SpaceX, il satellite Zuma potrebbe essersi perso nello spazio

SpaceX, il satellite Zuma potrebbe essersi perso nello spazio

Secondo alcune voci non confermate ufficialmente l'importante satellite Zuma sarebbe andato perduto dopo il lancio avvenuto la scorsa domenica per mezzo del razzo Falcon 9 di SpaceX

di pubblicata il , alle 07:01 nel canale Scienza e tecnologia
SpaceX
 

Domenica scorsa SpaceX ha lanciato Zuma nello spazio all'interno della terza missione effettuata sotto il vaglio dell'Air Force. È stato il lancio più riservato dei tre, con la diffusione al pubblico della notizia che è stata data solo lo scorso mese. Del carico lanciato non si sa ancora nulla, solo che avrebbe dovuto raggiungere l'orbita bassa terrestre, ma a prescindere dal suo contenuto Zuma è una missione importantissima per SpaceX, visto che il suo successo potrebbe stabilire un proficuo rapporto continuativo fra gli organi militari americani e la stessa compagnia.

Tuttavia i primi resoconti sul lancio sono contraddittori e alcune fonti hanno riportato che il satellite non sarebbe più sotto il più stretto controllo dei tecnici della compagnia. Quello che è al momento noto con certezza è che il primo stadio del razzo si è comportato all'interno dei piani fissati dalla compagnia ed è stato capace di ritornare - come previsto - sulla Terra con l'atterraggio avvenuto  nelle coste della Florida. Ma SpaceX non ha ancora confermato il successo dell'intera missione, e alcune voci sempre più insistenti sostengono che Zuma non sia "sopravvissuto" al lancio.

Il carico potrebbe essere caduto sulla Terra, secondo una delle fonti citate dalla stampa americana, insieme allo stadio superiore del razzo Falcon 9. Un altro reporter, Peter B. de Selding, ha scritto su Twitter di aver sentito voci riguardo ad eventuali problemi riscontrati con la missione: "Il satellite Zuma potrebbe essere morto nell'orbita dopo essersi separato dal Falcon 9 di SpaceX, secondo alcune fonti", scrive, ma al momento in cui scriviamo sembra impossibile trarre conclusioni riguardo le possibile motivazioni: "Problemi nel launcher? O solo nel satellite?", recita il tweet.

SpaceX ha dichiarato nelle scorse ore che non ci sono stati problemi con il lancio del razzo Falcon 9, mentre Northrop Grumman, che è la società che ha prodotto il satellite Zuma, ha preferito barricarsi dietro un no comment: "Questa è una missione classificata, e non possiamo rilasciare commenti su questo tipo di missioni", sono state le sue parole. Sul lancio di Zuma nello spazio lo stesso Elon Musk ha pubblicato una foto con esposizione lunga, ma la compagnia non ha mostrato l'intera missione come solito fare con i lanci di tipo commerciale.

Il silenzio da ambo le parti potrebbe essere dovuto alla segretezza della missione, quindi né SpaceX, né Northrop Grumman, hanno potuto dichiararne il successo, tuttavia diverse fonti (fra cui Bloomberg e Wall Street Journal) hanno scritto che organi di giustizia e diversi esponenti governativi americani hanno riportato il fallimento della missione. Nessuna delle fonti ha dichiarato esplicitamente la fonte delle indiscrezioni, mentre le motivazioni del fallimento appaiono contrastanti, per una questione che probabilmente rimarrà misteriosa ancora per molto tempo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lampetto10 Gennaio 2018, 08:58 #1
Se il satellite non è caduto nell'oceano qualcuno troverà i resti prima o poi, oppure è sfuggito all'orbita terrestre e vaga nello spazio, o ancora, è in orbita ma ha smesso di funzionare o non si è mai attivato. Negli ultimi casi ne sapremo poco.

Tanta segretezza mi dice una cosa ad occhio, satellite spia...

C'è un problema che prima o poi qualcuno dovrà risolvere, quello dei resti spaziali in orbita, oggetti di tutte le dimensioni creati da missioni precedenti che vagano in orbita bassa a velocità pazzesche, vera e propria spazzatura spaziale in grado di fare seri danni...
ripe10 Gennaio 2018, 09:05 #2
Hai visto Gravity recentemente?!
zyrquel10 Gennaio 2018, 09:09 #3
eh, magari si potesse uscire dall'orbita terrestre con un semplice falcon9
Lampetto10 Gennaio 2018, 09:13 #4
Originariamente inviato da: ripe
Hai visto Gravity recentemente?!


Si l'ho visto, ma non recentemente, appena è uscito.
Ma non è quello che mi ha fatto ricordare che il problema è reale è non è da sottovalutare, tanto che si sta mappando gli oggetti più pericolosi,

Non solo per quelli che rientrano https://www.focus.it/scienza/spazio...arica-terrestre

Ma anche quelli che vagano e potrebbero colpire satelliti e oggetti con equipaggio umano..
andbad10 Gennaio 2018, 09:13 #5
Originariamente inviato da: Lampetto
oppure è sfuggito all'orbita terrestre e vaga nello spazio


Non ne sai molto di lanci spaziali, eh?
Il lancio è in orbita bassa, non c'è proprio possibilità che potesse raggiungere la velocità di fuga necessaria a sfuggire dall'orbita. Ma proprio zero, eh...

A quanto ne so lo stanno ancora cercando, il problema non dovrebbe essere del lanciatore (SpaceX) ma del deployer (fornito dalla Northrop). Il problema è che non sanno dov'è, ma quando ricadrà (perché ricadrà, senza il controllo da terra, essendo in orbita bassa) si disintegrerà al rientro.

By(t)e
RaZoR9310 Gennaio 2018, 09:32 #6
Originariamente inviato da: zyrquel
eh, magari si potesse uscire dall'orbita terrestre con un semplice falcon9


Falcon 9 è classificabile come "Heavy Lifter" ed è assolutamente in grado di spingere payload oltre l'orbita terrestre.
Il Deep Space Climate Observatory delle NASA è stato lanciato da SpaceX ad L1 e Falcon 9 può attualmente spingere oltre 4 tonnellate fino all'orbita di Marte.
Lampetto10 Gennaio 2018, 09:35 #7
Originariamente inviato da: andbad
Non ne sai molto di lanci spaziali, eh?
Il lancio è in orbita bassa, non c'è proprio possibilità che potesse raggiungere la velocità di fuga necessaria a sfuggire dall'orbita. Ma proprio zero, eh...

A quanto ne so lo stanno ancora cercando, il problema non dovrebbe essere del lanciatore (SpaceX) ma del deployer (fornito dalla Northrop). Il problema è che non sanno dov'è, ma quando ricadrà (perché ricadrà, senza il controllo da terra, essendo in orbita bassa) si disintegrerà al rientro.

By(t)e


No non ne so molto, so che a spinta sufficiente e sopratutto con un angolo di uscita alto qualsiasi oggetto può uscire dall'orbita terreste, altrimenti non si spiega come fanno le sonde a viaggiare nello spazio profondo.

Premetto che non so se Falcon 9 abbia le capacità o meno di far uscire un oggetto come un satellite fuori dalla gravità terrestre, quindi io ho ipotizzato un eventuale perdita di controllo del razzo vettore..
Se poi non è in grado allora vuol dire che ce lo ritroveremo da qualche parte
Lampetto10 Gennaio 2018, 09:36 #8
Originariamente inviato da: RaZoR93


Falcon 9 è classificabile come "Heavy Lifter" ed è assolutamente in grado di spingere payload oltre l'orbita terrestre.
Il Deep Space Climate Observatory delle NASA è stato lanciato da SpaceX ad L1 e Falcon 9 può attualmente spingere oltre 4 tonnellate fino all'orbita di Marte.


Ecco, allora avevo ragione...
zyrquel10 Gennaio 2018, 09:39 #9
Originariamente inviato da: RaZoR93
Falcon 9 è classificabile come "Heavy Lifter" ed è assolutamente in grado di spingere payload oltre l'orbita terrestre.

si, avrò scritto male, se lo prepari per un lancio in orbita terrestre non mi pare che ci sia modo di farlo uscire "per sbaglio" dall'orbita terrestre
RaZoR9310 Gennaio 2018, 09:39 #10
Stando a gran parte delle fonti ZUMA non è "disperso", è semplicemente rientrato e bruciato in atmosfera insieme al secondo stadio, dal quale non si è mai separato.

Falcon 9 ha raggiunto l'orbita corretta e dopo un paio di ore il secondo stadio ha completato le manovre previste per l'uscita dall'orbita e il rientro controllato in atmosfera.
Evidentemente il Payload Adaptor, che è responsabile del processo di separazione, non ha funzionato come previsto.
Da notare che per questo specifico lancio il Payload Adaptor è stato progettato e costruito da Northrop Grumman. Persino l'intero processo fisico di integrazione di ZUMA nel secondo stadio e fairing è stato svolto da NG, al di fuori delle infrastrutture SpaceX.

Dal momento che Falcon 9 ha raggiunto l'orbita target senza nessun problema, per SpaceX la missione è un successo completo e proprio per questo non sono previsti ritardi per gli altri 3 lanci rimanenti di Gennaio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^