TSMC avvia la produzione valutativa per il processo 16nm FinFET Plus

TSMC avvia la produzione valutativa per il processo 16nm FinFET Plus

La fonderia taiwanese inizia a realizzare i primi chip di valutazione con il nuovo processo produttivo. Tra i primi clienti, per i quali la produzione in volumi sarà disponibile per il prossimo anno, NVIDIA

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:01 nel canale Scienza e tecnologia
NVIDIA
 

TSMC ha annunciato nel corso della giornata di ieri di aver avviato la produzione valutativa di chip utilizzando il processo FinFET Plus a 16nm (16FF+), tecnologia che verrà adottata da numerosi partner della fonderia taiwanese per la produzione, nel corso del 2015, dei chip di prossima generazione. Tra le prime compagnie ad appoggiarsi a questo processo produttivo vi sono NVIDIA, MediaTek ed LG Electronics.

L'avvio della cosiddetta "risk production" per il processo 16FF+ si traduce nella possibilità di avere sul mercato i primi prodotti commerciali realizzati con questa tecnologia nel corso del terzo trimestre del 2015. TSMC ha ufficialmente comunicato che l'avvio della produzione in volumi commerciali con il processo 16FF+ è fissato per il mese di luglio 2015.

I processi 16FF e 16FF+ di TSMC si affidano alle interconnessioni BEOL (Back-end-of-line) tratte dal processo produttivo SOC 20nm, ma fanno uso di transistor FinFET (tridimensionali), invece dei transistor planari. Questo approccio ibrido offre margine per incrementi prestazionali o per riduzioni del consumo energetico, ma non permetterà di ridurre in maniera significativa le dimensioni dei chip rispetto a quelli prodotti facendo uso della tecnologia 20nm SOC. Le interconnessioni BEOL permettono a TSMC di avviare più facilmente la produzione in volumi commerciali del chip con i nuovi processi 16FF e 16FF+

Secondo TSMC il processo 16FF+ offre il 15% di prestazioni in più, a parità di consumo energetico, rispetto al processo FinFET 16nm mentre, a parità di frequenza di lavoro, un risparmio del 30% nel consumo energetico. Se si sposta il confronto sui chip realizzati con tecnologia a 20 nanometri, i futuri chip 16FF+ saranno più veloci del 40% a parità di consumo oppure risparmieranno il 50% di energia a parità di clock.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
calabar13 Novembre 2014, 16:19 #1
Quindi immagino si vedrà qualcosa di concreto ad inizio 2016, tra poco più di un anno.
Non è immediato, ma a pensarci bene, e nell'ottica della stasi di questi ultimi anni, non è neppure tantissimo tempo.
Se il nuovo processo produttivo mantiene le premesse, bisogna dire che in un anno il salto su CPU e GPU potrebbe essere davvero notevole.
Kekko197813 Novembre 2014, 21:31 #2
Quindi le slide di nvidia confermano che Maxwell resterà a 28nm mentre Pascal avrà oltre alle HBM il nuovo pp a 16nm.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^