Si schianta al suolo l'aereo elettrico Magnus eFusion, costruito con Siemens: due morti

Si schianta al suolo l'aereo elettrico Magnus eFusion, costruito con Siemens: due morti

Uno dei prototipi dell'ultraleggero eFusion dell'ungherese Magnus, costruito in collaborazione con Siemens, è precipitato al suolo vicino all'aeroporto di Pecs-Pogany: sono deceduti il pilota e il passeggero

di pubblicata il , alle 13:41 nel canale Scienza e tecnologia
Siemens
 

La tragedia è avvenuta il 31 maggio scorso, ma solo negli ultimi giorni sono trapelate maggiori informazioni. Uno dei prototipi dell'ultraleggero eFusion dell'ungherese Magnus, costruito in collaborazione con Siemens, è precipitato al suolo vicino all'aeroporto di Pecs-Pogany, dove è anche sito lo stabilimento di produzione dei velivoli.

eFusion è la versione a propulsione totalmente elettrica dell'ultraleggero Fusion 212, monoplano ad ala bassa utilizzato anche per manovre acrobatiche, visto l'impiego di ali a profilo simmetrico. Il primo eFusion aveva fatto il volo inaugurale l'11 aprile del 2016 e sembrava molto vicina la messa in commercio dei primi esemplari definitivi, con un prezzo stimato di circa 200.000€. Ora la flotta è stata messa a terra in attesa di accertamenti. Magnus Aircraft ha rilasciato una nota per informare dell'incidente e per fare le condiglianze ai congiunti dei defunti, posticipando ogni ulteriore dichiarazione fino a quando non saranno concluse le indagini sull'incidente.

La tragedia ha visto la morte del pilota e del passeggero. I testimoni riportano che l'aereo avesse appena compiuto due larghi giri circolari a bassa quota e poi è precipitato improvvisamente. Le testimonianze parlano anche di un incendio, ma sono conflittuali sul fatto che sia stata la causa dell'incidente o solo una conseguenza dell'impatto. Alcuni riportano di aver visto l'aereo in fiamme prima dell'impatto a terra, altri invece assicurano che le fiamme si siano sviluppate dopo esso.

L'aereo nella dotazione di serie ha un paracadute connesso con la fusoliera in tre punti come misura di estrema protezione in caso di emergenza, ma nessuna fonte parla dell'azionamento di tale misura di sicurezza.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tallines08 Giugno 2018, 13:58 #1
Mica bene...........
DosFX08 Giugno 2018, 15:30 #2
Dispiace per i due che ci hanno rimesso la pelle. RIP
cignox108 Giugno 2018, 15:53 #3
Mi dispiace per le vittime. Ma... 200 mila dollari? É quello anche il prezzo della versione tradizionale? Pensavo che il costo di simili trabiccoli fosse nell'ordine di quello di una piccola automobile...
mau.c08 Giugno 2018, 18:52 #4
Originariamente inviato da: cignox1
Mi dispiace per le vittime. Ma... 200 mila dollari? É quello anche il prezzo della versione tradizionale? Pensavo che il costo di simili trabiccoli fosse nell'ordine di quello di una piccola automobile...


il prezzo è stimato, anche se sono già in produzione sono comunque veicoli abbastanza esclusivi che in larga parte non vengono acquistati da privati. A parte i costi per sviluppare un concetto quasi del tutto nuovo è difficile rapportarlo a una vettura che può essere prodotta dai 500mila esemplari in su. Le vetture che vengono prodotte in 1000 esemplari si vendono appunto in quel range di prezzo e anche molto di più, altrimenti non ha senso nemmeno pensare di svilupparne il concetto, lasciamo perdere costruirla davvero. Magari se riuscissero a venderne centinaia di migliaia allora il prezzo finale potrebbe dimezzarsi.

strano incidente speriamo che riescano a fare luce sulle cause. potrebbe aver preso fuoco la batteria, il che significa grandissima pietra sopra su tutto il progetto IMHO. tutti a casa, soldi buttati. ma potrebbe anche non aver niente a che fare con il mezzo ed essere un problema umano.
Rubberick08 Giugno 2018, 19:01 #5
Mi domando.. ma un prototipo del genere proprio per non rischiar la vita della gente non potrebbero renderlo completamente pilotabile in remoto ?
Avatar009 Giugno 2018, 00:11 #6
Originariamente inviato da: Rubberick
Mi domando.. ma un prototipo del genere proprio per non rischiar la vita della gente non potrebbero renderlo completamente pilotabile in remoto ?


In remoto ci sarebbero più probabilità di schiantarsi e perdere 200.000€
Rubberick09 Giugno 2018, 10:57 #7
Con un remoto serio direi di no.. ma vabbè

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^