SpaceX: il test di accensione per i motori Raptor per Starship!

SpaceX: il test di accensione per i motori Raptor per Starship!

SpaceX ha eseguito i primi test di accensione per i motori Raptor (successori dei Merlin 1D) che saranno installati prima su Starship Hopper e poi sulla versione a dimensioni reali della navicella di Elon Musk.

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale Scienza e tecnologia
SpaceX
 

Una piccola accensione per un motore, un grande passo per SpaceX! Elon Musk ha infatti mostrato su Twitter il primo test di accensione dei motori Raptor che succederanno ai Merlin 1D, avendo il doppio della spinta in fase di decollo, e che permetteranno all'essere umano (nelle intezioni della società) di arrivare sulla Luna, Marte o ancora più distante.

SpaceX Starship engine

I nuovi motori Raptor, in questo caso a grandezza naturale e in test statico, saranno integrati all'interno di Starship e ovviamente sono alla base dello sviluppo futuro della società statunitense.

Il test è avvenuto a McGregor, in Texas, e tre di questi motori saranno installati su Starship nella sua configurazione di prova iniziale. Il volo iniziale sarà "solo" a 5 chilometri di quota (massima), ma si tratta anche dell'inizio della sperimentazione sul campo di un progetto completamente nuovo. Ma tre motori Raptor è solo l'inizio: SpaceX punta a integrarne fino a sette su Starship e ben 31 sul booster Super Heavy (che servirà a dare la spinta propulsiva più grande).

I motori Raptor sfruttano il metano come carburante e il sistema è stato ampiamente riprogettato rispetto a quanto visto tre anni fa. Più economico, meno inquinante e soprattutto in grado di "ricaricarsi" in ambienti dove esiste metano (come per esempio su Marte).

Starship engine spacex

Ci vorranno circa tre mesi prima di vedere le prove di Starship e dei nuovi motori Raptor. I danni subiti dal vento durante una forte tempesta in Texas hanno sicuramente causato dei ritardi e altri ritardi potrebbero esserci nelle prossime settimane. Le stime, ottimistiche, di Musk, parlano del primo volo verso Marte senza equipaggio già nel 2022 mentre con equipaggio solamente due anni dopo (ma è ancora tutto molto fumoso).

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen05 Febbraio 2019, 09:15 #1
Interessante la questione del metano. Effettivamente non avevo pensato alla possibilita' di sfruttare quello presente sul suolo marziano. A questo punto sarebbe interessante capire se anche altre tecnologie piu' piccole, come Rover o generatori, possano utilizzare la stessa fonte, invece che energia solare o nucleare.
marcram05 Febbraio 2019, 10:44 #2
Originariamente inviato da: jepessen
Interessante la questione del metano. Effettivamente non avevo pensato alla possibilita' di sfruttare quello presente sul suolo marziano. A questo punto sarebbe interessante capire se anche altre tecnologie piu' piccole, come Rover o generatori, possano utilizzare la stessa fonte, invece che energia solare o nucleare.


La questione metano è fondamentale per i viaggi verso e soprattutto DA Marte...
Troppi problemi a portarsi dietro il carburante per il ritorno...
E non verrà utilizzato quello sul suolo marziano, ma verrà prodotto, insieme ad acqua e ossigeno, a partire dall'anidride carbonica di Marte.
Notturnia05 Febbraio 2019, 11:38 #3
quante tonnellate di metano servono visto che il metano ha un potere calorifico molto inferiore all'idrogeno/ossigeno usati adesso ?..
marcram05 Febbraio 2019, 12:37 #4
Originariamente inviato da: Notturnia
quante tonnellate di metano servono visto che il metano ha un potere calorifico molto inferiore all'idrogeno/ossigeno usati adesso ?..


Non viene usato idrogeno-ossigeno, ma kerosene-ossigeno...
Notturnia05 Febbraio 2019, 15:40 #5
il primo stadio usava Kerosene ma gli altri due usavano idrogeno liquido..

da wiki

"Stadi del razzo
Tranne che per uno dei suoi voli, il razzo Saturn V fu sempre composto in tre stadi (S-IC, S-II e S-IVB) e una zona dedicata alla strumentazione di controllo. Tutti e tre gli stadi utilizzavano l'ossigeno liquido (LOX) come ossidante. Come propellente, inoltre, il primo stadio utilizzava Cherosene (RP-1), mentre il secondo e il terzo idrogeno liquido (LH2). I tre stadi furono anche dotati di piccoli motori a combustibile solido, utilizzati per dare una spinta aggiuntiva della durata di pochi secondi al razzo per favorire la separazione degli stadi durante il lancio e garantire che i propellenti liquidi fossero sempre in fondo ai serbatoi in modo da avere un corretto funzionamento delle pompe. Gli stadi furono sviluppati da diversi appaltatori per conto della NASA."
Personaggio05 Febbraio 2019, 17:42 #6
Ma il Metano per bruciare, non ha bisogno di ossigeno? e su Marte da dove lo prendono? Non si dovrebbe usare un carburante che brucia in ambiente anaerobico?
marcram05 Febbraio 2019, 19:22 #7
Originariamente inviato da: Notturnia
il primo stadio usava Kerosene ma gli altri due usavano idrogeno liquido..

da wiki

"Stadi del razzo
Tranne che per uno dei suoi voli, il razzo Saturn V fu sempre composto in tre stadi (S-IC, S-II e S-IVB) e una zona dedicata alla strumentazione di controllo. Tutti e tre gli stadi utilizzavano l'ossigeno liquido (LOX) come ossidante. Come propellente, inoltre, il primo stadio utilizzava Cherosene (RP-1), mentre il secondo e il terzo idrogeno liquido (LH2). I tre stadi furono anche dotati di piccoli motori a combustibile solido, utilizzati per dare una spinta aggiuntiva della durata di pochi secondi al razzo per favorire la separazione degli stadi durante il lancio e garantire che i propellenti liquidi fossero sempre in fondo ai serbatoi in modo da avere un corretto funzionamento delle pompe. Gli stadi furono sviluppati da diversi appaltatori per conto della NASA."

Tu avevi detto "usati adesso"
Il Saturn V è roba del passato.
Se prendi il Falcon 9 di adesso, va a kerosene...

Originariamente inviato da: Personaggio
Ma il Metano per bruciare, non ha bisogno di ossigeno? e su Marte da dove lo prendono? Non si dovrebbe usare un carburante che brucia in ambiente anaerobico?

Dalla CO2. Processo di Sabatier.
rigelpd06 Febbraio 2019, 12:19 #8
Originariamente inviato da: Personaggio
Ma il Metano per bruciare, non ha bisogno di ossigeno? e su Marte da dove lo prendono? Non si dovrebbe usare un carburante che brucia in ambiente anaerobico?


Il metano verrà ricavato prendendo il carbonio dalla co2 dell'atmosfera e l'idrogeno dall'elettrolisi dell'acqua, in questo stesso modo si prenderà anche l'ossigeno necessario per la combustione.

Non bisogna considerare il metano prodotto su Marte una fonte di energia. E' più che altro un vettore, l'energia per generarlo sarà fornita da pannelli solari e sarà questa energia, immagazzinata nella molecola di metano, a far andare il razzo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^