Ericsson e Telecom Italia: stazioni radio a energia solare

Ericsson e Telecom Italia: stazioni radio a energia solare

Iniziata una sperimentazione per portare anche in Italia siti radio mobile alimentati a energia solare

di pubblicata il , alle 12:03 nel canale TLC e Mobile
 

Solitamente siamo abituati a vedere le base station della rete cellulare alimentate a energia solare nei paesi in via di sviluppo, dove quella dei pannelli solari è pressoché l'unica fonte di energia elettrica disponibile, nelle zone non raggiunge da una infrastruttura di distribuzione.

Ora, grazie alla collaborazione tra Ericsson e Telecom Italia, potremo cominciare a vedere questo tipo di soluzioni anche nel nostro Paese. Eco Smart, questo il nome della soluzione fornita da Ericsson, utilizza pannelli solari flessibili e può coprire fino al 100% del fabbisogno di energia di un sito radio mobile.

Si tratta di una struttura a energia solare, sviluppata e ingegnerizzata in Italia, che si adatta perfettamente alla forma dei siti radio mobili e offre vantaggi rilevanti in termini di riduzione dei costi per l’alimentazione energetica, che possono rappresentare anche il 50% dei costi operativi dei siti di telecomunicazione, con una particolare attenzione agli impatti ambientali attraverso la riduzione delle emissioni di CO2.

Al momento la sperimentazione è in corso a L’Aquila, sfruttando la concomitanza di un G8 nella cui agenda erano ben evidenti le sfide ambientali. La soluzione Eco Smart può essere utilizzata per qualsiasi tipo di sito radio mobile - 2G, 3G e LTE - e anche per siti multi-vendor. L'impatto visivo della struttura è maggiore rispetto a quello di una semplice antenna, ma è probabile che nei prossimi anni soluzioni del genere rientreranno sempre più spesso nel panorama, del nostro Paese e d'Europa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Luca6910 Luglio 2009, 12:13 #1
Speriamo che ora non simettano a rubare i pannelli!
SwatMaster10 Luglio 2009, 12:21 #2
La via è buona. Speriamo solo che non avvengano i soliti mangia-mangia, ritardi e lavori "all'italiana".
Severnaya10 Luglio 2009, 12:22 #3
speranza vana
Myzhar10 Luglio 2009, 12:28 #4
L'idea è buona, peccato che già le antenne siano brutte... con i pannelli diventeranno ancora più ingombranti e forse più brutte.
L'importante però è risparmiare sull'energia, è l'ora che tutti si muovano in questo senso
Freeskis10 Luglio 2009, 12:36 #5
per chi ce le ha su casa sarà più facile metterle fuori uso
cristo197610 Luglio 2009, 13:05 #6
Io sono un fautore delle rinnovabili però questi impianti sono "strategici" nel senso che oramai bisogna garantire la continua funzionalità del servizio.

Questo per dire che va bene il solare, a patto che i ripetitori in questione siano SEMPRE collegati alla rete elettrica nazionale (come avviene per la stragrande maggioranza degli impianti fotovoltaici).

Il problema è che la nostra rete nazionale non digerisce bene questo tipo di produzione puntiforme esteso...ma questa è un'altra storia.
fabri8510 Luglio 2009, 13:10 #7
per evitare che ci rubino i pannelli basta cacciare fuori gli exstra comunitari.

o almeno qui da me li hanno beccati ed erano tutti rumeni e albanesi... erano circa una ventina... c'è stato anche il servizio al tg3... ma come al solito lo hanno sminimizzato
SwatMaster10 Luglio 2009, 13:17 #8
Originariamente inviato da: fabri85
per evitare che ci rubino i pannelli basta cacciare fuori gli exstra comunitari.

o almeno qui da me li hanno beccati ed erano tutti rumeni e albanesi... erano circa una ventina... c'è stato anche il servizio al tg3... ma come al solito lo hanno sminimizzato


Sarebbe meglio editare il messaggio... E magari anche il tuo pensiero.
+Benito+10 Luglio 2009, 13:28 #9
@cristo1976

impossibile che siano impianti ad isola. Se non c'è il sole non telefoni?
Luca6910 Luglio 2009, 13:39 #10
[OT]
Il problema non sono gli extracuminitari in se ma le leggi stupide che abbiamo in Italia (vedi indulto). Se le immigrazioni fosse regolate decentemente e ci fossero controlli e punizioni/espulsioni chi ci guadagnerebbe si piú sarebbero i numerosi extracominitari onesti!
[fine OT]

Se un sistema del genere venisse collegato in alla linee elettriche per sfruttare il surplus di energia prodotta ....... le mucche avrebbero le ali e gli elefanti volerebbero con le orecchie

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^