presidente JC Liao. Liao ha aggiunto che D-Link è ormai prossima a concludere le trattative per l'ottenimento delle certificazioni da uno degli 11 produttori Cinesi. Anche Global Sun Technology utilizza soluzioni 802.11b di Texas Instruments.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Freethinker20 Aprile 2004, 23:37 #1

Mah....

Ma possibile che anche qui non si mettano d'accordo?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^