Google elimina dal Chrome Web Store le estensioni per il mining di criptovalute

Google elimina dal Chrome Web Store le estensioni per il mining di criptovalute

La stragrande maggioranza delle estensioni per il mining di criptovalute non rispetta due semplici linee guida fissate da Google: la società usa il pugno duro e le vieta tutte

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Software
GoogleChrome
 

Nei giorni scorsi Google ha annunciato la rimozione dal Chrome Web Store di tutte le estensioni che si occupano del mining di criptovalute, in un'azione volta a ridurre i rischi e i pericoli per l'utente. Nei mesi scorsi Google aveva definito una serie di linee guida da rispettare affinché le estensioni di mining potessero essere accolte sullo store, improntate sul condivisibile principio della trasparenza.

Google aveva fondamentalmente chiesto chiarezza agli sviluppatori di estensioni per il cryptomining, ponendo due semplici regole: che lo scopo dell'estensioni fosse chiaro (cioè di non nascondere le operazioni di mining dietro altre presunte funzionalità) e che informassero adeguatamente l'utente sul comportamento dell'app e sul suo uso delle risorse di sistema.

Indicazioni che a quanto pare sono cadute nel vuoto, dato che pare che almeno il 90% delle estensioni relative al mondo delle criptovalute che sono state aggiunte al Chrome Web Store non rispettano le due indicazioni del colosso di Mountain View. Che a questo punto si è vista costretta ad usare il pugno duro decidendo di rimuovere dallo store tutte le estensioni che effettuano operazioni di cryptomining.

"Le estensioni della piattaforma mettono a disposizione capacità potenti che hanno permesso alla nostra comunità degli sviluppatori di costruire un catalogo di estensioni che aiutano a trarre il massimo da Chrome. Sfortunatamente le stesse funzionalità hanno attratto sviluppatori di software dannoso che tentano di abusare della piattaforma a spese degli utenti. Questa decisione è un altro passo in avanti per assicurare che gli utenti di Chrome possano godere dei benefici delle estensioni senza esporsi a rischi nascosti" ha spiegato Google sul blog di Chromium.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^