Approvato il primo caricabatterie wireless a distanza, ecco WattUp Mid Field

Approvato il primo caricabatterie wireless a distanza, ecco WattUp Mid Field

Il primo caricabatterie a distanza con funzionamento wireless ha ricevuto l'approvazione dalla FCC. Il suo arrivo sul mercato, quindi, è solo questione di tempo

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Scienza e tecnologia
 

Sono presenti sul mercato diversi dispositivi per la ricarica wireless, ma le soluzioni attuali richiedono che lo smartphone rimanga a contatto con un pad per la ricarica. La situazione potrebbe cambiare per mano di Energous, una società che spinge da parecchio tempo su prodotti specifici per la ricarica realmente wireless. Il proprio sistema è passato sotto al vaglio della Federal Communications Commission, che l'ha appena approvato.

WattUp Mid Field è un caricatore wireless capace di caricare il dispositivo abbinato ad una distanza di un massimo di un metro, il primo della sua categoria. Energous lo produce, ed è stata proprio la società californiana ad annunciare l'importante traguardo. Il trasmettitore converte l'elettricità in frequenze radio, diffondendola ai dispositivi che si trovano nelle vicinanze che implementano il ricevitore specifico per "accogliere" l'energia irradiata.

Si tratta di un funzionamento diverso da quello dei sistemi di carica wireless adottati ad oggi, e anche rispetto al Pi Charger, ed enormemente differente rispetto al contatto fisico richiesto alle tecnologie integrate sui nuovi iPhone e su molti altri dispositivi Android. Il trasmettitore di Energous può caricare più di un dispositivo contemporaneamente e può funzionare con smartphone, tablet, o anche tastiere e auricolari che implementano il ricevitore apposito.

Lo standard utilizzato dall'ecosistema WattUp è inoltre "manufacturer-agnostic", come ad esempio il Wi-Fi, il che significa che si può caricare un dispositivo anche se il trasmettitore è prodotto da una società completamente diversa. Al momento in cui scriviamo la compagnia non ha alcun prodotto pronto per il debutto al pubblico, tuttavia ha promesso di mostrare qualche esempio della tecnologia al CES 2018 che aprirà le porte il prossimo 9 gennaio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
trapanator27 Dicembre 2017, 15:47 #1
Sono stati fatti dei test sulla salute?
zappy27 Dicembre 2017, 15:50 #2
Originariamente inviato da: trapanator
Sono stati fatti dei test sulla salute?

no, solo sulla cazzonaggine di chi compra queste robe. spero che fallisca miseramente
davvero lo trovo un generatore di cancro a distanza.
razzoman27 Dicembre 2017, 15:55 #3
Originariamente inviato da: zappy
no, solo sulla cazzonaggine di chi compra queste robe. spero che fallisca miseramente
davvero lo trovo un generatore di cancro a distanza.


Hai dei report a rigurado oppure è la solita sparata?
zappy27 Dicembre 2017, 16:01 #4
Originariamente inviato da: razzoman
Hai dei report a rigurado oppure è la solita sparata?

prima fonte trovata su G.
http://www.cdt.ch/svizzera/cronaca/...-induzione.html
e le cucine funzionano per contatto, non a 1 metro.
kamon27 Dicembre 2017, 16:01 #5
Tecnologia interessantissima, ma stia lontano dalla mia casa fin quando non saranno passati almeno 5 anni di test sul campo con la pelle degli altri, non la mia ...
zappy27 Dicembre 2017, 16:06 #6
Originariamente inviato da: kamon
Tecnologia interessantissima, ma stia lontano dalla mia casa fin quando non saranno passati almeno 5 anni di test sul campo con la pelle degli altri, non la mia ...

gli effetti si vedono in decenni, e la dimostrazione "ufficiale" dopo molti decenni (vedi amianto, la cui pericolosità era nota dagli anni 30 ma è stato vietato solo negli anni '90 in italia, e pure dopo in altri paesi).
razzoman27 Dicembre 2017, 16:09 #7
Originariamente inviato da: zappy
prima fonte trovata su G.
http://www.cdt.ch/svizzera/cronaca/...-induzione.html
e le cucine funzionano per contatto, non a 1 metro.


http://therationalkitchen.com/induction-cooking-safe/
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17492656
sterock7727 Dicembre 2017, 16:56 #8
Su internet ci sono articoli e studi che danno ragione a tutti , è difficile trovare la sacrosanta verità.
In definitiva a scanso di equivoci io quel coso in casa non lo metto tanto è una minchiata assurda.
Cfranco27 Dicembre 2017, 17:28 #9
A parte l' emissione di onde elettromagnetiche in quantità abnorme, qual' è l' efficenza di una roba del genere ?

non vorrei trovarmi un coso del genere in casa
Link ad immagine (click per visualizzarla)
fatantony27 Dicembre 2017, 18:44 #10
Originariamente inviato da: razzoman
Hai dei report a rigurado oppure è la solita sparata?


Penso sia difficile ora avere reports, in entrambi i sensi (dimostrare che fa male vs. Dimostrare che non fa male).
Però tutti abbiamo un cervello, e lo possiamo usare. Tutte le onde elettromagnetiche possono potenzialmente indurre mutazioni, soprattutto a carico Delle strutture proteiche (in questo caso si parla di denaturazione)... Questo lo fanno già i nostri cari smartphone, figurarsi un dispositivo per la carica wireless...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^