Airbus, Rolls-Royce e Siemens lavorano a un aereo ibrido con un motore elettrico

Airbus, Rolls-Royce e Siemens lavorano a un aereo ibrido con un motore elettrico

Siemens, Airbus e Rolls-Royce hanno unito le forze per arrivare allo sviluppo di un aereo che abbia un motore elettrico al posto di uno tradizionale: in questo modo si ridurrebbero non solo le emissioni, ma anche i costi

di Riccardo Robecchi pubblicata il , alle 18:21 nel canale Scienza e tecnologia
Airbus
 

Lo sviluppo delle auto ibride è ormai ben avviato e sono numerosi i modelli disponibili a livello commerciale, con prezzi relativamente accessibili. Il prossimo passo è l'avvento degli aerei ibridi, un progetto cui stanno lavorando insieme Airbus, Rolls-Royce e Siemes.

I tre colossi europei hanno infatti avviato lo sviluppo del prototipo di un aereo, chiamato E-Fan X, con un motore elettrico in sostituzione di un motore tradizionale su un BAe 146 - un piccolo aereo per rotte regionali. Il passo successivo della sperimentazione, posto che tutto funzioni correttamente, è la sostituzione di un secondo motore con un equivalente elettrico.

La speranza delle tre aziende è che questo progetto possa portare a uno sviluppo più rapido dell'intero settore della propulsione ibrida per il settore aereo. L'impiego di motori elettrici in sostituzione di quelli a combustione non porterebbe solo ovvi vantaggi dal punto di vista delle emissioni in atmosfera, ma anche dal punto di vista economico. Le stime riferiscono infatti che l'impiego di aerei ibridi porterebbe ampi risparmi alle compagnie aeree, un fatto che potrebbe incentivare al passaggio più del minore impatto ambientale.

L'obiettivo finale è, in ogni caso, lo sviluppo di tecnologie che permettano l'uso di motori esclusivamente elettrici, così da azzerare completamente le emissioni da parte degli aerei. Rimangono però molte le sfide da affrontare prima di poter raggiungere tale traguardo, dato che il peso e l'efficienza delle batterie rimangono problemi di primaria importanza in un contesto in cui ogni chilogrammo è importante.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
roccia123429 Novembre 2017, 18:54 #1
Il problema è sempre e comunque quello: le batterie.
zappy29 Novembre 2017, 19:01 #2
qualche fonte seria sarebbe necessaria in articoli del genere... 2 secondi con un motore di ricerca...

vabbè.
https://www.siemens.com/innovation/...ty-e-fan-x.html
http://www.airbus.com/newsroom/pres...future-par.html

1 motore da 2MW alimentato da un turbogeneratore in fusoliera + batterie litio-ioni da 700kw ciascuna.
leallo29 Novembre 2017, 20:39 #3
Piuttosto che le sole batterie avrebbe senso un sistema a celle combustibili
GabrySP29 Novembre 2017, 22:17 #4
il primo aereo col recupero dell'energia in frenata è stato l'Oscar EW 5894 Phallus Lightweight Tactical Fighter Bomber del '91
Opteranium30 Novembre 2017, 07:05 #5
perché non fare un quadrimotore turboelica? Due eliche per la marcia e due per la ricarica. I'm a genius
onka30 Novembre 2017, 09:05 #6
e come la mettiamo con le scie chimiche?
Wonder30 Novembre 2017, 09:17 #7
Cazzo, quindi ora avremo aerei silenziosi che ti arrivano alle spalle e neanche te ne accorgi!
Zenida01 Dicembre 2017, 00:45 #8
Avrei gradito qualche dettaglio tecnico sul funzionamento di un propulsore elettrico. Cioè, quello a combustione interna sfrutta una turbina per comprimere l'aria in entrata, generando un'ignizione migliore del kerosene, producendo infine la spinta. Mentre quello elettrico come funzionerebbe?
Alla fine viene meno il gas di scarico e non credo che la semplice compressione dell'aria basti a generare una spinta sufficiente
zappy01 Dicembre 2017, 09:00 #9
Originariamente inviato da: Zenida
Avrei gradito qualche dettaglio tecnico sul funzionamento di un propulsore elettrico. Cioè, quello a combustione interna sfrutta una turbina per comprimere l'aria in entrata, generando un'ignizione migliore del kerosene, producendo infine la spinta. Mentre quello elettrico come funzionerebbe?
Alla fine viene meno il gas di scarico e non credo che la semplice compressione dell'aria basti a generare una spinta sufficiente

beh, le "normali" eliche come funzionano? decomprimendo e comprimendo semplice aria... per cui la risposta mi sembra chiara.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^