Iliad: sarà questo il nome del nuovo operatore in Italia in arrivo ''forse'' da aprile 2018

Iliad: sarà questo il nome del nuovo operatore in Italia in arrivo ''forse'' da aprile 2018

Il nuovo operatore pronto a sbarcare in Italia si chiamerà con ogni probabilità Iliad. Le indiscrezioni giungono in Rete e il suo arrivo sembra datato per il prossimo mese di Aprile 2018.

di pubblicata il , alle 14:28 nel canale TLC e Mobile
 

Iliad: sarà con ogni probabilità questo il nome definitivo del nuovo operatore della telefonia mobile pronto a sbarcare in Italia durante la prossima primavera. L'indiscrezione sul nome arriva da Repubblica che ha asserito come Free Mobile, questo il nome della società, con ogni probabilità utilizzerà il nome Iliad per arrivare nel nostro paese e offrire agli utenti che lo vorranno tariffe commerciali per l'uso di smartphone o tablet.

Il suo arrivo secondo i più informati sembra essere stato prefissato già per il prossimo Aprile 2018 e dunque in breve tempo gli operatori italiani dovranno fare i conti anche con il nuovo virtuale francese che potrebbe addirittura sbarcare da noi con offerte senza precedenti sia per contenuti che per prezzo.

Al momento sappiamo come gli altri operatori si stiano muovendo per poter contrastare proprio l'avvenire di Iliad. Ecco che da una parte TIM ha messo in campo la piattaforma Noverca che gestisce il nuovo operatore virtuale Kena anche se con qualche problema di troppo. Vodafone invece sembra avere in mano già i lancio di un suo operatore virtuale gestito invece dalla VEI srl e che appunto sarebbe capace di proporre tariffe a basso costo rispetto agli altri.

Nulla chiaramente è sicuro ma le continue informazioni trapelate negli ultimi tempi non fanno che avvicinare realmente il debutto di Iliad con tempistiche davvero imminenti rispetto a quanto ci si attendeva qualche tempo fa. A questo punto non rimane che attendere per capire realmente quali saranno le strategie del nuovo operatore e soprattutto quali saranno le offerte per gli utenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanni6921 Febbraio 2018, 14:57 #1
D'accordo ma si appoggerà all'infrastruttura di Tim o di Wind? Qualche settimana fa si era ancora nel campo delle ipotesi.

L'articolo avrebbe dovuto chiarirlo.
chris19021 Febbraio 2018, 15:12 #2

@giovanni69

Si appoggia ad una infrastruttura proprietaria, è un quarto operaore fisico non virtuale. Visto che la rete è in continuo sviluppo con circa 8000 torri al momento, per i prossimi 10 anni grazie all'accordo sulla joint venture 3-Wind, Iliade portà contare anche sulle altre torri cedute da wind3. In aggiunta c'è stato un altro accordo con una società spagnola per usare le torri presenti sul suolo italiano e forse anche inwit (ret tim forse). Perciò parte con una base davvero solida!
giovanni6921 Febbraio 2018, 15:16 #3
L'articolo parla di operatore virtuale; tu fisico.
Fino ad un mese fa si parlava di Wind e Tim:

https://www.4fan.it/iliad-tim-accordi-roaming/ citando il Sole 24 Ore.

Potresti riportare le tue fonti per favore in cui si desuma la rete proprietaria e non di roaming su torri Wind?
chris19021 Febbraio 2018, 15:21 #4
Si mi son dimenticato, ecco qua. Parte con ben 13000 e forse più torri al lancio contro le circa 17000 della concorrenza che da anni sono sul territorio, non male come partenza!!!

https://www.universofree.com/2018/0...rete-in-italia/
giovanni6921 Febbraio 2018, 15:30 #5
Grazie. Per Cellnex è tutto da verificare il quando.
Per partire in sostanza è il "già previsto roaming per 5 anni (+5) con Wind Tre". Quindi questo lo considero virtuale, al pari delle Poste Mobile che già girano su Wind.

Quanto al 2G la filosofia di Iliad è: "Le reti 2G possono quindi risultare necessarie nel lungo periodo per rafforzare l’affidabilità delle reti" e "Iliad ritiene che le reti 2G, in considerazione del fatto che sono per per loro natura reti a commutazione di circuito, possono risultare di particolare utilità anche per i dispositivi e le applicazioni basate su tecnologia 3G/4G. Infatti, in presenza di picchi di traffico elevati, che non possono essere gestiti dalle reti 3G, queste ultime si possono “appoggiare” sulle reti 2G facendo gestire a quest’ultime parte del traffico, così da garantire i servizi di base all’ intera base clienti anche nei periodi con picchi di traffico elevati."

Fonte: https://www.4fan.it/iliad-3g-poco-efficace/

Come dire: nel caso di colli di bottiglia del roaming su Wind in 4G, in mancanza di Cellnex attivo, su finisce su 2G. Così capisco da profano.
Anderaz21 Febbraio 2018, 15:39 #6
Originariamente inviato da: chris190
Visto che la rete è in continuo sviluppo con circa 8000 torri al momento, per i prossimi 10 anni grazie all'accordo sulla joint venture 3-Wind, Iliade portà contare anche sulle altre torri cedute da wind3.
Non è propriamente così.
Le torri cedute sono cedute. Quindi saranno per sempre di Iliad. Sono le torri risultati dagli "scarti" della nuova rete unica Wind3, in pratica, e saranno loro a tutti gli effetti.

Quello previsto dall'accordo è una sorta di roaming, ovverosia ciò che ha permesso attualmente ad Iliad di far comparire il suo segnale in tutta Italia: si chiama ran sharing ed è la rete Wind3 che irradia un segnale con 3 diversi nomi: Wind, 3, Iliad.
Al momento di proprietario di Iliad ci sono solo le torri di cui sopra, avanzate, che mi pare siano circa 5000 (non 3000), ma non son certo, e poi alcuni impianti ricollegabili a nuove attivazioni, che sono veramente una manciata.

Originariamente inviato da: giovanni69
L'articolo parla di operatore virtuale; tu fisico.
L'articolo è semplicemente sbagliato.
Ci è stato richiesto da parte dell'UE di attivare un nuovo operatore full a seguito della fusione di quei due. Tutti parlano di quarto operatore. Non ci sarebbe tanto tam tam per un nuovo virtuale.
Ad ogni modo, una fonte: https://www.wired.it/economia/busin...-italia-mobile/

Per quanto riguarda la faccenda TIM/Wind è nata da una voce di corridoio: che Iliad oltre alla sua rete proprietaria ed all'accordo di ran sharing con Wind, stesse valutando anche la possibilità di offrire roaming classico su rete TIM.

Originariamente inviato da: giovanni69
Per partire in sostanza è il "già previsto roaming per 5 anni (+5) con Wind Tre". Quindi questo lo considero virtuale, al pari delle Poste Mobile che già girano su Wind.
Non è roaming.
giovanni6921 Febbraio 2018, 15:48 #7
Originariamente inviato da: Anderaz

Non è roaming.


Da dove lo ricavi? Vorrebbe dire che l'autrice Sara Sarti che riporta quando indicato "nel principale blog indipendente dedicato a Iliad" non sa quel che dice nel parlare di "il "già previsto roaming per 5 anni (+5) con Wind Tre"...?

Si tratta di "al roaming nazionale in ran sharing con Wind Tre".

Quell'articolo che riflette il comunicato all'AGCOM da parte di Iliad, riporta che "Il 2022, secondo questa fonte ufficiale di Iliad, sarà la data di copertura totale autonoma senza bisogno del roaming".

Inoltre:
" Iliad, come rivelato dal documento [all'AGCOM], punterà quasi esclusivamente sul 4G forte del supporto del 2G di Wind Tre (ricordiamo che comunque, con la joint venture, è in essere un accordo di roaming valido anche per 3G e 4G)."
fonte: https://www.4fan.it/iliad-volte/
Anderaz21 Febbraio 2018, 15:54 #8
Originariamente inviato da: giovanni69
Da dove lo ricavi? Vorrebbe dire che l'autrice Sara Sarti che riporta quando indicato "nel principale blog indipendente dedicato a Iliad" non sa quel che dice nel parlare di "il "già previsto roaming per 5 anni (+5) con Wind Tre"...?

Quell'articolo che riflette il comunicato all'AGCOM da parte di Iliad, riporta che "Il 2022, secondo questa fonte ufficiale di Iliad, sarà la data di copertura totale autonoma senza bisogno del roaming".
Esattamente, sto dicendo che non sa quel che dice.

L'accordo con Wind-3 prevede ran sharing.
Il roaming prevede ad esempio che la SIM Iliad si colleghi ad una rete che si identifica come Wind3. Sei ospite sulla loro rete.
Ran sharing invece significa che ti collegherai ad una rete che si identifica come Iliad. Che poi dietro ci sia la rete di Wind3 è un'altra storia, ma non sei in roaming, bensì sulla tua rete.

Fonte: https://www.corrierecomunicazioni.i...est-pre-lancio/
gd350turbo21 Febbraio 2018, 15:58 #9
Bello tornare a vedere E sul cellulare al posto di 3g / h / 4g...
Anderaz21 Febbraio 2018, 16:00 #10
Originariamente inviato da: gd350turbo
Bello tornare a vedere E sul cellulare al posto di 3g / h / 4g...
Che c'entra questo tuo commento?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^