WhatsApp: in arrivo la possibilità di trasferire criptovalute sulle chat della piattaforma

WhatsApp: in arrivo la possibilità di trasferire criptovalute sulle chat della piattaforma

Secondo le prime indiscrezioni, Facebook, sarebbe pronta ad integrare sulla sua piattaforma di messaggistica di WhatsApp la possibilità di realizzare trasferimenti di criptovalute.

di pubblicata il , alle 20:01 nel canale Mercato
WhatsAppFacebook
 

Mark Zuckerberg ed i suoi ingegneri stanno pensando e lavorando per creare una criptovaluta capace di consentire agli utenti di trasferire denaro direttamente sull'applicazione di messaggistica più famosa al mondo: WhatsApp. In questo caso l'indiscrezione giunge dall'India che potrebbe risultare il primo luogo dove effettivamente si vorrebbe lanciare il sistema in prova.

La società sta sviluppando una stablecoin ossia una moneta più stabile, di tipo digitale, ma ancorata al dollaro USA in modo tale da ridurre al minimo la volatilità. Facebook Inc. chiaramente non ha intenzione nell'immediato di rilasciarla, ma sta valutando appunto il da farsi in un prossimo futuro, includendo magari nella propria strategia anche un piano per i beni di custodia.

Da tempo ci si attendeva da Facebook una mossa anche sui servizi finanziari, soprattutto dopo l'assunzione dell'ex presidente di PayPal David Marcus che ha già messo le mani nell'app di Messenger nel 2014. A maggio, Marcus è diventato il capo delle iniziative blockchain della società e anche se pubblicamente non sono mai state affrontate tali novità, di fatto al momento ci sono circa 40 persone al suo cospetto, nel gruppo blockchain, già a lavoro.

"Come molte altre società, Facebook sta esplorando i modi per sfruttare il potere della tecnologia blockchain", ha detto un portavoce della società in una nota. "Questo nuovo piccolo team sta esplorando molte applicazioni diverse ma purtroppo non abbiamo altro da condividere".

WhatsApp: cosa potrebbe cambiare in futuro?

WhatsApp, l'applicazione di messaggistica mobile crittografata dell'azienda, è sempre più popolare in tutto il mondo ma soprattutto in India dove oltre 200 milioni di utenti ogni giorno si scambiano messaggi. Il paese è anche leader nel mondo delle rimesse di pagamento: solo nel 2017 i cittadini indiani hanno inviato 69 miliardi di dollari in India.

Durante lo scorso 2018 oltretutto si è registrato un boom di progetti di crittografia legati proprio alla stablecoin. Addirittura vi erano più di 120 progetti legati a questo tema, secondo Stable.Report, un sito Web che tiene traccia di token stabili. Il concetto è quello di creare una moneta digitale molto più facile da usare sugli acquisti quotidiani perché più stabile rispetto a valute come Bitcoin anche se l'idea si è dimostrata difficile da realizzare nella vita reale con molti stablecoin chiusi velocemente.

Facebook, che ha 2,5 miliardi di utenti globali e oltre 40 miliardi di dollari di fatturato annuale e una maggiore esperienza nella gestione di problemi normativi, potrebbe avere una migliore possibilità di creare uno stablecoin che risultasse più duraturo degli altri. Oltretutto si potrebbe delineare come la prima grande azienda tecnologica a lanciare un progetto del genere. 

Il rapporto della compagnia con l'India non è stato semplice in passato soprattutto per alcune istanze di notizie false diffuse attraverso WhatsApp che hanno portato poi a violenze. Tuttavia, Facebook Inc. vede enormi opportunità di crescita nel paese dove ci sono la bellezza di oltre 480 milioni di utenti Internet, secondi solo alla Cina. E secondo Forrester Research Inc., tale numero è destinato a crescere fino a 737 milioni entro il 2022.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bancodeipugni21 Dicembre 2018, 21:11 #1
WhatsApp: in arrivo la possibilità di riciclare denaro sulle chat della piattaforma
fix
totalblackuot7521 Dicembre 2018, 22:23 #2
e immagino poi chissa' quanto virus e trojan entreranno a far parte dell'app..
totalblackuot7521 Dicembre 2018, 22:30 #3
e immagino poi chissa' quanto virus e trojan entreranno a far parte dell'app..
M@n22 Dicembre 2018, 07:49 #4
Originariamente inviato da: bancodeipugni
fix


Notturnia22 Dicembre 2018, 07:49 #5
Ora non so quanto sia il circolante ma quest’anno oltre 1.5 miliardi di dollari di bitcoins sono stati rubati ai loro proprietari
E questo in una valuta che doveva avere il suo focus nella sicurezza
A me pare che l’unico interesse di chi ha generato i bitcoins sia l’anonimato per cui zucchina ci si fionda sapendo che la gente cerca il modo di spostare denaro in modo anonimo e whatsapp ha una enorme clientela
Bravo lui a cavalcare il fenomeno ma sarebbe ora controllare questi truffatori
sertopica22 Dicembre 2018, 08:44 #6
Oddio cavalcare... Sta cavalcando un cavallo che a me sembra morto per ora.
Erotavlas_turbo22 Dicembre 2018, 10:57 #7
Whatsapp è basato sul protocollo di Signal. Gli autori di Signal stanno sviluppando MobileCoin un token con relativo wallet che aggiungerà funzionalità alla blockchain stellar lumens (versione aperta di ripple con ottime prestazioni).
Suppongo che whatsapp adotterà la stessa tecnologia per la sua stable coin (la nuova moda dopo le ICO).
Ottime premesse, ma niente a che vedere con il progetto Telegram Open Network (TON) e la criptovaluta Gram (una vera blockchain con molti servizi annessi DNS, VPN, cloud storage, applicazioni decentralizzate, micropagamenti).
Sandro kensan22 Dicembre 2018, 11:39 #8
Intanto i bitcoin sono risaliti di oltre 500 euro dal minimo toccati qualche settimana fa.
R@nda22 Dicembre 2018, 12:41 #9
Originariamente inviato da: Notturnia
Ora non so quanto sia il circolante ma quest’anno oltre 1.5 miliardi di dollari di bitcoins sono stati rubati ai loro proprietari
E questo in una valuta che doveva avere il suo focus nella sicurezza
A me pare che l’unico interesse di chi ha generato i bitcoins sia l’anonimato per cui zucchina ci si fionda sapendo che la gente cerca il modo di spostare denaro in modo anonimo e whatsapp ha una enorme clientela
Bravo lui a cavalcare il fenomeno ma sarebbe ora controllare questi truffatori


Ma sicuro lo è... se lasci in giro i soldi però il rischio che te li fregano c'è.
Non è il Btc che manca in sicurezza ma il contorno e il contorno dipende da chi propone e gestisce certi servizi (exchange e piattaforme varie) oppure dal proprietario stesso che semina in giro le sue chiavi private o utilizza dispositivi colabrodo.
Anonimo invece lo è molto meno di quel che si crede, diciamo che Btc ha una privacy accettabile.
Se si vuole l'anonimato completo bisogna utilizzare altre cripto ma non il Btc.
bancodeipugni22 Dicembre 2018, 12:57 #10
Originariamente inviato da: Sandro kensan
Intanto i bitcoin sono risaliti di oltre 500 euro dal minimo toccati qualche settimana fa.


grazie a questa news chiaramente

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^