SpaceX lancerà il primo razzo Falcon Heavy il 6 febbraio

SpaceX lancerà il primo razzo Falcon Heavy il 6 febbraio

L'annuncio di Elon Musk preannuncia il primo volo del più potente razzo della sua società SpaceX: il Falcon Heavy sarà lanciato per la prima volta il 6 febbraio, con un carico davvero molto speciale

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Scienza e tecnologia
SpaceX
 

Dopo un test dei motori che ha avuto successo, Elon Musk ha confermato che il Falcon Heavy di SpaceX prenderà presto il volo. La data da segnare per gli appassionati è il 6 febbraio, data in cui dovrebbe tenersi il volo di inaugurazione del nuovo razzo.

Il Falcon Heavy è costituito - con buon approssimazione - da tre Falcon 9 connessi fra loro. Lo scopo di questa configurazione è l'immissione in orbita di carichi più pesanti, nonché la possibilità di arrivare a orbite più lontane. Non mancano i rischi: si tratta di una nuova configurazione che deve ancora essere "tenuta a battesimo" ed è possibile che ci siano imprevisti e incidenti.

In questa occasione Elon Musk lancerà la sua Tesla Roadster personale verso Marte, con l'autoradio dell'automobile che suonerà "Space Oddity" di David Bowie. Se tutto procederà secondo il piano di Musk, l'automobile dovrebbe rimanere nello spazio per qualche milione di anni.

La scelta di cogliere questa occasione per mettere in scena questa mossa clamorosa (che non sarà niente più che una dimostrazione) non è casuale: dal momento che il Falcon Heavy potrebbe esplodere, il lancio di un carico "serio" potrebbe significare la perdita dello stesso; nel caso in cui tutto andasse bene, di contro, SpaceX avrebbe un buon ritorno pubblicitario.

Non sono ancora state diffuse ulteriori informazioni, a esclusione del fatto che il lancio avverrà dalla piattaforma 39A a Cape Kennedy.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
inited30 Gennaio 2018, 15:36 #1
Quantomeno, è già stato effettuato con successo un test di avvio statico dei motori del vettore, durante il quale per alcune decine di secondi tutti i 27 motori Merlin sono stati accesi e portati a diversi regimi per verificare che ciò fosse possibile senza intoppi, e che i sistemi di alimentazione dei carburanti e di raffreddamento degli stessi fossero in grado di funzionare.
LMCH30 Gennaio 2018, 15:37 #2
Mi chiedo se proverrano anche a recuperare i tre booster o se puntano alla massima spinta (visto dove vogliono lanciare l'auto) e quindi niente carburante per il rientro.
RaZoR9330 Gennaio 2018, 15:38 #3
Il test dei motori non è certo stato un problema: i motori sono sempre quelli, dei Merlin 1D. Credo proprio che la parte più critica sia il profilo aerodinamico a MaxQ e il momento di separazione dei booster; queste sono cose nuove per SpaceX e non è possibile testarle prima di un vero lancio.
gridracedriver30 Gennaio 2018, 15:43 #4
"In questa occasione Elon Musk lancerà la sua Tesla Roadster personale verso Marte, con l'autoradio dell'automobile che suonerà "Space Oddity" di David Bowie. Se tutto procederà secondo il piano di Musk, l'automobile dovrebbe rimanere nello spazio per qualche milione di anni."

Come si fa a non amarlo
RaZoR9330 Gennaio 2018, 15:48 #5
Originariamente inviato da: LMCH
Mi chiedo se proverrano anche a recuperare i tre booster o se puntano alla massima spinta (visto dove vogliono lanciare l'auto) e quindi niente carburante per il rientro.
Recuperano tutto, i 2 booster con ritorno in Florida e il core centrale in mare.

Una tesla roadster da neanche 2 tonnellate è un piuma per FH.
hfish30 Gennaio 2018, 16:29 #6
mi era sembrato di leggere che tutti e tre i primi stadi avrebbero fatto ritorno sulla terra ferma...
+Benito+30 Gennaio 2018, 16:34 #7
Gli auguro tutto il bene perchè se lo merita, sta sostituendo con la sua azienda quello che prima faceva una nazione...
Ma cavoli il passato insegna che tanti motori uguale tanti guai, è vero che con le simulazioni moderne si possono analizzare le cose mooooolto meglio rispetto ai tempi d'oro dell'era spaziale..speriamo fili tutto liscio.
Wonder30 Gennaio 2018, 16:58 #8
Ah bene altra spazzatura spaziale. La sua auto poi. Così tanto per farsi ridere dietro da qualche alieno, che deciderà quindi di distruggere la terra vista l'arretratezza della tecnologia in confronto alla loro
RaZoR9330 Gennaio 2018, 19:00 #9
Originariamente inviato da: Wonder
Ah bene altra spazzatura spaziale. La sua auto poi. Così tanto per farsi ridere dietro da qualche alieno, che deciderà quindi di distruggere la terra vista l'arretratezza della tecnologia in confronto alla loro
Non preoccuparti, l'auto non lascia di certo il sistema solare. Rimarrà in orbita attorno al Sole.
Zenida30 Gennaio 2018, 19:13 #10
Originariamente inviato da: Wonder
Ah bene altra spazzatura spaziale. La sua auto poi. Così tanto per farsi ridere dietro da qualche alieno, che deciderà quindi di distruggere la terra vista l'arretratezza della tecnologia in confronto alla loro


Che commento demente (senza offesa)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^