16,7 milioni di accessi a banda larga in Italia, quasi un terzo a più di 30 Mbps

16,7 milioni di accessi a banda larga in Italia, quasi un terzo a più di 30 Mbps

AGCOM ha rilasciato gli ultimi dati del mercato italiano per quanto riguarda le connessioni di rete fissa. Ecco tutti i numeri dell'Osservatorio

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale TLC e Mobile
 

AGCOM ha annunciato gli ultimi dati dell'Osservatorio sulle Comunicazioni relativi allo scorso mese di marzo, che mostrano un aumento negli accessi alla rete fissa per il sesto trimestre consecutivo grazie all'andamento delle linee a banda larga. Le linee di rete fissa in Italia sono 16,8 milioni, nonostante la riduzione degli accessi a banda larga su tecnologia xDSL (-1,69 milioni). Tale declino viene più che bilanciato dalla crescita degli accessi con tecnologie superiori (+2,64 milioni), fra cui nello specifico il boom di nuove attivazioni su reti FTTC e FTTH.

Crescono anche gli accessi alle FWA (Fixed Wireless Access), che raggiungono quota 1,1 milioni di linee. I numeri sono positivi anche per quanto riguarda le velocità di connessione: gli accessi a più di 30 Mbps hanno un peso del 31,2% del totale e sono adesso in numero superiore rispetto a quelli a velocità inferiore ai 10 Mbps, mentre le connessioni fra i 30 e i 100 Mbps sono 3,1 milioni. Arrivano a 2,1 milioni gli accessi a più di 100 Mbps, con un evidente aumento rispetto all'anno scorso quando si registravano meno di un milione di accessi.

Per quanto riguarda gli accessi sia broadband che ultrabroadband, è TIM ad essere l'operatore leader in Italia con una quota del 44,9%, seguito da Vodafone, Fastweb e WindTre che vantano quote comprese fra il 14 e il 15% circa. Il peso di TIM si fa più evidente se si considerano le sole reti ultrabroadband, con una quota del 47,5% per le connessioni da oltre 30 Mbps, e di quasi l'80% per quanto riguarda le connessioni da 30 a 100 Mbps grazie alla grande diffusione negli ultimi mesi delle linee in fibra su rete mista rame (FTTC). È invece Fastweb il leader delle connessioni a più di 100 Mbps, con un peso di quasi il 50%.

L'Osservatorio ha analizzato anche la crescita delle linee di rete mobile, con un aumento su base annua di 2,5 milioni di SIM: in realtà le SIM solo voce e voce+dati si sono ridotte di 1,6 milioni di unità, laddove sono però cresciute le SIM M2M (Machine to Machine) di 4,1 milioni di unità. Wind Tre  e TIM sono leader per quanto riguarda le quote di mercato (30,8% entrambe), mentre l'operatore principale è Wind Tre se si considerano solo le SIM "human", escludendo quindi le M2M, con una quota del 35%. Crescono le SIM e anche il consumo di dati in mobilità.

L'Osservatorio ha misurato un consumo di traffico dati su un totale di 52 milioni di SIM, con un consumo medio per ciascuna di circa 3,42 GB al mese. Si tratta di un aumento del 53,4% del traffico dati su un aumento di SIM connesse ad internet di solo il 3,2%. È chiaro che hanno giocato un ruolo importante le nuove opzioni di traffico più permissive da parte degli operatori, per una tendenza che è prevista in chiaro aumento nei prossimi mesi. Diminuiscono invece gli SMS inviati: meno di 4 miliardi da inizio anno, con una riduzione del 26%.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maatp23 Luglio 2018, 19:24 #1

Solite statistiche all'italiana

Ovviamente sono statistiche fatte solo sui contratti non sulle effettive velocità. Ad esempio nel mio paese c'è solo la FTTC di TIM, il mio armadio dista 1,1 km e la mia linea è ben 13 Mbps / 1Mbps ma il contratto è da 30 Mbps (perché quello da 200 o da 100 aveva disturbi tali da andare pure più piano).
Ovviamente pago come chi abita a due metri dall'armadio ed ha un bel 198/18 o pure di più.

Fate statistiche serie basate su sondaggi e vedrete come è contenta l'utenza FTTC.

Il brutto è che queste statistiche farlocche influiscono anche su eventuali sviluppi FTTH Openfiber ecc. perché per "statistica" risulta una connessione da 30 in linea coi dettami governativi ma che in realtà è ben sotto il limite di decenza.
domthewizard23 Luglio 2018, 19:40 #2
Originariamente inviato da: maatp
Ovviamente sono statistiche fatte solo sui contratti non sulle effettive velocità. Ad esempio nel mio paese c'è solo la FTTC di TIM, il mio armadio dista 1,1 km e la mia linea è ben 13 Mbps / 1Mbps ma il contratto è da 30 Mbps (perché quello da 200 o da 100 aveva disturbi tali da andare pure più piano).
Ovviamente pago come chi abita a due metri dall'armadio ed ha un bel 198/18 o pure di più.

Fate statistiche serie basate su sondaggi e vedrete come è contenta l'utenza FTTC.

Il brutto è che queste statistiche farlocche influiscono anche su eventuali sviluppi FTTH Openfiber ecc. perché per "statistica" risulta una connessione da 30 in linea coi dettami governativi ma che in realtà è ben sotto il limite di decenza.

agcom non può andare porta a porta a chiedere a tutti gli italiani quanto fanno di internet, quindi è normale e logico che si basano sulle velocità nominali. e openfiber lo sa come funziona l'attuale tecnologia e sa anche che chi vive a 2km dall'armadio andrà a 10 mega e non 200
Wolland23 Luglio 2018, 19:45 #3
Si possono tranquillamente fare rilevamenti, vista l'importanza della questione.
E ovviamente non si faranno, visto che non ci sono obblighi reali, circa un servizio ormai indispensabile.
Gyammy8523 Luglio 2018, 20:02 #4
A casa ho la Vodafone 100 mega ma pur avendo l'armadio vicino non vado a più di 60
GmG23 Luglio 2018, 20:53 #5
Originariamente inviato da: maatp
Ovviamente sono statistiche fatte solo sui contratti non sulle effettive velocità. Ad esempio nel mio paese c'è solo la FTTC di TIM, il mio armadio dista 1,1 km e la mia linea è ben 13 Mbps / 1Mbps ma il contratto è da 30 Mbps (perché quello da 200 o da 100 aveva disturbi tali da andare pure più piano).
Ovviamente pago come chi abita a due metri dall'armadio ed ha un bel 198/18 o pure di più.

Fate statistiche serie basate su sondaggi e vedrete come è contenta l'utenza FTTC.

Il brutto è che queste statistiche farlocche influiscono anche su eventuali sviluppi FTTH Openfiber ecc. perché per "statistica" risulta una connessione da 30 in linea coi dettami governativi ma che in realtà è ben sotto il limite di decenza.




Link ad immagine (click per visualizzarla)


ed è una 100 mega
RenatoT24 Luglio 2018, 03:58 #6
Ma avere la fibra direttamente in casa, evita problemi di distanza dall'armadio?
coschizza24 Luglio 2018, 07:30 #7
Originariamente inviato da: maatp
Ovviamente sono statistiche fatte solo sui contratti non sulle effettive velocità. Ad esempio nel mio paese c'è solo la FTTC di TIM, il mio armadio dista 1,1 km e la mia linea è ben 13 Mbps / 1Mbps ma il contratto è da 30 Mbps (perché quello da 200 o da 100 aveva disturbi tali da andare pure più piano).
Ovviamente pago come chi abita a due metri dall'armadio ed ha un bel 198/18 o pure di più.

Fate statistiche serie basate su sondaggi e vedrete come è contenta l'utenza FTTC.

Il brutto è che queste statistiche farlocche influiscono anche su eventuali sviluppi FTTH Openfiber ecc. perché per "statistica" risulta una connessione da 30 in linea coi dettami governativi ma che in realtà è ben sotto il limite di decenza.

Agcom ti da da anni un tool per testare la linea e ha creato una mappa dettagliata del paese via per via in base alle misure stimate e reali. Quindi la statistica è reale non fatta a caso come dici tu è sappi che di tutti quelli che conosco hanno la fibra io che vado a 130 rispetto ai 200 massimi sono quello che va peggio. Ho anche chi va a 950 su 1000 e vive in periferia
bfg900024 Luglio 2018, 09:07 #8
Originariamente inviato da: coschizza
Agcom ti da da anni un tool per testare la linea e ha creato una mappa dettagliata del paese via per via in base alle misure stimate e reali. Quindi la statistica è reale non fatta a caso come dici tu è sappi che di tutti quelli che conosco hanno la fibra io che vado a 130 rispetto ai 200 massimi sono quello che va peggio. Ho anche chi va a 950 su 1000 e vive in periferia


Parli perchè hai delle informazioni dirette e non lette da qualche parte su internet? No perchè il fatto che tu conosca gente che ha delle buone percentuali sulla connessione nominale di contratto non è che sia proprio significativo...
Phopho24 Luglio 2018, 09:26 #9
Originariamente inviato da: RenatoT
Ma avere la fibra direttamente in casa, evita problemi di distanza dall'armadio?


chiamasi FTTH ossia fiber to the home. è la miglior connessione che possa esserci. si arriva al gigabit in down e 200 mbit in up (con i contratti in essere per privati).
futu|2e24 Luglio 2018, 09:29 #10
Originariamente inviato da: RenatoT
Ma avere la fibra direttamente in casa, evita problemi di distanza dall'armadio?


Non ci dovrebbero essere i problemi di dispersione dovuti al doppino.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^