in collaborazione con Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia

Conto alla rovescia per la fatturazione elettronica: quattro chiacchiere con Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia

Conto alla rovescia per la fatturazione elettronica: quattro chiacchiere con Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia

La fatturazione elettronica anche tra privati diventa realtà: Pierfrancesco Angeleri, managing director di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia ci aiuta a fare il punto della situazione tra risparmi e agilità operative

di pubblicata il , alle 11:41 nel canale Software
 

E' già dal giugno del 2014 che è entrato in vigore in Italia l'obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione. Da quella fatidica data, tutte le fatture emesse con la PA possono essere gestite solamente in formato elettronico. Passati tre anni, il 30% delle aziende italiane - contro il 18% della media europea - fa quotidianamente uso della fatturazione elettronica, attestando un inatteso successo dell'operazione. L' Osservatorio Fatturazione Elettronica del Politecnico di Milano ha già avuto modo di esprimersi sui benefici dell'uso della fatturazione elettronica, che consente di generare un risparmio fino a 17 euro a fattura, e cioè un risparmio annuo complessivo di oltre 1 miliardo di euro.

E’ su questi presupposti che il legislatore si è occupato di stimolare l’introduzione della fatturazione elettronica anche tra privati, in ambito B2B. Si tratterà di un'importante novità per le imprese e i professionisti, chiamati ad adeguarsi rapidamente alla nuova normativa per poter partecipare alle piattaforme digitali, come ad esempio il Sistema di Interscambio, che avranno gli stessi requisiti richiesti dalla legge. Tutto ciò consentirà alle parti l'emissione e la ricezione di fatture completamente in formato digitale.

E' tempo di obblighi: dal prossimo 1 luglio 2018 tutti i subappaltatori della pubblica amministrazione e le realtà appartenenti alla filiera dei carburanti dovranno provvedere alla fatturazione elettronica, mentre il termine ultimo per tutte le operazioni tra aziende scatterà l'1 gennaio 2019. Ne parliamo con Pierfrancesco Angeleri, managing director di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia che grazie a Fattura SMART si occupa di venire incontro a coloro i quali si trovano a dover recepire il nuovo obbligo normativo.

Un primo passo il prossimo 1 luglio, e al via effettivo fra sei mesi: la fatturazione elettronica è un passaggio epocale?

Angeleri: “Si, sono convinto che l’avvio strutturato di questo processo sia una svolta davvero importante. Innanzitutto perché la base della fatturazione elettronica è stata la discussione. Lo scambio di opinioni ed idee di stakeholders anche distanti o magari contrapposti. L’Agenzia delle Entrate, le rappresentanze categoriali e gli ordini, le singole aziende, le filiere produttive, i liberi professionisti, le istituzioni, tutti hanno contribuito e la generale dialettica ha prodotto uno strumento che senz’altro modernizzerà il Paese. L’Italia gravita sempre nelle ultime posizioni nelle classifiche che trattano di tecnologia, salvo che si parli di smartphone. Ma possedere la tecnologia non significa affatto utilizzarla e utilizzarla al meglio. Abbiamo problemi di connettività, ma anche di rapporto con il digitale. La trasformazione digitale è un fatto anche culturale e attitudinale.

In molti sono già sul piede di guerra, con questi obblighi si è forzata la mano?

L’introduzione di un obbligo digitale non potrà che essere un vantaggio e un beneficio. Considero al di là di ogni ragionevole dubbio che la digitalizzazione farà del gran bene alla competitività. La trasformazione digitale che parte dall’obbligo della fatturazione elettronica proseguirà perché i vantaggi che derivano dalla digitalizzazione saranno evidentissimi, in termini di risparmi, di recupero di efficienza, di efficacia e di semplificazione. Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia considera i propri clienti, le PMI, i commercialisti, gli studi professionali, al centro ed essenziali in questa trasformazione ed in tal senso abbiamo proposto loro degli applicativi ideali per semplicità, flessibilità, prestazioni ed affidabilità. Fattura SMART è un software ingegnerizzato su misura delle piccolissime e piccole imprese, i nuovi moduli di fatturazione elettronica di Arca EVOLUTION sono invece l’ideale per le PMI. Abbiamo talmente centrato le esigenze della nostra clientela che addirittura alcuni studi offrono il nostro software ai loro clienti quale strumento di marketing e di fidelizzazione!

Ci racconta lo stato dell’arte e i vantaggi della fatturazione elettronica?

L’Osservatorio Fatturazione Elettronica ed eCommerce B2B del Politecnico di Milano ci evidenzia come ogni anno in Italia vengano emesse circa 1,3 miliardi di fatture tra privati e circa un miliardo di fatture verso i consumatori. La somma fa 2,3 miliardi e credo che il risparmio generato dalla digitalizzazione di una tale massa di documenti sia evidente per tutti. Sempre l’Osservatorio Fatturazione Elettronica valuta tra i 7,5 e gli 11,5 Euro il costo per ogni fattura per un’organizzazione che ne emette più di 3mila all’anno. Direi che i risparmi generati dall’assenza di attività fisiche quali imbustamento, spedizione e archiviazione e i ridotti costi di tutte queste attività in digitale parlino da sé.

Ma chi ne tra i benefici, alla fine?

La fatturazione elettronica è la classica situazione nella quale tutti gli attori coinvolti traggono vantaggi. I clienti e fornitori in qualche modo si integrano e dialogano anche su piani prima sconosciuti e addirittura considerati sospetti, le professionalità in tutte le tipologie di aziende, grandi o piccole, si modificano insieme ai tempi di compilazione, spedizione, archivio delle fatture. Il rapporto con gli enti centrali si distende, la digitalizzazione rende l’agenzia delle entrate più neutra e in questo caso la tecnologia può apparire come una livella. Ma anche il sistema bancario potrà dirsi beneficiato dall’introduzione della fatturazione elettronica, ad esempio nell’erogazione di crediti, poiché la fase del controllo è molto più rapida e regolamentata. Se l’esistenza fiscale di documenti è dimostrata dal Sistema di Interscambio, la verifica è più facile e l’erogazione di un credito avrà basi più solide. E poi il mondo professionale potrà finalmente gestire un processo in automatico, potrà beneficiare dei “big data” che emergeranno dalla fatturazione digitale e che in automatico confluiranno nei gestionali contabili. Il tessuto imprenditoriale italiano è composto principalmente da imprese medio – piccole e addirittura piccolissime. Strutture che non hanno mai la possibilità di avere un CFO. Questa figura è però essenziale in un processo di crescita e di sviluppo. La fatturazione elettronica libera risorse che i professionisti investiranno in consulenza che andrà a tutto beneficio dello sviluppo del nostro Paese. A tutto questo ha pensato Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia nella creazione dei software di fatturazione elettronica. Soluzioni moderne, innovative, sempre disponibili per l’emissione e la ricezione di fatture e parcelle, che generano un flusso dati strutturato per automatizzarne l’importazione nei gestionali di contabilità. Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia è prima di tutto concentrata nello sviluppo complessivo dei professionisti. La trasformazione digitale in atto è la chiave di volta per un salto di qualità necessario allo sviluppo sia professionale sia della clientela degli studi professionali. L’automazione dei processi a basso valore aggiunto libera spazio per servizi ad alto valore aggiunto. Sembra ridondante ma è così: lo sviluppo corretto e affidabile di un software che rende automatico ciò che ieri era manuale contribuisce allo sviluppo del benessere complessivo del nostro Paese. Siamo consci del nostro ruolo e per questo puntiamo molto sulla ricerca e sviluppo per offrire applicativi sempre più efficaci proprio nell’ottica dello sviluppo continuo.”

Dunque lo sviluppo del Paese passa attraverso la trasformazione digitale?

Assolutamente sì. Lo vediamo nei settori più disparati. La tecnologia apporta efficienza, efficacia, precisione, sviluppo e in definitiva benessere. Lo hanno capito tutti gli attori della vita produttiva del Paese. Basti vedere il successo delle iniziative per Industria 4.0 diventate poi Impresa 4.0. Gli incentivi hanno spinto l’intero movimento manifatturiero all’investimento in tecnologia e automazione. Questo farà dell’Italia un Paese più moderno e competitivo. Altrettanto succede nei servizi e nel supporto all’imprenditoria. La trasformazione digitale è sempre più presente negli studi professionali italiani: nel 2017 la spesa in tecnologie ICT di avvocati, commercialisti e consulenti del lavoro italiani, ha superato il miliardo e 100 milioni di euro, con una crescita del 2,6% sull’anno precedente. La crescita del digitale, trainata da investimenti per l’adeguamento a obblighi normativi, serve anche come leva per innovare i servizi, migliorare l’efficienza dei processi lavorativi dei professionisti e la relazione con la loro clientela. L’Osservatorio della School of Management del Politecnico di Milano, al quale dobbiamo queste rilevazioni, stima una crescita degli investimenti in tecnologia digitale di quasi 4 punti percentuali per quest’anno.

E' un passaggio difficile per gli studi di professionisti?

I professionisti hanno compreso che l’evoluzione in senso digitale del mondo produttivo loro cliente non poteva non coinvolgerli. Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia lavora quotidianamente a stretto contatto con il mondo professionale e percepiamo molto bene i bisogni digitali della nostra clientela. Questo ci ha portato a sviluppare applicativi e suite con concetti radicalmente diversi da tutto l’esistente. Siamo convinti che la trasformazione digitale, della quale noi siamo attori primari, debba tradursi in efficacia, in semplicità, in usabilità, debba adattarsi alla mobilità e alla multicanalità. Questi sono i concetti della digital transformation. Per sostenere questa trasformazione abbiamo avviato anche un roadshow che porterà la tematica in giro per l’Italia fino alla fine di novembre. Toccheremo centri grandi e piccoli e parleremo ad una platea di professionisti e imprese illustrando le nostre soluzioni Fattura SMART per le piccole e piccolissime imprese e i moduli di fatturazione elettronica di Arca EVOLUTION, il gestionale dedicato alle PMI, che permettono al professionista di essere al centro dell’attività della fatturazione per mantenere il fondamentale controllo dell’intero processo ma, al contempo, alleggerire lo Studio di molto lavoro a basso valore aggiunto e alle PMI di automatizzare i processi e recuperare efficienza per dedicarsi anch’esse ad attività ad alto valore aggiunto. Gli incontri rendono ancora più chiaro quanto tutto questo sia possibile grazie all’automazione che la digitalizzazione consente e grazie alla collaborazione con la clientela nel processo di dematerializzazione delle fatture. I vantaggi della fatturazione elettronica e della dematerializzazione dei processi si trasformano in possibilità di investimento in tempo e conoscenza per uno sviluppo organico delle imprese e in definitiva del Paese. Siamo fieri che Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia possa essere al centro di tutto questo.”

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

 
^