NASA Opportunity: addio al rover, falliti i tentativi di contatto

NASA Opportunity: addio al rover, falliti i tentativi di contatto

NASA Opportunity è definitivamente "perso"! Il piccolo lander atterrato su Marte nel lontano 2004 non ha più ripreso i contatti con la Terra nonostante gli oltre 800 comandi inviati e i vari tentativi. Addio all'eroe robotico.

di pubblicata il , alle 07:31 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

È stato un lungo viaggio, ma come tutti i viaggi è arrivata la fine: NASA Opportunity e la sua missione è giunta al termine dopo che tutti i tentativi di ricontattarlo non hanno avuto successo. Non si può certo parlare di fallimento, del resto la missione primaria è stata completata e dopo di quella, il rover che avrebbe dovuto durare qualche mese, ha resistito 15 anni su Marte.

A dare la triste notizia è stata la NASA con una conferenza stampa ma già era nell'aria che solo un "miracolo" avrebbe potuto salvare il piccolo robot. La tempesta di sabbia del Giugno 2018 che ha colpito il Pianeta Rosso, la più forte mai registrata, è stata fatale a NASA Opportunity che probabilmente è andato incontro a un esaurimento dell'energia (non funzionando con un RTG come Curiosity, ma con pannelli solari).

NASA Opportunity

L'Agenzia Spaziale ha reso noto che dopo più di mille comandi per cercare di ripristinare i contatti, gli ingegneri del JPL hanno fatto l'ultimo tentativo Martedì, senza successo.

Jim Bridenstine (amministratore della NASA) ha dichiarato "è grazie a missioni pionieristiche come Opportunity che arriverà un giorno in cui i nostri coraggiosi astronauti cammineranno sulla superficie di Marte e quando quel giorno arriverà, una parte di quella prima impronta sarà di proprietà degli uomini e delle donne di Opportunity, un piccolo rover che sfidò le probabilità e fece così tanto nel nome dell'esplorazione".

Avrebbe dovuto funzionare per 90 giorni e un chilometro, ma NASA Opportunity ha strabiliato tutti con una percorrenza di 45 chilometri (e senza la tempesta di sabbia avrebbe potuto continuare) e 15 anni di durata.

Troppo scarse le probabilità di recupero e così NASA Opportunity ha alzato bandiera bianca. Arrivato il 24 Gennaio 2004, dopo sette mesi di viaggio, il rover aveva un compagno, Spirit (che percorse invece 8 chilometri sul pianeta), che atterrò su Marte 20 giorni prima.

Ma quali sono i dati straordinari di NASA Opportunity? Per esempio ha il record di percorrenza su Marte in un giorno con 220 metri ma anche l'aver inviato oltre 217 mila fotografie di cui 15 panoramiche a colori a 360° (per farci immergere ancora di più in un mondo a 50 milioni di chilometri).

Ma c'è stato anche l'aspetto scientifico con 52 rocce esaminate, 72 campionamenti eseguiti e analisi sia microscopiche che spettrografiche. Il rover ha trovato ematite, minerale importante perché si genera in presenza di acqua. Nel cratere Endeavour ha invece trovato tracce di quello che in antichità era probabilmente un lago di acqua. NASA Opportunity è stato quindi fondamentale per capire la storia di Marte e il suo passato.

Ora toccherà a Mars 2020 (NASA) e Rosalind Franklin (ESA) esplorare Marte alla ricerca di vita microbica. Ovviamente non si può dimenticare Curiosity che continua a funzionare e la neo-arrivato InSight, il lander che indagherà il cuore di Marte.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Myrland14 Febbraio 2019, 08:05 #1
Vabbè signori...
Doveva durare 90 giorni marziani, questo rover è arrivato ad essere operativo per 15 anni con tantissime missioni, scoperte e record sui KM percorsi.
Successo incredibile in rapporto ai soldi che sono stati spesi.
I problemi avuti e in molti casi brillantemente superati, hanno fatto da traino per migliorare le missioni future.
Che riposi in pace, con i suoi pannelli sepolti dalla sabbia e che non possono purtroppo ricevere più energia.
Sarebbe bello studiare qualcosa che "scrolli" in qualche modo i pannelli per liberarli dalla sabbia.
Un po quello che avviene con i sensori delle moderne Reflex.
Schummacherr14 Febbraio 2019, 08:05 #2
Rip...che rover fantastico...

certo che superare di 14 anni la vita prevista si può considerare un bel risultato..
Gnubbolo14 Febbraio 2019, 08:18 #3
nono, adesso andiamo lì e ce lo ripigliamo.
andbad14 Febbraio 2019, 08:47 #4
Originariamente inviato da: Gnubbolo
nono, adesso andiamo lì e ce lo ripigliamo.


Invece no... lasciamolo lì dov'è e costruiamoci attorno un museo, così possiamo andare a visitarlo.

By(t)e
demon7714 Febbraio 2019, 09:07 #5
QUINDICI ANNI DI SERVIZIO.
Una cosa che ha del miracoloso.
Rigetto14 Febbraio 2019, 09:09 #6
Originariamente inviato da: demon77
QUINDICI ANNI DI SERVIZIO.
Una cosa che ha del miracoloso.


Ho pensato la stessa cosa della mia punto
Schummacherr14 Febbraio 2019, 09:13 #7
Originariamente inviato da: Rigetto
Ho pensato la stessa cosa della mia punto


e pensa che la tua punto è costata decisamente meno...

pppfffff questa tecnologia americana!
inited14 Febbraio 2019, 09:33 #8
Come hanno detto i curatori della missione, l'ultima cosa che voglio fare se vado su Marte e ho l'opportunità (ha) di portarmi indietro 150Kg, è di riportarmi 150Kg di roba che so perfettamente com'è fatta". E inoltre, "sono stati costruiti per Marte, quella è la loro casa".

La lode al robottino può sembrare strambo sentimentalismo a chi non ha interesse per l'esplorazione spaziale, ma essa è in effetti una analogia per riconoscere i meriti al team che progettò e realizzò la missione, ai ricercatori che l'hanno seguita, estesa e ripensata costantemente, ai risultati conseguiti in termini di scienza, ingegneria e innovazione.
Giuss14 Febbraio 2019, 10:20 #9
Anche se è una macchina una piccola lacrimuccia ci sta

Pensavo anche io ai 15 anni... anche qui sulla terra una qualsiasi apparecchiatura elettronica o meccanica che lavora ininterrottamente per 15 anni senza alcuna manutenzione è una cosa quasi impossibile, è incredibile pensando anche alle condizioni ostili in cui ha lavorato il rover.
Rigetto14 Febbraio 2019, 10:28 #10
Originariamente inviato da: Schummacherr
e pensa che la tua punto è costata decisamente meno...

pppfffff questa tecnologia americana!


Bè...ormai anche le punto costano come delle auto vere.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^