Il Microsoft Store non è il futuro per Microsoft, ma nemmeno il presente

Il Microsoft Store non è il futuro per Microsoft, ma nemmeno il presente

I numeri emersi in uno scontro legale danno una misura di quanto il Microsoft Store sia indietro rispetto alla concorrenza: tra il 2014 e il 2016 ha visto ridotto l'impegno degli sviluppatori dell'87%

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Software
MicrosoftWindows
 

Il Microsoft Store non ha ottenuto il successo che l'azienda sperava, né all'epoca di Windows Phone né con le versioni desktop di Windows. A confermarlo sono alcuni documenti emersi nel corso di un conflitto legale tra Microsoft e alcuni lavoratori licenziati, secondo i quali c'è stato un tracollo nell'interesse degli sviluppatori tra il 2014 e il 2016.

È in corso un processo che vede da un lato Microsoft, e dall'altra lavoratori temporanei che si occupavano di effettuare test sulle applicazioni pubblicate sul Microsoft Store (all'epoca Windows Store). Tali lavoratori erano in realtà formalmente assunti da società appaltatrici, salvo essere licenziati in tronco - e avviare una battaglia legale contro Microsoft per questo. L'analisi della situazione, complessa e riguardante specifiche legislazioni statunitensi, è al di fuori degli scopi di questo pezzo, ma offre in realtà elementi interessanti per valutare il successo del Microsoft Store.

Tramite il Freedom Of Information Act, che determina la possibilità di accedere a qualunque atto pubblico senza limitazioni, è stato infatti possibile ottenere le carte del processo da parte di Bloomberg. All'interno di queste è presente un'interessante stima del calo dell'interesse degli sviluppatori per la piattaforma: se nel 2014 furono caricate 1,1 milioni di applicazioni (come nuove app o aggiornamenti di app già presenti), nel 2016 tale numero calò ad appena il 13% di tale cifra, ovvero circa 143.000.

Un tracollo che è possibile spiegare con il fatto che Microsoft offriva inizialmente incentivi monetari per pubblicare applicazioni sulla sua piattaforma, portando a un'esplosione di applicazioni totalmente inutili e create appositamente per sfruttare gli incentivi. Con l'arrivo di Windows 10 e la morte di Windows Phone, la perdita di importanza dello Store è stata una conseguenza logica e un'ulteriore causa del tracollo.

Questi numeri non sono confortanti per Windows come piattaforma in generale: se gli sviluppatori non hanno interesse a utilizzare le nuove tecnologie messe a disposizione da Microsoft, diventerà impossibile per l'azienda andare oltre le API Win32 e andare verso quel futuro di un'unica versione di Windows in esecuzione su più piattaforme di cui si parla da molti anni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

80 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Simone Mesca19 Settembre 2018, 14:24 #1
Windows è nato con le app tradizionali e morirà (SE morirà con quelle. Stessa cosa per il menù start. A tutti i miei clienti installo Classic Shell, opportunamente modificato.

Fine.
Dumah Brazorf19 Settembre 2018, 14:30 #2
C'è qualcuno che ha mai usato lo store?
E' la prima cosa che cancello dalla barra delle applicazioni, dopo aver creato un utente offline.
Gyammy8519 Settembre 2018, 14:36 #3
Lo store non lo trovo affatto male, trovo simpatica la possibilità di giocare ai titoli per mobile sul pc. È strano che in un forum come questo l'utenza sia così disgustata da questa cosa, boh...ma tanto è roba Microsoft e fa schifo a prescindere, in questo caso la rosa con un nome diverso profumerebbe.
Dai su, torniamo all'interfaccia a riga di comando, come i veri pro.
aqua8419 Settembre 2018, 14:37 #4
Originariamente inviato da: Dumah Brazorf
C'è qualcuno che ha mai usato lo store?
E' la prima cosa che cancello dalla barra delle applicazioni, dopo aver creato un utente offline.

se non fosse stato per quei "pochi" Lumia quasi nessuno avrebbe usato lo Store di Microsoft, sicuramente non gli utenti desktop.
Gyammy8519 Settembre 2018, 14:37 #5
Originariamente inviato da: Dumah Brazorf
C'è qualcuno che ha mai usato lo store?
E' la prima cosa che cancello dalla barra delle applicazioni, dopo aver creato un utente offline.


Peccato sei arrivato secondo
Comunque io lo uso, e il pc funziona ancora, boh.
Jok3r8819 Settembre 2018, 14:47 #6
un aborto, brutto, fatto male, poco intuitivo. Windows ha avuto tutto questo successo perché è stato il primo, ma più lo rifletto più mi rendo conto di come ad user experience siano messi proprio male.
GG16719 Settembre 2018, 14:55 #7
Lo Store è fatto bene ma è scarso in contenuti.
E ci sarebbe da capire l'utilità di una app su un pc.
Ecco perché, chiusa l'era mobile di Microsoft, anche lo Store con le sue app è destinato a sparire.
macs31119 Settembre 2018, 14:56 #8
non uso lo store ma non mi dà alcun fastidio.

l'unica app che ci ho scaricato è quella di Netflix, e con quella posso scaricarmi i film e vederlo offline anche su portatile, esattamente come su cellulare. così posso portarmi tranquillamente e facilmente film in viaggio senza problemi.
D4N!3L319 Settembre 2018, 14:58 #9
Originariamente inviato da: Gyammy85
Lo store non lo trovo affatto male, trovo simpatica la possibilità di giocare ai titoli per mobile sul pc. È strano che in un forum come questo l'utenza sia così disgustata da questa cosa, boh...ma tanto è roba Microsoft e fa schifo a prescindere, in questo caso la rosa con un nome diverso profumerebbe.
Dai su, torniamo all'interfaccia a riga di comando, come i veri pro.


Personalmente gradisco le innovazioni se sono sensate, le poche volte che ho usato lo store tuttavia ho avuto problemi di tutti i tipi che mi costringe a dire come la mia esperienza sia stata negativa.
Tedturb019 Settembre 2018, 15:15 #10
Come minimo adesso si compreranno Trolltech e si butteranno su Qt

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^