Scoperto Farout, il più lontano oggetto del Sistema Solare finora avvistato

Scoperto Farout, il più lontano oggetto del Sistema Solare finora avvistato

L'hanno battezzato provvisoriamente "Farout" e si tratta di un pianeta nano che orbita oltre Plutone: come altri oggetti transnettuniani, è piccolo e coperto prevalentemente di ghiaccio

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Scienza e tecnologia
 

È stato provvisoriamente chiamato Farout, "Laggiù", l'oggetto più lontano finora avvistato all'interno del Sistema Solare. A 120 UA (unità astronomiche) di distanza dal Sole, è a quasi quattro volte la distanza tra quest'ultimo e Plutone. Scoperto da una squadra statunitense di scienziati, Farout è un pianeta nano di colore rosa.

Il nuovo pianeta nano sostituisce Eris come il più lontano mai avvistato: Eris è a 96 UA, dove per unità astronomica si intende la distanza tra la Terra e il Sole, ovvero a circa tre quarti della distanza tra il Sole e Farout. Farout è stato scoperto mentre gli scienziati erano in cerca del misterioso Pianeta X, ovvero il nono pianeta del sistema solare la cui presenza è suggerita dalle interazioni gravitazionali con i corpi oltre Plutone.

Tra questi ultimi rientra anche "il Goblin", un oggetto scoperto quest'anno che orbita a circa 80 UA e la cui orbita sembra influenzata da un pianeta massiccio ancora non scoperto. La presenza di tale pianeta è supposta a causa della distanza estrema di questi corpi, che fa sì che i giganti gassosi come Giove e Saturno non possano influenzarli in maniera decisiva - e non nella maniera che viene osservata.

L'osservazione delle orbite di questi oggetti può quindi rivelare molto riguardo ciò che avviene nel Sistema Solare esterno. Farout ha, stando alle prime osservazioni, un periodo di rivoluzione di più di 1000 anni, e serviranno dunque più osservazioni nel corso del tempo per stabilirne l'orbita precisa.

Ciò che si sa al momento del nuovo pianeta nano, come scrive phys.org è che è di colore rosa, causato da una massiccia presenza di ghiaccio, e che ha un diametro approssimativo di 500 km con una forma approssimativamente sferica. Per fare un paragone, Plutone ha diametro pari all'incirca a 2.370 km, mentre la Terra ha diametro di 12.756 km all'equatore.

La ricerca del nono pianeta, sempre che di ciò si tratti, continua dunque. È probabile che verranno scoperti altri oggetti simili a Eris e Farout in futuro: le sorprese del nostro Sistema non sono certo ancora finite.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bancodeipugni20 Dicembre 2018, 23:38 #1
...strano che non sia stata citata invece la notizia degli anelli di saturno che spariranno...

Farout ha, stando alle prime osservazioni, un periodo di rivoluzione di più di 1000 anni


sai quando è capodanno che feste che fanno ?
MorgaNet21 Dicembre 2018, 12:22 #2
Gli anelli di Saturno sono destinati a sparire esattamente come quelli che tutti i pianeti gioviani hanno o hanno avuto. Fa parte dell'evoluzione del pianeta, dalla nube protoplanetaria al pianeta completo privo di anelli.
In realtà sono cose che gli scienziati sanno da molto tempo.
bancodeipugni21 Dicembre 2018, 14:10 #3

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^