Accordo Microsoft e Poste Italiane insieme per professionisti, imprese e PA

Accordo Microsoft e Poste Italiane insieme per professionisti, imprese e PA

I servizi di Poste Italiane saranno integrati con Office 365, per fornire alle imprese e ai professionisti un pacchetto di servizi unico

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:56 nel canale Software
Microsoft
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
andy4527 Giugno 2013, 17:24 #11
Originariamente inviato da: calabar
Ciò nonostante, ci sono devi vantaggi, soprattutto a lungo termine.
Non devi acquistare licenze, e puoi avere sempre il software aggiornato senza spese extra se non quelle di manutenzione ordinaria dei sistemi.
Non ti ritrovi roba obsoleta di 10 anni prima perchè non si hanno i fondi per acquistare millemila licenze di Windows e dei Programmi, il che rende il sistema più aggiornato e sicuro.


Purtroppo sono i costi iniziali a "spaventare" ...senza contare il solito "contorno", addestramento del personale, eventuale sviluppo di software proprietari da usare nell'ufficio e cose simili.

Originariamente inviato da: calabar
Infine, non costringi il cittadino che deve interagire con te ad utilizzare software commerciale e formati proprietari per poter usufruire di un servizio che dovrebbe essere accessibile con la massima libertà nel miglior modo possibile.


Su questo concordo in pieno con te.
!fazz27 Giugno 2013, 17:25 #12
Originariamente inviato da: alexdal
I bambini scemi sempre scrivono le stesse cose:
era meglio il softuare linucs preso da internet.

Fa perdere la voglia di leggere anche le notizie serie!

La produttivita' con Outlook+Link con Access Word e Excel e' impagabile.

E se si associa un Lumia dove puoi gestire posta dell'ufficio, Link per la comunicazioni tra colleghi, calendario aziendale, excel che apri in due secondi, nessun softuare piratato in rete con un android del cavolo ti puo' dare


ottimo flame 7g

Originariamente inviato da: Gabro_82
Non meriti neanche risposta, devi galleggiare nella tua ignoranza.


i flame si segnalano e non si risponde insultando 5g
Spectrum7glr27 Giugno 2013, 17:25 #13
Originariamente inviato da: calabar
Ciò nonostante, ci sono devi vantaggi, soprattutto a lungo termine.
Non devi acquistare licenze, e puoi avere sempre il software aggiornato senza spese extra se non quelle di manutenzione ordinaria dei sistemi.
Non ti ritrovi roba obsoleta di 10 anni prima perchè non si hanno i fondi per acquistare millemila licenze di Windows e dei Programmi, il che rende il sistema più aggiornato e sicuro.
Infine, non costringi il cittadino che deve interagire con te ad utilizzare software commerciale e formati proprietari per poter usufruire di un servizio che dovrebbe essere accessibile con la massima libertà nel miglior modo possibile.



scusa ma qui stiamo parlando di una soluzione ad abbonamento (office365 aziendale) per utente...è un canone e ad esso sono connessi (a seconda del livello) una serie di servizi in cloud (che anzi ne costituiscono il "core": exchange, sharepoint, Lync etc etc).
Non è Office...anzi, di default non c'è NULLA di Office così come lo intendi (Word, excel, PP etc).

di fatto la base è un servizio exchange (+sharepoint) per il quale non ti devi curare di nulla a livello di hardware...poi puoi aggiungere vari optional (es. integrazione AD) tra cui se vuoi c'è il pacchetto office classico (che per altro si aggiorna all'ultima versione fin tanto che paghi l'abbonamento quindi ANCHE tra millemila anni sei sempre con "l'ultimo grido" sia in termini di backend che è costantemente curato da MS senza quindi necessità di investire risorse umane e di tempo che di client)...

fai due conti: un dipendente che prende 1200€ netti ti costa (pagati i contributi) circa 40k euro all'anno...la base costa 40€ all'anno per utente... lo 0,1% del costo di un dipendente...mettere in piedi un servizio di posta interno quanto ti costa? parlo di hardware, di personale che ci deve stare dietro, di tempo che perdi perchè succede un casino che il tuo personale (che per dirne una si può ammalare, può essere in ferie...) non è in grado di gestire con la stessa velocità di MS (o di google: secondo te perchè c'è qualcuno che paga google per la versione pro di google apps? perchè è un pirla?)...ogni mille dipendenti ti costa come 1 dipendente full time. Quale servizio IT interno ad un'azienda è concorrenziale con questi costi?
Mr_Paulus27 Giugno 2013, 17:46 #14
licenze corporate, queste sconosciute..poi stai a vedere che con questa soluzione c'è un risparmio che noi luminari dei forum non conosciamo..

le distribuzioni commerciali di Linux sono gratuite?quante aziende com competenze necessarie operano su tutto il territorio?quanto costa la manutenzione rispetto a una licenza corporate microsoft?costi di aggiornamento del personale?altre soluzioni paragonabili al mondo Office 365?

ah come è facile scrivere su un forum.
Spectrum7glr27 Giugno 2013, 18:01 #15
Originariamente inviato da: Mr_Paulus
le distribuzioni commerciali di Linux sono gratuite?


già, qui c'è gente che crede che redhat e suse campino d'aria...che chi ti fornisce soluzioni basate su redhat e suse campi d'aria...a che pro pgare per una soluzione Linux quando è free? sono tutti dei pirla? cerrrrrrto.
calabar27 Giugno 2013, 19:11 #16
Non mi sembra che nessuno abbia mai detto nulla del genere.
Con il software open non paghi il software, ma naturalmente paghi i servizi ad essi correlati. L'open source è un modello di business, non il fatebenefratelli.

Ciò nonostante non ti lega ad una specifica azienda e ai suoi formati proprietari, cosa che in questo caso secondo me è una pessima cosa.
Mr_Paulus27 Giugno 2013, 19:11 #17
Originariamente inviato da: Spectrum7glr
già, qui c'è gente che crede che redhat e suse campino d'aria...che chi ti fornisce soluzioni basate su redhat e suse campi d'aria...a che pro pgare per una soluzione Linux quando è free? sono tutti dei pirla? cerrrrrrto.


qui mi sa che si pensa che le PI debbano assumere tutti nerdacci da forum per installare ubuntu + openoffice sui loro pc
Mr_Paulus27 Giugno 2013, 19:14 #18
Originariamente inviato da: calabar
Non mi sembra che nessuno abbia mai detto nulla del genere.
Con il software open non paghi il software, ma naturalmente paghi i servizi ad essi correlati. L'open source è un modello di business, non il fatebenefratelli.

Ciò nonostante non ti lega ad una specifica azienda e ai suoi formati proprietari, cosa che in questo caso secondo me è una pessima cosa.


scusa eh, ma te pensi che la PA se ti spedisce un documento ti spedisce un docx o un pdf?

e comunque, anche da word si possono creare odf

ma poi, volete elencare una soluzione alternativa a office 365? qui si chiacchiera molto sull'openoffice ma non si è ancora fatto un nome.
SamFisher9227 Giugno 2013, 19:27 #19
Ma quale brividi, sudori freddi e open sorcio per forza, Poste italiane ora è un'azienda privata, a partecipazione statale, ma privata. Dunque può usare la tecnologia che più le aggrada senza farsi condizionare da scelte politiche (l'OS buono, l'OS cattivo, l'OS che non si blocca...). E a giudicare da come lo stato gestisce le aziende pubbliche, direi che qualunque soluzione scelga PI per l'informatizzazione è sempre meglio.

Comunque, docx è standard, open e anche migliore dei vari OD (che nessuno impedirà di usare).

Direi finalmente hanno adottato Office 365, così non assisteremo più ad un progressivo invecchiamento dei software.
calabar27 Giugno 2013, 19:29 #20
Originariamente inviato da: Mr_Paulus
scusa eh, ma te pensi che la PA se ti spedisce un documento ti spedisce un docx o un pdf?

e comunque, anche da word si possono creare odf

ma poi, volete elencare una soluzione alternativa a office 365? qui si chiacchiera molto sull'openoffice ma non si è ancora fatto un nome.

Purtroppo spediscono anche i docx. Triste storia.
Non sempre poi i PDF sono adatti, in molti casi è utile avere modelli di documento che puoi modificare.
La gestione degli odf di word è pessima. L'ultima volta che ho provato ho dovuto salvare in doc e poi aprire con libreoffice, il salvataggio in odt era una porcheria.

Soluzioni? Non sono esperto nel campo, ma direi che il classico openoffice può andare bene nella maggior parte dei casi, o se si preferisce il cloud ci sono i google docs.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^