Le batterie allo stato solido potrebbero debuttare tra uno o due anni, secondo Samsung

Le batterie allo stato solido potrebbero debuttare tra uno o due anni, secondo Samsung

Le batterie di nuova generazione potrebbero arrivare sul mercato tra un anno o due, stando alle dichiarazioni di un dirigente Samsung. Tra i vantaggi, una minore probabilità di surriscaldamento ed esplosione.

di Riccardo Robecchi pubblicata il , alle 08:41 nel canale Scienza e tecnologia
Samsung
 

Quello delle batterie e delle loro prestazioni è un problema che coinvolge diversi settori produttivi, dagli smartphone fino alle automobili e addirittura all'ambito aerospaziale. Le attuali tecnologie stanno mostrando i loro limiti, sia in termini di prestazioni che di sicurezza - esemplare in tal senso è il Galaxy Note 7. Una svolta dovrebbe arrivare grazie alle batterie a stato solido.

Contrariamente alle batterie agli ioni di litio utilizzate finora, che utilizzano elettroliti liquidi, le batterie a stato solido utilizzano degli elettroliti solidi. Questo fatto implica una maggiore sicurezza e un minor rischio di surriscaldamento ed esplosione. Dovrebbero esserci anche meno rischi di rigonfiamento come quello avvenuto alla batteria in foto.

La nuova generazione di batterie potrebbe anche offrire maggiori prestazioni per quanto riguarda la capacità, ma anche per quanto concerne la vita utile e il numero di cicli di ricarica che è possibile effettuare. Al momento non ci sono dati certi su questi elementi, però, e sarà necessario attendere per avere conferme.

Come riportato dal Korea Herald, un dirigente di Samsung SDI avrebbe dichiarato che l'azienda potrebbe essere pronta a commercializzare i primi smartphone dotati della nuova tecnologia in uno o due anni, affermando altresì che anche la concorrente LG Chem sarebbe allo stesso livello di sviluppo.

L'arrivo sulle automobili è previsto per il 2025, dopo che la nuova tecnologia sarà stata adeguatamente testata e e sarà stata accertata la sua sicurezza. Anche Toyota è al lavoro sulle batterie a stato solido e punta a portare i primi esemplari sul mercato per il 2020.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
!fazz03 Luglio 2017, 11:24 #1
ma già le li-po hanno elettrolita solido (ed è la differenza tra li-ion e li-po) sarebbe curioso vedere la differenza tra le lipo e queste nuove batterie)
demon7703 Luglio 2017, 11:45 #2
Originariamente inviato da: !fazz
ma già le li-po hanno elettrolita solido (ed è la differenza tra li-ion e li-po) sarebbe curioso vedere la differenza tra le lipo e queste nuove batterie)


Penso che ci siano miglioramenti in termini di prestazioni e di sicurezza.
Le li-po saprai bene che vanno trattate con un po' di riguardo soprattutto in termini di scarica e ricarica.
E poi sono anche piuttosto pericolose se maltrattate.. io ne ho vista una incendiarsi e ci son rimasto impressionato.
!fazz03 Luglio 2017, 13:39 #3
Originariamente inviato da: demon77
Penso che ci siano miglioramenti in termini di prestazioni e di sicurezza.
Le li-po saprai bene che vanno trattate con un po' di riguardo soprattutto in termini di scarica e ricarica.
E poi sono anche piuttosto pericolose se maltrattate.. io ne ho vista una incendiarsi e ci son rimasto impressionato.


vero a me è esplosa una 5000 mAh da 50C di scarica e ha fatto un signor buco in terra
demon7703 Luglio 2017, 14:00 #4
Originariamente inviato da: !fazz
vero a me è esplosa una 5000 mAh da 50C di scarica e ha fatto un signor buco in terra


Quella che ho visto io, da un elicottero telecomandato, è stata sovraccaricata per errore e dopo essersi rapidamente gonfiata ha fatto uscire una lingua di fuoco di 50 cm buoni.
lucusta03 Luglio 2017, 22:33 #5
oggi è stato solido, ma polverizzato in un inerte liquido.
queste sono interfaccie a stato solido composte solo da un pezzo, e non hanno l'interte di trasporto a stato liquido (quello che fà gonfiare e che s'incendia, oltre al litio ridotto che all'aria ossida in maniera molto veloce, diciamo esplosiva).
oggi si usano in alcune batterie di medie dimensioni, con supporto d'interfaccia in ceramica.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^