Può essere considerata fibra solo se FTTH o FTTB: ecco i nuovi simboli di AGCOM

Può essere considerata fibra solo se FTTH o FTTB: ecco i nuovi simboli di AGCOM

I provider internet in Italia non avranno più la libertà di utilizzare la parola "fibra" in presenza di connessioni miste senza ulteriori specificazioni. Ecco le nuove direttive imposte da AGCOM

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale TLC e Mobile
 

Le nuove direttive potrebbero lanciare una rivoluzione nel mercato della connettività internet in Italia. Stando ad un nuovo provvedimento approvato dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni gli operatori dello Stivale potranno utilizzare il termine fibra solo per indicare le offerte commerciali relative ad infrastrutture di rete in FTTH e FTTB. Insieme ai nuovi obblighi verranno rilasciati specifici simboli che segnaleranno in maniera semplificata il tipo di connessione offerta, impedendo quindi le dubbie licenze prese da molti degli operatori italiani nel recente passato.

Il nuovo provvedimento di AGCOM stabilisce che i provider internet "dovranno garantire, sia nei messaggi pubblicitari sia nelle comunicazioni commerciali e contrattuali, piena trasparenza nella presentazione delle infrastrutture fisiche sulle quali sono forniti i servizi", si legge nella nota rilasciata dall'Autorità. "In particolare, gli operatori potranno usare il termine “fibra”, senza ulteriori precisazioni tecniche, solo se l’infrastruttura sottostante sia costituita esclusivamente da una rete di accesso in fibra, almeno nei collegamenti orizzontali fino all’edificio (FTTB) o fino all’unità immobiliare (FTTH)".

Stretta quindi sulle connessioni in cui la fibra arriva solamente fino a nodi intermedi, come la FTTC che si sta diffondendo a macchia d'olio in Italia. Diversamente da FTTH e FTTB, che arrivano fino all'edificio, la FTTC solitamente si ferma all'armadio presente in strada, con la parte finale della connessione che viene realizzata con un comune cablaggio in rame. Neanche le connessioni in cui la fibra arriva solo alla Stazione Radio Base (FWA, Fixed Wireless Access) potranno essere definite in fibra. Per queste tipologie di connessioni l'AGCOM ha previsto l'obbligo di precisazioni.

Nel caso di FTTC il provider può indicare la propria offerta commerciale come "fibra su rete mista rame", mentre nel caso in cui la parte finale della connessione sia wireless si potrà utilizzare la dicitura "fibra su rete mista radio". La dicitura dovrà essere presentata "in termini di uguale leggibilità o udibilità" per tutta la parte del testo e, nel caso in cui nell'infrastruttura non sia presente alcun elemento in fibra ottica, non sarà possibile utilizzare il termine fibra all'interno della propria offerta commerciale. Ci sono anche altre novità in materia.

L'Autorità ha infatti stabilito che gli operatori dovranno fornire una descrizione più approfondita con dettagli sul tipo di tecnologia impiegato e sulle performance in termini di velocità di download, upload e latenza che ci si può attendere. Il tutto verrà accompagnato da simboli differenti, atti a semplificare l'individuazione delle caratteristiche della rete da parte dell'utente:

  • F, sottotitolata "fibra" e in colore verde, indicherà le infrastrutture con la fibra che arriva fino alla casa o all'edificio;
  • FR, sottotitolata "fibra mista rame" o "fibra mista radio" e in colore giallo, indicherà le infrastrutture con fibra solo fino a nodi intermedi capaci di consegnare alcuni dei benefici delle reti a banda ultralarga;
  • R, sottotitolata "rame" o "radio", indicherà tutte le altre architetture di rete che non prevedono l'uso della fibra all'interno della rete d'accesso, o che non abilitano l'uso di servizi a banda ultra-larga.
Al momento i nuovi simboli sono utilizzati in fase sperimentale per un periodo compreso tra l'entrata in vigore del provvedimento fino al 31 dicembre 2018.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

49 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8816 Luglio 2018, 13:29 #1
Dovrebbe essere applicata una regola analoga pure sulle definizioni che i politici danno alle loro proposte, come il famigerato reddito di cittadinanza di Di Maio.

Niente, questi di AGCOM oramai si aggrappano a tutto e si lanciano ovunque pur di evitare la questione del modem libero.

Troppo facile poi farlo adesso che i servizi son già stati venduti .... dovevano farlo prima.
nickmot16 Luglio 2018, 13:46 #2
Originariamente inviato da: nickname88
Dovrebbe essere applicata una regola analoga pure sulle definizioni che i politici danno alle loro proposte, come il famigerato reddito di cittadinanza di Di Maio.

Niente, questi di AGCOM oramai si aggrappano a tutto e si lanciano ovunque pur di evitare la questione del modem libero.

Troppo facile poi farlo adesso che i servizi son già stati venduti .... dovevano farlo prima.


Per il modem libero la delibera è attesa per il 18 di questo mese.
Ridicolo protestare su una delle poche cose che AGCOM ha fatto come si deve, ovvero pretendere trasparenza sul tipo di offerta tecnica e commerciale che gli operatori fanno.

Comunque, mi immagino che per un utente qualunque sapere la tecnologia cambi poco o nulla.
L'utente è interessato a conoscere velocità e prezzo, il come è secondario.

Prima ancora del modem libero e dei bollini fibra vorrei uno stop alle modifiche unilaterali ed un obbligo di banda minima garantita decente.
Haran Banjo16 Luglio 2018, 13:56 #3
Beh dai è comunque un gran passo avanti in un paese come il nostro dove manca il rispetto per qualsiasi cosa riguardi i suoi cittadini.
rubenalf8616 Luglio 2018, 14:25 #4
Originariamente inviato da: Haran Banjo
Beh dai è comunque un gran passo avanti in un paese come il nostro dove manca il rispetto per qualsiasi cosa riguardi i suoi cittadini.


Veramente
djmatrix61916 Luglio 2018, 14:38 #5
Fastweb ha la FTTS nella mia abitazione...
tallines16 Luglio 2018, 14:51 #6
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade

I provider internet in Italia non avranno più la libertà di utilizzare la parola "fibra" in presenza di connessioni miste senza ulteriori specificazioni. Ecco le nuove direttive imposte da AGCOM

Meglio tardi che mai, finalmente ottimo

E a seconda del tipo di collegamento, dovrebbero variare le offerte, mi sembra di aver sentito o letto da qualche parte .
nickname8816 Luglio 2018, 15:00 #7
Originariamente inviato da: nickmot
Per il modem libero la delibera è attesa per il 18 di questo mese.
Così lo era per fine Giugno o per fine 2017. Quando lo vedremo ci crederemo.

Comunque, mi immagino che per un utente qualunque sapere la tecnologia cambi poco o nulla.
L'utente è interessato a conoscere velocità e prezzo, il come è secondario.
La fibra FTTH pinga meno, indipendentemente dalla banda. La velocità della luce è di gran lunga superiore a quella dell'elettricità su rame, avere il primo centinaio di metri su rame proporzionalmente al resto della struttura è un penoso collo di bottiglia.

Prima ancora del modem libero e dei bollini fibra vorrei uno stop alle modifiche unilaterali ed un obbligo di banda minima garantita decente.
Questa sarebbe una questione importante, e infatti ..... se ne sbattono.
rubenalf8616 Luglio 2018, 15:02 #8
Originariamente inviato da: tallines
Meglio tardi che mai, finalmente ottimo

E a seconda del tipo di collegamento, dovrebbero variare le offerte, mi sembra di aver sentito o letto da qualche parte .


gia
tallines16 Luglio 2018, 15:20 #9
Originariamente inviato da: nickmot
.
Prima ancora del modem libero e dei bollini fibra vorrei uno stop alle modifiche unilaterali ed un obbligo di banda minima garantita decente.

Dovrebbero fare tutte queste cose, allora sarebbe vivibile il settore telefonia, perchè come è adesso, è peggio di un labirinto senza uscita..........
Cappej16 Luglio 2018, 15:37 #10
sarà ma io con una FTTC da 150/70mbit mi sento un privilegiato!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^