Si vendono sempre più server: +43% nel secondo trimestre 2018

Si vendono sempre più server: +43% nel secondo trimestre 2018

La domanda da parte dei provider e in generale di coloro che necessitano di soluzioni cloud e di elevata potenza di elaborazione traina per il quarto trimestre consecutivo le vendite di server con crescita a cifra doppia

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Mercato
DellHPEHuaweiIBMCiscoLenovo
 

Le vendite di soluzioni server hanno registrato una forte crescita nel corso del secondo trimestre 2018, alla luce dei dati rilasciati da IDC. Parliamo di un +43,7% in valore rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente, per un controvalore di 22,5 miliardi di dollari. E' aumentato anche il numero di server venduti nel periodo, con un +20.5% per un totale di circa 2,9 milioni di sistemi.

Il risultato del secondo trimestre 2018 rappresenta un nuovo record storico: nel corso degli ultimi 4 trimestri questo settore ha registrato una crescita nelle vendite a doppia cifra. Le vendite di server sono aumentate in un po' tutte le categorie, con il balzo in avanti più consistente in quella dei server di fascia midrange che sono aumentati del 63% pur incidendo nel complesso per poco più del 10% del totale delle vendite.

Dell ha conquistato la prima posizione in termini di vendite di server nel periodo con una quota di mercato pari al 18,8%, seguita a breve distanza da HPE con il 16,6% del totale. Queste due aziende continuano a restare le due principali nel settore delle soluzioni server ma rispetto al Q2 2017 Dell ha visto un balzo in avanti ulteriore riuscendo a superare HP che 12 mesi fa era in testa a questa classica con il 21,4% del totale.

Al terzo posto troviamo IBM e Lenovo, di fatto appaiate attorno al 7% del totale. Entrambe hanno registrato una importante crescita nelle vendite, più rilevante per Lenovo che ha raggiunto un +85.7% secondo i dati IDC. A seguire troviamo 3 aziende affiancate al quinto posto: Inspur, Cisco e Huawei hanno raccolto quote di mercato attorno al 4,5% quale media, con una forte crescita della prima e della terza rispetto allo scorso anno.

Nel complesso il mercato delle soluzioni server continua a mostrare chiari segnali di crescita, trainato dalla domanda di servizi in cloud e in generale dalle sempre più elevate necessità di elaborazione dei dati da parte degli utenti. Significativo notare come le vendite di server siano aumentate più come valore che come numero di sistemi, chiaro indicatore di come la domanda di mercato sia spostata verso proposte più costose ed elaborate rispetto al passato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick07 Settembre 2018, 16:33 #1
Curioso di conoscere quale è la fetta che gli Epyc si stanno ritagliando in questa crescita
Gyammy8507 Settembre 2018, 19:39 #2
Originariamente inviato da: Rubberick
Curioso di conoscere quale è la fetta che gli Epyc si stanno ritagliando in questa crescita


In qualche evento di amd mostrarono una serie di prodotti server con epyc, forse era dell?
maxsin7208 Settembre 2018, 00:05 #3
Originariamente inviato da: Rubberick
Curioso di conoscere quale è la fetta che gli Epyc si stanno ritagliando in questa crescita


Credo che AMD al momento sia nettamente favorita su questo mercato. Le cpu intel soffrono molto di più di AMD le mitigazioni per spectre e meltdown e questo è un ulteriore vantaggio per l'architettura Ryzen. All'arrivo dei 7 nm sono convinto che ne vedremo delle belle.
rockroll08 Settembre 2018, 00:32 #4
Originariamente inviato da: maxsin72
Credo che AMD al momento sia nettamente favorita su questo mercato. Le cpu intel soffrono molto di più di AMD le mitigazioni per spectre e meltdown e questo è un ulteriore vantaggio per l'architettura Ryzen. All'arrivo dei 7 nm sono convinto che ne vedremo delle belle.


Lo credo anche io, e voglio godermi tutta la storia.

Non è tanto questione di toppe antibug più o meno penalizzanti, quanto piuttosto di soluzioni (AMD) con architetture sfruttabili al meglio in ambiente server, oltretutto offerte a prezzi decisamente inferiori.
Ed è già lo stato dell'arte, senza bisogno di aspettare l'arrivo dei 7 nm!

Alla fine verrà dato a Cesare quel che è di Cesare.

Però da parte di H.U. nessun accenno all'argomento...
maxsin7208 Settembre 2018, 00:53 #5
Originariamente inviato da: rockroll
Lo credo anche io, e voglio godermi tutta la storia.

Non è tanto questione di toppe antibug più o meno penalizzanti, quanto piuttosto di soluzioni (AMD) con architetture sfruttabili al meglio in ambiente server, oltretutto offerte a prezzi decisamente inferiori.
Ed è già lo stato dell'arte, senza bisogno di aspettare l'arrivo dei 7 nm!

Alla fine verrà dato a Cesare quel che è di Cesare.

Però da parte di H.U. nessun accenno all'argomento...


Si si certo sono d'accordo, il lato positivo principale è la bontà dell'architettura Ryzen. Oltre a questo, che già di suo basta e avanza, c'è un test su Phoronix relativo alle mitigazioni che rappresenta una ulteriore tegola sulla testa di intel https://www.phoronix.com/scan.php?page=article&item=linux-419-mitigations&num=1
maxsin7208 Settembre 2018, 22:44 #6
La notizia è già girata sul forum ma ci sta bene anche come commento a questa news https://www.semiaccurate.com/2018/09/07/intel-cant-supply-14nm-xeons-hpe-directly-recommends-amd-epyc/

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^