Google, IA e machine learning per sapere i ritardi nei voli prima delle compagnie aeree

Google, IA e machine learning per sapere i ritardi nei voli prima delle compagnie aeree

L'applicazione Flights della compagnia utilizzerà presto i dati della cronologia dei voli per avvisare gli utenti dei rischi di ritardo su determinate tratte

di Nino Grasso pubblicata il , alle 09:01 nel canale Scienza e tecnologia
Google
 

Google ha appena aggiornato Flights con alcune nuove feature che potrebbero aiutare i viaggiatori ad organizzare i propri viaggi in aeroporto. Fra le novità troviamo l'uso di un algoritmo di machine learning per prevedere i ritardi dei voli, e l'analisi dei voli più economici per le varie compagnie aeree, spiegando quali servizi vengono inclusi.

La previsione dei ritardi nei voli è la funzionalità più interessante soprattutto per quanto riguarda l'aspetto tecnologico. Stando a quanto riporta la stessa compagnia sul blog ufficiale, l'algoritmo di machine learning adottato utilizza i dati storici dei ritardi delle tratte in modo da trovare un pattern comune da sfruttare per offrire una stima sui prossimi voli. Fra i fattori valutati ci sono località, dettagli del meteo e ritardi nei voli precedenti. Quando l'algoritmo ha una certezza dell'80% riguardo al ritardo, allora apparirà l'informazione nei risultati di ricerca se l'utente inserirà una richiesta che prevede quel numero di volo, percorso o linea aerea.

È chiaro, come sottolinea Google, che quelle fatte dall'algoritmo sono solo stime, quindi non sono da intendere come fatti certi. L'arrivo con puntualità in aeroporto rimane comunque necessario, rendendo un po' inutile il senso stesso della feature. Grazie al machine learning la precisione della nuova funzione dovrebbe aumentare nel corso del tempo, tuttavia come ogni calcolo probabilistico non potrà mai offrire la certezza matematica sul potenziale ritardo di un volo. In fase di prenotazione la previsione può essere più utile, facendo evitare all'utente voli che hanno la tendenza a ritardare specie se si ha una particolare urgenza a raggiungere la destinazione.

La seconda funzionalità è invece utile per capire cosa offrono le varie compagnie aeree con la propria tariffa economy base. Negli ultimi anni c'è stata una vera guerra al prezzo dei voli, e le varie società hanno puntato a offrire le soluzioni più convenienti rimuovendo orpelli che per alcuni utenti possono risultare inutili. Il tutto, a volte, senza spiegare troppo in profondità cosa viene rimosso e a quali servizi si rinuncia accedendo alle offerte dell'ultima classe. Google vuole aiutare, offrendo alcune informazioni aggiuntive sui voli base di alcune delle compagnie aeree americane, e promettendo l'arrivo di ulteriori informazioni nel prossimo futuro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
frankie02 Febbraio 2018, 09:40 #1
Fra un po' volo base == Passeggero senza bagaglio!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^