La Luna non è una sterile roccia spaziale: confermata la presenza di acqua ghiacciata

La Luna non è una sterile roccia spaziale: confermata la presenza di acqua ghiacciata

Il nostro satellite naturale avrebbe dei depositi di acqua ghiacciata ai due poli, che sono stati osservati da uno strumento presente su un orbiter dell'Agenzia spaziale indiana

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Scienza e tecnologia
 

Un team di scienziati ha confermato che sulla nostra Luna è presente dell'acqua sotto forma di ghiaccio che potrebbe essere sfruttata nelle future spedizioni a lunga durata sul satellite e dagli insediamenti umani sulla sua superficie. Gli scienziati hanno utilizzato i dati raccolti dal Moon Mineralogy Mapper (M3) della NASA installato sull'orbiter Chandrayaan-1 dell'Agenzia spaziale indiana, nei quali si legge che sono stati trovati dei depositi di ghiaccio nei due poli della Luna.


Clicca per ingrandire - I puntini verdi e ciano rappresentano i depositi di ghiaccio rivelati dallo strumento M3

L'idea che il satellite naturale terrestre avesse del ghiaccio nelle ombre permanentemente nascoste al sole non è nuova, e missioni precedenti avevano già raccolto delle prove a suffragio dell'ipotesi. Tuttavia la NASA ha dichiarato che è "la prima volta che gli scienziati hanno avuto un'osservazione diretta della prova definitiva" che sulla Luna sono presenti depositi di acqua ghiacciata, su un corpo che in precedenza si pensava fosse una sterile roccia spaziale.

Stando al documento rilasciato dal PNAS (Proceedings of the National Academy of Sciences), M3 è riuscito ad osservare ai due poli del satellite naturale le proprietà riflettenti che tipicamente ha il ghiaccio. Lo strumento ha anche misurato il modo in cui quello specifico materiale assorbe la luce infrarossa, assicurandosi così che il materiale avvistato fosse realmente acqua ghiacciata. Sarebbero stati diversi i dati raccolti in presenza di acqua liquida o altri materiali.

Nella missione è stato scoperto che il ghiaccio è distribuito in maniera sparsa sul polo nord del satellite, mentre c'è una maggiore concentrazione nel polo sud. Questi depositi si sono formati ovviamente per via delle temperature estreme presenti ai due poli lunari, che non sono mai colpiti direttamente dalla luce solare. In prossimità di queste aree non vengono mai raggiunte o superate temperature di -150°C, quindi è impossibile trovare acqua in forma liquida.

La notizia della conferma della presenza del ghiaccio nei crateri dei poli lunari è indubbiamente positiva dal punto di vista dell'esecuzione di lunghe missioni e insediamenti umani sul satellite naturale terrestre, tuttavia prima di poter contare sui depositi osservati di recente bisogna verificarne la profondità. Per farlo si potrebbe puntare all'osservazione diretta inviando un rover nelle due zone coinvolte, tuttavia una missione simile potrebbe non essere imminente.

La NASA ha recentemente cancellato il cosiddetto Resource Prospector, ovvero un rover specifico per la ricerca e l'analisi di ghiaccio ed altre risorse sfruttabili da eventuali insediamenti sulla Luna. L'Agenzia potrebbe comunque inviare gli strumenti necessari su rover generici, ma le operazioni potrebbero essere rimandate, insieme alle scoperte utili per raggiungere gli scopi prefissati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tallines22 Agosto 2018, 13:14 #1
Interessante come notizia, solo che >

"La notizia della conferma della presenza del ghiaccio nei crateri dei poli lunari è indubbiamente positiva dal punto di vista dell'esecuzione [U]di lunghe missioni e insediamenti umani sul satellite naturale terrestre......."[/U]

a -150° la vedo dura come vita, per qualsiasi essere vivente .
Bellaz8922 Agosto 2018, 13:20 #2
Originariamente inviato da: tallines
Interessante come notizia, solo che >

"La notizia della conferma della presenza del ghiaccio nei crateri dei poli lunari è indubbiamente positiva dal punto di vista dell'esecuzione [U]di lunghe missioni e insediamenti umani sul satellite naturale terrestre......."[/U]

a -150° la vedo dura come vita, per qualsiasi essere vivente .


Beh ma...

1) non è necessario che gli insediamenti siano collocati esattamente nello stesso luogo dove sono presenti i depositi.

2) ovviamente verrebbero usati ambienti isolati termicamente e termoregolati.
MaxFabio9322 Agosto 2018, 13:33 #3
Speriamo che il giorno del nuovo sbarco non sia tanto lontano, con le tecnologie e la qualità video di oggi è uno spettacolo immenso!

Originariamente inviato da: tallines
Interessante come notizia, solo che >

"La notizia della conferma della presenza del ghiaccio nei crateri dei poli lunari è indubbiamente positiva dal punto di vista dell'esecuzione [U]di lunghe missioni e insediamenti umani sul satellite naturale terrestre......."[/U]

a -150° la vedo dura come vita, per qualsiasi essere vivente .


Anche vivere senza ossigeno per gli esseri umani è impossibile, infatti nessuno pensa di vivere senza tuta o senza una copertura adatta, sia sulla Luna che su Marte.
mr.cluster22 Agosto 2018, 14:04 #4
Si può fare come in Antartide negli anni 70: un reattore nucleare "tascabile" e per 20 aa hai l'energia per fondere l'acqua, effettuare l'idrolisi per l'ossigeno e ti avanza abbastanza corrente per le varie necessità tecniche di una stazione spaziale fissa. Con le temperature così basse aumenta anche l'efficienza e la sicurezza del reattore.
Per di più, sono tecnologie ampiamente collaudate.

giovanni6923 Agosto 2018, 23:01 #5
Classica news per mostrare la carota a chi deve convincere poi di sborsare soldi dei contribuenti in un modo (Nasa) o nell'altro (Musk).
tallines24 Agosto 2018, 13:12 #6
Originariamente inviato da: Bellaz89
Beh ma...

1) non è necessario che gli insediamenti siano collocati esattamente nello stesso luogo dove sono presenti i depositi.

2) ovviamente verrebbero usati ambienti isolati termicamente e termoregolati.

E' chiaro
Originariamente inviato da: MaxFabio93
Anche vivere senza ossigeno per gli esseri umani è impossibile, infatti nessuno pensa di vivere senza tuta o senza una copertura adatta, sia sulla Luna che su Marte.

E' ovvio

Però la vedo dura ugualmente

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^