Con il grafene anche i pixel possono essere meccanici

Con il grafene anche i pixel possono essere meccanici

Un gruppo di ricercatori dei Paesi Bassi scopre un modo di sfruttare membrane di grafene e rifrazione della luce per generare colori dfferenti. Alcuni prototipi forse già in mostra al Mobile World Congress

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:31 nel canale Scienza e tecnologia
 

I ricercatori della University of Technology di Delft, Paesi Bassi, assieme a Graphenea (società spagnola per la produzione di grafene) hanno sperimentato ciò che in futuro potrebbe diventare una nuova tipologia di tecnologia per display. Si tratta di "pixel meccanici", ovvero nient'altro che piccole bolle di grafene che possono cambiare colore con l'espansione e la contrazione.

Ancora una volta si tratta di una scoperta avvenuta quasi per caso, durante alcune sperimentazoni con pannelli di ossido di silicio traforati da piccoli forellini delle dimensioni di un capello umano e ricoperto di grafene che si stende al di sopra delle piccole cavità come la pelle di un tamburo.

Lavorando con questi esemplari, i ricercatori hanno scoperto che le membrane di grafene cambiavano colore in relazione alle pressioni interne alle cavità. Il cambiamento di pressione rende il grafene concavo o convesso, cambiando il modo in cui la luce viene rifratta e riflessa e dando luogo in questo modo a differenti colori. Il ricercatore Santiago Cartamil-Bueno, ha commentato: "Il grafene è inizialmente trasparente, motivo per il quale la luce non viene riflessa. Usando un doppio strato di grafene è possibile ottenere fenomeni di riflessione. A seconda della profondità della cavità si può avere una diversa interferenza, e da qui si ricava un differente colore della luce".

Quanto scoperto dovrà però essere indagato approfonditamente prima di poter stabilire l'eventuale adeguatezza commerciale. Attualmente infatti i colori sono stati osservati solamente al microscopio dal momento che è difficile e costoso realizzare gli esemplari a dimensioni maggiori. Questi "pixel meccanici" sono quindi di dimensioni estremamente ridotte, tali da richiederene migliaia per creare anche solamente una piccola immagine. Le bolle di grafene non possono essere realizzate di dimensioni più grandi, perché potrebbero rompersi con il variare della pressione. Ed infine, i ricercatori avvertono che è necessario individuare un modo per creare colori puri. Intanto il prossimo passo sarà quello di capire come controllare nella maniera più accurata possibile la pressione nelle singole cavità. Secondo quanto indicato dai ricercatori il primo approccio è quello di tentare un sistema di controllo elettrostatico.

I ricercatori stanno comunque già cercando di lavorare su prototipi operativi. Date le caratteristiche fisiche del sistema, non sarà possibile applicare alcuna retroilluminazione a questo tipo di dispositivi che sranno quindi funzionanti solo sotto luce diretta incidente. L'uso del grafene, però, dovrebbe renderli flessibili, leggeri, più resistenti e più efficienti dal punto di vista energetico. Resta comunque da capire se sarà possibile utilizzare questa tecnologia a livello commerciale per la produzione di display, anche se i ricercatori hanno la speranza di riuscire a mostrare qualche prototipo in occasione del Mobile World Congress di Barcellona, dal 27 febbraio al 2 marzo 2017.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JoJo25 Novembre 2016, 13:39 #1
Non so ancora decidere se questa sia DI grafene o IL grafene.
omerook25 Novembre 2016, 13:40 #2
ealleeeee!!!!
Haran Banjo25 Novembre 2016, 14:19 #3
Grafene rulezzzzz!!!
maxsy25 Novembre 2016, 14:21 #4
era ora...cominciavo a sentire la mancanza
devilred25 Novembre 2016, 14:46 #5
mah! quanti anni sono ormai che ne sentiamo parlare??? applicazioni pratiche!!?? chi l'ha visto!!!
omerook25 Novembre 2016, 15:08 #6
sono quasi tentato di andare a depositare il brevetto per un nuovo supereroe GrafeMan. la storia di uno scienziato cocainomane che in momento di distrazione sbaglia bustina.
ritpetit25 Novembre 2016, 15:43 #7
Originariamente inviato da: omerook
sono quasi tentato di andare a depositare il brevetto per un nuovo supereroe GrafeMan. la storia di uno scienziato cocainomane che in momento di distrazione sbaglia bustina.


Ma sai che appena letta la notizia ho pensato proprio di sniffarmene una cucchiaiata?
O sarebbe meglio direttamente in vena?
Ma soprattutto, dove si compra? In farmacia, sull'amazzone?
Perchè secondo me sarebbe la panacea di tutti i mali, via le malattie, basta pillole blu e piselli più ritti della torre di Pisa, le donne avrebbero tutte le tette grandi e sode e forse anche i politici smetterebbero di rubare (no, vabbè, è potentissimo, ma non così tanto, ho esagerato, non cazziatemi...)
Personaggio25 Novembre 2016, 16:51 #8
Si è cominciato a parlare di materiali plastici a fine '800, dopo migliaia di esperimenti dei quali per il 99.9% falliti, si è arrivati ad una distribuzione di massa solo dopo la 2a guerra mondiale . Oggi la plastica è ovunque! Il Grafene è la nuova plastica, magari fra 10 anni, 50 o 100 anni, ma prima o poi avremmo Grafene ovunque.
HwWizzard25 Novembre 2016, 18:26 #9
A questo punto manca che annuncino i dildo fatti con il grafene e una ricetta di spaghetti con una bella spolverata e credo che gli ambiti li abbiamo provati tutti...
Ma di implementazioni pratiche nada
Avatar025 Novembre 2016, 18:54 #10
Originariamente inviato da: HwWizzard
A questo punto manca che annuncino i dildo fatti con il graffente e una ricetta di spaghetti con una bella spolverata e credo che gli ambiti li abbiamo provati tutti...
Ma di implementazioni pratiche nada


I buongustai attuali già si deliziano con primi piatti spolverati con mina di grafite grattugiata, e sono anche a buon mercato
Il grafene costerà come il tartufo bianco. Lo vedrai solo nei ristoranti stellati.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^