Iliad: sarà questo il nome del nuovo operatore in Italia in arrivo ''forse'' da aprile 2018

Iliad: sarà questo il nome del nuovo operatore in Italia in arrivo ''forse'' da aprile 2018

Il nuovo operatore pronto a sbarcare in Italia si chiamerà con ogni probabilità Iliad. Le indiscrezioni giungono in Rete e il suo arrivo sembra datato per il prossimo mese di Aprile 2018.

di pubblicata il , alle 14:28 nel canale TLC e Mobile
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanni6921 Febbraio 2018, 16:05 #11
Originariamente inviato da: Anderaz
[...]
Ran sharing invece significa che ti collegherai ad una rete che si identifica come Iliad. Che poi dietro ci sia la rete di Wind3 è un'altra storia, ma non sei in roaming, bensì sulla tua rete.


Scusami: non avviene la stessa cosa ad es. con il 4G delle Postemobile? Ti colleghi, leggi Postemobile ma in realtà è Wind. Infatti su alcuni telefoni appare Postemobile mentre su certi router wifi LTE appare Wind.

E certamente Postemobile non ha una sua infrastruttura...

Quindi, d'accordo, non sarà roaming ma è pur sempre la rete di altro gestore, non proprietaria. Per questo a me pare, almeno per la parte ran sharing di Wind, si tratti di un operatore virtuale.

Originariamente inviato da: Anderaz
Che c'entra questo tuo commento?

Forse intendeva alludere al fatto che se si ricade sotto rete 2G per le ragioni viste sopra, potrebbe apparire la 'E' di EDGE relativa al 2G.
gd350turbo21 Febbraio 2018, 16:06 #12
C'entra...
Se leggi sopra c'è scritto che è interessata alle reti 2g per smistamento traffico da 3-4g...
Quindi , probabilmente, si tornerà a vedere E sul cellulare...
Almeno io l'ho capita così
Anderaz21 Febbraio 2018, 16:15 #13
Originariamente inviato da: giovanni69
Scusami: non avviene la stessa cosa ad es. con il 4G delle Postemobile? Ti colleghi, leggi Postemobile ma in realtà è Wind. Infatti su alcuni telefoni appare Postemobile mentre su certi router wifi LTE appare Wind.

E certamente Postemobile non ha una sua infrastruttura...

Quindi, d'accordo, non sarà roaming ma è pur sempre la rete di altro gestore, non proprietaria. Per questo a me pare, almeno per la parte ran sharing di Wind, si tratti di un operatore virtuale.

Perdonami, ma chiedi delle fonti, io te le ho date, tu le hai lette?
Perché nell'articolo di Wired dice chiaramente che Iliad ha acquisito delle frequenze. Se la cosa non ti dice granché puoi approfondire la differenza che c'è tra un operatore di rete classico ed un operatore di rete virtuale, anche su Wiki.

Ho spiegato su che Iliad avrà
A) una rete tutta sua formata da nuove attivazioni più scarti di Wind3
B) un accordo di ran sharing con Wind3 (loro rete che irradia segnale Iliad)

Il resto (roaming con TIM o accordo con società spagnola) sono al momento solo voci.

Originariamente inviato da: gd350turbo
C'entra...
Se leggi sopra c'è scritto che è interessata alle reti 2g per smistamento traffico da 3-4g...
Quindi , probabilmente, si tornerà a vedere E sul cellulare...
Almeno io l'ho capita così
Se leggiamo il famoso PDF tra Iliad e AGCOM https://www.universofree.com/file/1...com%20iliad.pdf il succo è che per Iliad le reti 2G sono importanti per tutte quelle infrastrutture che ne hanno bisogno (pos, allarmi, ecc.) per cui ci tengono ad avere accesso. Per il resto funzionerà esattamente come con gli altri operatori: apparirà la E quando non saranno disponibili le reti di nuova generazione (per assenza fisica o per problemi di capacità.
NzDbOx21 Febbraio 2018, 16:25 #14
Allora, cerco di fare chiarezza perchè vedo informazioni inesatte.

ILIAD sarà un quarto operatore "fisico", dopo TIM VODAFONE E WIND-TRE. Ha però sottoscritto un contratto di "roaming" in 2G con WIND-TRE della durata di 5+5 anni per fornire la copertura (seppur a banda estremamente limitata perchè solo GSM/DCS) mentre sviluppa la propria rete. Insomma la stessa cosa che faceva H3G quando si appoggiava sulla rete TIM prima e WIND dopo.

ILIAD stessa ha confermato che non ha intenzione di sviluppare una propria rete 2G ma solo 3G e 4G.

Per quanto riguarda gli impianti, ha sottoscritto un contratto per l'acquisto degli impianti "scartati" da WIND-TRE. In più, almeno nella mia regione, da inizio 2018 si è attivata per la richiesta delle autorizzazioni per la costruzione di propri impianti, comunque su strutture (tralicci) WIND-TRE già esistenti.

Per quanto riguarda le frequenze, come ho già detto ILIAD non avrà il GSM e nemmeno la Banda LTE a 800 MHz. Al momento è concessionaria delle seguenti bande:

Un (1) blocco da 2x5 MHz per UMTS a 900 MHz
Due (2) blocchi da 2x5 MHz per LTE 1800 MHz
Due (2) blocchi da 2x5 MHz per UMTS 2100 MHz
Due (2) blocchi da 2x5 MHz per LTE 2600 MHz

Edit: Correzione tabella frequenze
Anderaz21 Febbraio 2018, 16:30 #15
Originariamente inviato da: NzDbOx
ILIAD sarà un quarto operatore "fisico", dopo TIM VODAFONE E WIND-TRE. Ha però sottoscritto un contratto di "roaming" in 2G con WIND-TRE della durata di 5+5 anni per fornire la copertura (seppur a banda estremamente limitata perchè solo GSM/DCS) mentre sviluppa la propria rete. Insomma la stessa cosa che faceva H3G quando si appoggiava sulla rete TIM prima e WIND dopo.
Non è corretto, invece. Non hanno un contratto che prevede solo GSM/DCS.
La rete che si vede in tutta Italia con identificativo 222-50 è solo in piccola parte proveniente da impianti di Iliad, il resto è irradiato dalla rete Wind3.
Molti utenti che sanno il loro, su altri forum dedicati a quegli operatori, hanno infatti verificato che dietro il codice c'è la rete di Wind3, con identificativi di celle e quant'altro propri di quell'operatore.

L'accordo (è scritto sul sito Iliad.it, eh) prevede reti 2G, 3G e 4G.
NzDbOx21 Febbraio 2018, 16:35 #16
Originariamente inviato da: Anderaz
Non è corretto, invece. Non hanno un contratto che prevede solo GSM/DCS.
La rete che si vede in tutta Italia con identificativo 222-50 è solo in piccola parte proveniente da impianti di Iliad, il resto è irradiato dalla rete Wind3.
Molti utenti che sanno il loro, su altri forum dedicati a quegli operatori, hanno infatti verificato che dietro il codice c'è la rete di Wind3, con identificativi di celle e quant'altro propri di quell'operatore.

L'accordo (è scritto sul sito Iliad.it, eh) prevede reti 2G, 3G e 4G.


Prendo atto di quanto scritto sul sito. Io lavoro per un'azienda che lavora nel settore TLC e le comunicazioni ufficiali che ci sono arrivate sono diverse.
phmk21 Febbraio 2018, 16:39 #17
Nel BLU dipinto di BLU, felice di stare "laggiù"...
Anderaz21 Febbraio 2018, 16:51 #18
Originariamente inviato da: NzDbOx
Prendo atto di quanto scritto sul sito. Io lavoro per un'azienda che lavora nel settore TLC e le comunicazioni ufficiali che ci sono arrivate sono diverse.
Oppure ciò che hai scritto è corretto senza virgolette: roaming 2G. + "roaming" 3G/4G
Personaggio21 Febbraio 2018, 19:26 #19
Originariamente inviato da: chris190
Si appoggia ad una infrastruttura proprietaria, è un quarto operaore fisico non virtuale. Visto che la rete è in continuo sviluppo con circa 8000 torri al momento, per i prossimi 10 anni grazie all'accordo sulla joint venture 3-Wind, Iliade portà contare anche sulle altre torri cedute da wind3. In aggiunta c'è stato un altro accordo con una società spagnola per usare le torri presenti sul suolo italiano e forse anche inwit (ret tim forse). Perciò parte con una base davvero solida!


Originariamente inviato da: chris190
Si mi son dimenticato, ecco qua. Parte con ben 13000 e forse più torri al lancio contro le circa 17000 della concorrenza che da anni sono sul territorio, non male come partenza!!!

https://www.universofree.com/2018/0...rete-in-italia/


Si sta parlando di TORRI non di APPARATI. Le Torri sono infrastruttura civile e non di rete, quindi Container, pali, tralicci, stanze all'ultimo piano degli edifici residenziali con tanto di sistemi di condizionamento, di salita in sicurezza ecc ecc. Infrastruttura civile che dovrà essere "riempita" con quella di rete. Rete fatta di apparati dei quali ancora non si sa neanche da chi saranno forniti se Nokia, ZTE, Huawei o altri. Per riempire le 13'000 "Torri" serviranno almeno 3 anni e non hanno ancora iniziato.

Partirà i primi anni con un servizio che sfrutterà la nuova rete ZTE di WIND3 alla stregua di un semi MVMO: affitta la rete di trasporto da Wind3 e che sui suoi apparati radio sta configurando oltre alle sue anche le frequenze di iliad.

Insomma al momento Iliad ha le frequenze e le torri, ma non ha nessuna rete ancora, tranne che una piccola, con una decina di antenne a Milano, utilizzata come test.
Solo recentemente Iliad ha iniziato dei colloqui con alcuni fornitori per il lavoro in campo (installazione, riparazione fault ecc) e non ha ancora assegnato nessuna gara a riguardo.
randorama22 Febbraio 2018, 10:43 #20
si, vabbeh.. ma almeno pagano la gente per navigare?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^