Raja Koduri, a capo del Radeon Technologies Group, lascia AMD

Raja Koduri, a capo del Radeon Technologies Group, lascia AMD

Dopo 4 anni e mezzo nell'azienda americana, di cui era CTO per la parte graphics e a capo della divisione Radeon Technologies Group, Raja Koduri ufficializza l'uscita da AMD

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:22 nel canale Mercato
AMDRadeon
 

La notizia era nell'aria da tempo, o quantomeno era una delle possibilità che si stavano prefigurando all'orizzonte dopo che nel mese di settembre aveva annunciato che avrebbe preso un periodo sabbatico lontano dal lavoro per rientrare a dicembre con differenti compiti in azienda. Ma questo rientro non ci sarà, in quanto Raja Koduri ha ufficializzato la propria uscita da AMD.

Chi ha seguito l'evoluzione tecnologica di AMD negli ultimi anni, in particolare con riferimento al mercato delle schede video, non potrà non aver già sentito questo nome in passato. In azienda da 4 anni e mezzo, Raja Koduri ne era sino a ieri il CTO della divisione graphics oltre che a capo del Radeon Technologies Group, entità interna di AMD in vita da poco meno di 2 anni alla quale è delegata la responsabilità di tutto quello che è legato alla componente video e grafica.

Raja aveva precedentemente lavorato in Apple per vari anni, e prima di questa esperienza era stato nella canadese ATIdove aveva maturato la propria esperienza legata al mondo della grafica e delle GPU. Per questo motivo Raja Koduri era già stato in precedenza all'interno di AMD nel momento in cui quest'ultima aveva proceduto all'acquisizione di ATI nell'autunno 2006.

AMD ha confermato l'uscita dall'azienda di Raja, specificando come sarà il CEO Lisa Su a prenderne temporaneamente la posizione sino a quando non verrà identificato un sostituto. Lisa Su, del resto, stava già operando in questo modo sin da quando Koduri ha iniziato il proprio periodo sabbatico. Nulla cambia per l'azienda in termini di sviluppo futuro e di roadmap dei prodotti: tutto quello che è stato già pianificato per il 2018 e per gli anni a venire rimane ovviamente confermato. Per il proprio Radeon Technologies Group AMD ha inoltre confermato la volontà di fornire ulteriori investimenti in funzione dello sviluppo di GPU destinate al mercato gaming e a quello delle soluzioni server.

Non è difficile collegare questa uscita di scena al lancio delle prime schede video AMD basate su GPU Vega, ultima architettura top di gamma dell'azienda americana che ha debuttato nel corso del mese di agosto (la nostra recensione è online a questo indirizzo). AMD è stata sicuramente in grado di cambiare radicalmente la propria gamma di schede video sia con le proposte Vega sia con quelle Polaris presentate nel corso dell'estate 2016, ma non sino al punto da offrire GPU in grado di superare quanto a prestazioni le corrispondenti soluzioni concorrenti di NVIDIA della famiglia GeForce. 

Grazie al sito web Hexus è online anche il memo interno che Raja Koduri ha inviato ai dipendenti AMD per annunciare la propria decisione

'To my AMD family,

Forty is a significant number in history. It is a number representing transition, testing and change. I have just spent forty days away from the office going through such a transition. It was an important time with my family, and it also offered me a rare space for reflection. During this time I have come to the extremely difficult conclusion that it is time for me to leave RTG and AMD.

I have no question in my mind that RTG, and AMD, are marching firmly in the right direction as high-performance computing becomes ever-more-important in every aspect of our lives. I believe wholeheartedly in what we are doing with Vega, Navi and beyond, and I am incredibly proud of how far we have come and where we are going. The whole industry has stood up and taken notice of what we are doing. As I think about how computing will evolve, I feel more and more that I want to pursue my passion beyond hardware and explore driving broader solutions.

I want to thank Lisa and the AET for enabling me to pursue my passion during the last four years at AMD, and especially the last two years with RTG. Lisa has my utmost respect for exhibiting the courage to enable me with RTG, for believing in me and for going out of her way to support me. I would also like to call out Mark Papermaster who brought me into AMD, for his huge passion for technology and for his relentless support through many difficult phases. And of course, I want to thank each and every one of my direct staff and my indirect staff who have worked so hard with me to build what we have now got. I am very proud of the strong leaders we have and I'm fully confident that they can execute on the compelling roadmap ahead.

I will continue to be an ardent fan and user of AMD technologies for both personal and professional use.

As I mentioned, leaving AMD and RTG has been an extremely difficult decision for me. But I felt it is the right one for me personally at this point. Time will tell. I will be following with great interest the progress you will make over the next several years.

On a final note, I have asked a lot of you in the last two years. You've always delivered. You've made me successful both personally and professionally, for which I thank you all from the bottom of my heart. I have these final requests from you as I leave:

. Stay focused on the roadmap!
. Deliver on your commitments!
. Continue the culture of Passion, Persistence and Play!
. Make AMD proud!
. Make me proud!

Yours,
Raja

Sarà a questo punto interessante vedere chi prenderà il posto di Raja Koduri in AMD, osservando nei prossimi anni l'evoluzione dell'azienda nel comparto graphics. Dubitiamo che non sentiremo più parlare di Raja Koduri nel settore della tecnologia: è questa una figura per certi versi carismatica che non faticherà a trovare collocazione in qualche altra azienda del settore, continuando a lavorare per lo sviluppo tecnologico delle soluzioni grafiche. Che questo sia legato a tradizionali soluzioni per il mondo dei PC, o a soluzioni mobile o magari ad ambiti complementari come l'industria automobilistica lo scopriremo solo in futuro. Quello che possiamo dire, avendo seguito l'evoluzione di ATI prima e di AMD in seguito nel comparto grafico e avendo incontrato in varie occasioni Raja, è che l'uscita di scena di Koduri rappresenta per AMD una perdita importante in primo luogo sul piano umano: era infatti ben evidente il collegamento forte e diretto tra il capo del Radeon Technologies Group e lo staff di dipendenti AMD direttamente impegnato, nei diversi compiti, nello sviluppo delle soluzioni video della famiglia Radeon. 

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cudido08 Novembre 2017, 09:14 #1
Periodo sabbatico certo... ci si è creduto tutti dopo l'uscita di Vega...

Semplicemente aveva le ferie arretrate e le ha fatte prima di essere trombato perché non glie le volevano pagare
supertigrotto08 Novembre 2017, 09:30 #2

Come per Keller

In America non esistono bandiere,si vocifera che Koduri vada in Intel per occuparsi della grafica AMD che Intel vuole integrare nelle sue CPU
gridracedriver08 Novembre 2017, 09:41 #3
Originariamente inviato da: supertigrotto
In America non esistono bandiere,si vocifera che Koduri vada in Intel per occuparsi della grafica AMD che Intel vuole integrare nelle sue CPU


Già, direi che sarà così al 99% e sarebbe una gran mossa strategica
Bivvoz08 Novembre 2017, 09:58 #4
Originariamente inviato da: cudido
Periodo sabbatico certo... ci si è creduto tutti dopo l'uscita di Vega...

Semplicemente aveva le ferie arretrate e le ha fatte prima di essere trombato perché non glie le volevano pagare


Questa è proprio l'ipotesi meno realistica.

Non sappiamo come stanno le cose realmente e si possono fare mille ipotesi, ma se fosse stato trombato da AMD perché come lasci intendere con Vega ha fatto un pessimo lavoro secondo te lo avrebbero preso in Intel?
Free Gordon08 Novembre 2017, 10:34 #5
Hardocp l'aveva già spifferato un anno fa'...Raja ha lavorato perché Intel comprasse prodotti di RTG o sviluppati in accordo.

Raja voleva più forza (economica) e decisionale in RTG ma evidentemente non l'ha ottenuta.
Non credo al dissidio con Lisa, non ha alcun senso...sono entrambi grandi professionisti.

Ma il fatto che questo annuncio, arrivi dopo quello di ieri della collaborazione con Intel, mi fa pensare che Hardocp aveva ragione..
supertigrotto08 Novembre 2017, 12:22 #6

Per me é la mossa giusta

Siamo abituati da italiani a vedere complotti e bandiere (basta guardare il calcio) ma Koduri se si rivelerà vero che andrà in Intel, farà solo piacere ad AMD,ma già qualche sospetto lo avevo,Intel supporta freesinc,si scambiano alcune proprietà intellettuali nel progetto x86,Intel compra i diritti della architettura radeon...secondo me la rivalità é solo giornalistica o dei sognatori di complotti.Koduri in Intel teoricamente può occuparsi della grafica AMD nelle CPU Intel senza pestare i piedi al suo ex datore di lavoro , mantenendo una certa pace nel settore, settore quello degli x86 che potrebbe vacillare visti i progetti di ARM nel settore server e con Microsoft che sta pian piano abbracciando l'architettura Arm.Per me questo ha senso.
CrapaDiLegno08 Novembre 2017, 13:20 #7
Originariamente inviato da: Bivvoz
Questa è proprio l'ipotesi meno realistica.

Non sappiamo come stanno le cose realmente e si possono fare mille ipotesi, ma se fosse stato trombato da AMD perché come lasci intendere con Vega ha fatto un pessimo lavoro secondo te lo avrebbero preso in Intel?

Perché in Intel non andrà a progettare l'architettura ma ad aiutare a sfruttare quella che ha realizzato, che è ben diverso.
Non facciamo gli struzzi: Raja non ha portato nulla di buono nella divisione grafica di AMD. Da Fiji in poi le cose sono precipitate, con alla fine un chip da 480mm^2 e HBM che non regge il confronto con uno da 314mm^2 e GDDR5X. Consumando un botto di più. E dovendo regalare l'accelerazione ai programmi professionali per riuscire a trovare un posto nel mercato semi pro (cosa che trovo completamente assurda).
Non so quali siano stati i vincoli (economici) a cui ha dovuto sottostare, ma progettare una sola GPU high end con la palla della HBM, impiegarci 24 mesi e alla fine non vederla realizzata in massa come avrebbe dovuto non è un punto a favore, indipendentemente dalle prestazioni della scheda.
Prestazioni che comunque hanno il loro peso, ovviamente, perché se fai una GPU che è il top la puoi vendere a mille euro e hai richiesta 100, se la devi svendere in fascia alta devi venderla a 400 euro e hai richiesta 1000 (il costo di produzione rimanendo lo stesso). In quest'ultimo caso, il peggiore che potesse avvenire per AMD, ci si è trovati con margini fortemente tagliati (e smettiamola di credere che 480m^2 e HBM costino solo poco di più del GP104+GDDR(X)) e incapacità di sostenere la domanda necessaria per fare introiti.
Senza contare che parla di computing e non ha dotato Vega di capacità DP (quindi per quanto no HPC).

E Vega è solo l'ultima Caporetto. Ripensiamo a Polaris (2.5x di efficienza rispetto a GCN, parole sue) e più indietro a Fiji (che già era premonitore di quanto l'architettura GCN non fosse sufficientemente matura,ma diciamo pure prestazionale, per trarre vantaggio dalla HBM).

L'unica cosa buona lo ha fatto con i driver, portando AMD a sfornare driver zero day al lancio dei giochi e rimettersi almeno in carreggiata, invece di lasciare i propri utente ad aspettare settimane se non mesi prima dei dovuti supporti come in passato.

Con il suo abbandono e l'arrivo di menti nuove c'è ora la speranza che l'architettura evolva in qualcosa di migliore e soprattutto che certe scelte scellerate come affidarsi completamente alla HBM per la produzione di una GPU che doveva uscire almeno 12 mesi prima siano dimenticate.
Il percorso di Navi credo che sia già stato tracciato. Speriamo che sia una base da cui si potrà vedere costruire qualcosa di valido per il futuro.
gridracedriver08 Novembre 2017, 14:40 #8
eccolo l'altro guru

si si, Vega con i pochi soldi investiti è talmente Fail che sta con un piede in 3 mercati e Intel la affianca alle sue cpu...
Free Gordon08 Novembre 2017, 15:49 #9
Vedremo cosa ci riserverà il futuro.

Sicuramente Raja con Vega ha messo una bella milestone nella storia di AMD....... e questo è ineccepibile.
CrapaDiLegno08 Novembre 2017, 16:41 #10
Originariamente inviato da: gridracedriver
eccolo l'altro guru

si si, Vega con i pochi soldi investiti è talmente Fail che sta con un piede in 3 mercati e Intel la affianca alle sue cpu...


Già, un successone se guardi le trimestrali...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^