Lo USB IF lancia la certificazione USB Fast Charger

Lo USB IF lancia la certificazione USB Fast Charger

Lo USB Implementers Forum ha lanciato una nuova iniziativa volta a ridurre la confusione e gli sprechi nell'ambito degli alimentatori USB: la nuova certificazione USB Fast Charger mira a soppiantare i vari standard di ricarica rapida proprietari

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Scienza e tecnologia
USB
 

Lo USB Implementers Forum, o USB IF in breve, ha annunciato l'arrivo della certificazione USB Fast Charger e dello standard USB Fast Charge, che deriva dalla specifica USB Power Delivery 3.0.

L'intento dello USB IF è quello di creare un unico standard per la ricarica rapida, senza che il mercato sia inondato da miriadi di standard differenti e non compatibili tra di loro. Il problema principale dei vari standard presenti a oggi sul mercato, infatti, sta proprio nella mancata interoperabilità, che fa sì che un alimentatore Qualcomm Quick Charge non funzioni correttamente con un dispositivo dotato di Dash Charge o Pump Express.

Lo standard USB integra già specifiche riguardanti la ricarica rapida, comprese nelle specifiche USB Power Delivery 3.0. Lo USB IF ha tuttavia ritenuto opportuno sviluppare un ulteriore passo, che consiste nel definire univocamente la USB Fast Charge come il supporto alla funzionalità Programmable Power Supply inclusa nel Power Delivery 3.0.

Gli alimentatori compatibili con tali specifiche potranno ricevere la certificazione USB Fast Charger, che permetterà di distinguere facilmente gli alimentatori compatibili. La speranza è quella di ridurre la confusione degli utenti riguardo la ricarica rapida e di facilitare l'adozione dello standard, per ridurre l'impatto ambientale degli alimentatori e renderne più semplice il riutilizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^