SpaceX tenterà di far atterrare il Falcon Heavy che lancerà oggi

SpaceX tenterà di far atterrare il Falcon Heavy che lancerà oggi

SpaceX si è detta pronta a tentare l'atterraggio del Falcon Heavy, il suo nuovo vettore il cui lancio d'inaugurazione è previsto per la giornata odierna. Una sfida notevole: saranno tre i booster da far atterrare insieme

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Scienza e tecnologia
SpaceX
 

SpaceX ha confermato che il primo tentativo di lancio del Falcon Heavy, il suo nuovo vettore per l'immissione in orbita di carichi pesanti, sarà anche il primo tentativo di atterraggio.

L'azienda ha confermato che tenterà di far atterrare tutti e tre i booster dopo il lancio, che è previsto in una finestra di 2 ore e mezza a partire dalle ore 13:30 EST di oggi (le 19.30 in Europa). I due booster laterali si sganceranno dall'unità centrale e rientreranno su piattaforme d'atterraggio apposite a Cape Canaveral, mentre il terzo razzo rientrerà su una nave-drone in mare.

Rispetto ai precedenti atterraggi dei Falcon, l'atterraggio dei tre booster del Falcon Heavy presenta nuove sfide che risiedono soprattutto nel fatto che saranno tre i razzi da gestire contemporaneamente. La coordinazione sarà vitale per permettere un rientro in atmosfera sicuro ed evitare collisioni e altri incidenti.

Per SpaceX si tratta di un nuovo tassello che va a inserirsi in un puzzle più complesso. Un puzzle fatto di piani di colonizzazione marziana, ma anche - più realisticamente - di messa in orbita di oggetti più pesanti o su orbite più lontane e non accessibili con i vettori attuali. Il Falcon Heavy è il razzo più potente a disposizione dai tempi del Saturn V, che portò l'uomo sulla Luna.

Il prossimo passo, stando ai piani di Elon Musk, è la creazione dei vettori per uscire dall'orbita terrestre e far diventare la nostra una specie multiplanetaria, con colonie su Marte. Un sogno che rimane ancora lontano, sebbene questa distanza sembri diminuire sempre più grazie all'avanzamento tecnologico cui assistiamo ormai ogni giorno. Per il momento, la NASA pensa di tornare sulla Luna.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Alfhw06 Febbraio 2018, 08:31 #1
Per la redazione: fu il Saturn V a portare l'uomo sulla luna e non l'Atlas V
zyrquel06 Febbraio 2018, 08:41 #2
SX tenterà di lanciare il suo primo falcon hevy, visto la perentuale di successi del falcon9 il rientro dei booster è forse la parte "meno importante" e "più facile" dell'intera missione

ricordiamo che il livello di aspettative ( almeno quello dichiarato al pubblico ) di Musk è: "speriamo non si danneggi il launch-pad"
RaZoR9306 Febbraio 2018, 09:38 #3
Originariamente inviato da: zyrquel
SX tenterà di lanciare il suo primo falcon hevy, visto la perentuale di successi del falcon9 il rientro dei booster è forse la parte "meno importante" e "più facile" dell'intera missione

ricordiamo che il livello di aspettative ( almeno quello dichiarato al pubblico ) di Musk è: "speriamo non si danneggi il launch-pad"
Falcon 9 ha un success rate del 95,8% con 46 successi su 48 missioni.
Slater9106 Febbraio 2018, 09:46 #4
Originariamente inviato da: Alfhw
Per la redazione: fu il Saturn V a portare l'uomo sulla luna e non l'Atlas V


Hai proprio ragione: ho corretto, grazie!
pingalep06 Febbraio 2018, 10:21 #5
con l'atlas V sulla luna ci porti i panini
Link ad immagine (click per visualizzarla)
LMCH06 Febbraio 2018, 10:23 #6
Questo lancio ha tre obiettivi:
1) dimostrare che SpaceX è in grado di portare carichi "pesanti" in orbita geostazionarie (ci riesce già con le ultime versioni di Falcon 9, ma per carichi paganti di peso inferiore)
2) dimostrare che il vettore può fare lanci interplanetari "pesanti"
(quelli che servono per lanciare sonde verso Giove o Saturno in tempi
e con carichi ragionevoli)
3) testare il sistema "a triplo booster" ed il recupero di tutti e tre i booster.

Se infilano tutti e tre gli obiettivi per SpaceX la cosa si traduce in letteralmente montagne di soldi dal governo USA, dalla NASA e da chiunque sia interessato al lancio di satelliti geostazionari "grossi" ed a missioni interplanetarie
(gli attuali lanciatori "pesanti" sono costosissimi mentre SpaceX può sfruttare l'economia di scala dei booster uguali a quelli dei Falcon 9 e la loro riutilizzabilità per proporre prezzi ultra-bassi ma comunque con un margine di guadagno più elevato che con i clienti a cui basta il Falcon 9).
Inoltre questo facilita il finanziamento di nuove iniziative riguardo Luna, Marte ed "iniziative in orbita terrestre".

Al lancio la parte più critica sono le sollecitazioni meccaniche (stress strutturale e vibrazioni) del sistema a tre booster ed il meccanismo di separazione; per questo come livelli di pressione dinamica se ricordo bene si tengono un 20% sotto di quello che può reggere un Falcon 9
(in modo che anche se ci sono problemi di quel tipo, siano gestibili e si possano ricavare dati su come risolverli per i lanci successivi).
Il recupero dei booster in tal senso è solo la ciliegina sulla torta
(anche se sarà MOLTO spettacolare a livello mediatico).

Poi lo stadio superiore verrà inserito in orbita geostazionaria spegnendo il propulsore una volta inserito nell'orbita di trasferimento e lasciandolo spento per 6 ore fino al raggiungimento della posizione prevista
(notare che sui Falcon 9 è rimasto spento per max 3 ore, a causa del freddo ecc. non è così "ovvio" che si riaccenderà.
A quel punto avranno raggiunto il secondo obiettivo, quello che apre un sacco di contratti "per roba pesante" governativo-militari e di altri clienti con esigenze di carico pagante simili.

Infine con la TERZA riaccensione dello stadio superiore, la Tesla di Musk verrà inserita in un orbita di trasferimento marziana, dimostrando la piena capacità per lanci interplanetari "pesanti".
Mars4ever06 Febbraio 2018, 11:45 #7
La diretta cade pure in un orario in cui si è a casa a parte chi lavora in negozio, imperdibile.
Ecco il link:
https://www.youtube.com/watch?v=wbSwFU6tY1c
+Benito+06 Febbraio 2018, 12:42 #8
Originariamente inviato da: zyrquel
SX tenterà di lanciare il suo primo falcon hevy, visto la perentuale di successi del falcon9 il rientro dei booster è forse la parte "meno importante" e "più facile" dell'intera missione

ricordiamo che il livello di aspettative ( almeno quello dichiarato al pubblico ) di Musk è: "speriamo non si danneggi il launch-pad"


Giuss06 Febbraio 2018, 14:33 #9
Originariamente inviato da: RaZoR93
Falcon 9 ha un success rate del 95,8% con 46 successi su 48 missioni.


Inoltre i problemi avuti risalgono a un bel po' di tempo fa, nel frattempo hanno fatto parecchi lanci senza il minimo problema.
marcram06 Febbraio 2018, 14:54 #10
Quindi ora nelle discussioni religiose possiamo sostituire la "Teiera di Russel" con la "Roadster di Musk"?

Forza Elon!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^