Qualcomm va verso l'appello, sentenza della Commissione Europea 'ingiusta'

Qualcomm va verso l'appello, sentenza della Commissione Europea 'ingiusta'

Qualcomm ha annunciato l'intenzione di ricorrere in appello presso il Tribunale dell'Unione Europea per la sentenza di oggi sul suo abuso di posizione dominante nell'ambito del mercato dei modem per smartphone

di Riccardo Robecchi pubblicata il , alle 16:41 nel canale Mercato
Qualcomm
 

Qualcomm si dichiara pronta a presentare appello: la sentenza della Commissione Europea riguardo l'accordo con Apple sarebbe, secondo l'azienda, sbagliata.

Stando a quanto emerso con la pubblicazione della sentenza, Qualcomm avrebbe infatti versato ingenti quantità di denaro ad Apple affinché questa non utilizzasse modem di altri produttori, precludendo quindi loro qualunque possibilità di competere.

Secondo la Commissione, l'uso di incentivi per assicurarsi l'esclusività è contrario alle regole dell'Unione Europea e per questo Qualcomm è stata condannata al pagamento di 997 milioni di euro.

Qualcomm si dice però contrariata per questa sentenza. L'azienda ha annunciato l'intenzione di presentare appello presso il Tribunale dell'Unione Europea, nel tentativo di vederla ribaltata o quantomeno addolcita.

Don Rosenberg, executive vice president e general counsel di Qualcomm, ha dichiarato "siamo certi che l’accordo non violasse le norme antitrust dell’Unione Europea né pregiudicasse il mercato né danneggiasse i consumatori europei."

Se questo risponda al vero verrà stabilito dal tribunale nel corso dei prossimi mesi. Intanto val la pena ricordare che l'indagine era stata avviata tre anni fa e nel frattempo Qualcomm è stata sanzionata dalla Fair Trade Commission di Taiwan, nonché dall'antitrust della Corea del Sud.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mparlav24 Gennaio 2018, 17:09 #1
Quindi sanzione Taiwan: 775 M di $
sanzione Corea: 865 M di $
sanzione UE: 1200 M di $

Adesso aspettiamo gli USA, dove si muovono sempre per ultimi per sanzionare le loro aziende.
zaltiboy25 Gennaio 2018, 07:47 #2
Certo che la sentenza e' ingiusta: non capisco perche' multino solo il corruttore e non anche il corrotto!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^