Wind 2, da luglio 2 Euro in più per gli utenti: come evitare la rimodulazione

Wind 2, da luglio 2 Euro in più per gli utenti: come evitare la rimodulazione

Nuova rimodulazione in casa Wind per i piani tariffari Wind 2 e Wind 2 Senza Scatto. I clienti dovranno pagare 2 euro in più, o applicare il diritto di recesso come consente la legge nei casi di rimodulazione non richiesta

di Nino Grasso pubblicata il , alle 16:01 nel canale TLC e Mobile
WIND
 

L'operatore telefonico ha annunciato una modifica contrattuale al piano tariffario Wind 2 e Wind 2 Senza scatto, che verrà applicata a partire dal prossimo 17 luglio 2017. Apprendiamo la notizia attraverso l'informato Tariffando.it, con Wind che ne parla anche sul sito ufficiale a questo indirizzo. Gli utenti coinvolti nella rimodulazione riceveranno in questi giorni, e per legge massimo 30 giorni prima dal cambio delle condizioni, il seguente SMS informativo:

Modifica contrattuale: per mutate condizioni strutturali di mercato dal 17/07/17 il costo di Wind 2 aumenta di 2 Euro ogni 30gg. Recesso dal contratto o passaggio ad altro operatore senza costi entro tale data. Info al 155 o su wind.it/wind-informa/

In questo modo i due piani tariffari avranno un canone mensile a forfait da 4 Euro, con un aumento di 2 Euro sui 2 Euro che già venivano pagati precedentemente. L'utente può aggirare la rimodulazione cambiando piano tariffario da Wind 2 a Wind 1, ed è prevista - come vuole la legge - la possibilità di esercitare il diritto di recesso senza penali e passare ad altro operatore senza costi di disattivazione. Spiega tutto la compagnia nel comunicato rilasciato pubblicamente.

"Wind ti informa che dal 17 luglio 2017 i piani Wind 2 e Wind 2 Senza Scatto avranno un costo di 2 euro in più ogni 30 giorni. Le altre caratteristiche dell’offerta rimangono invariate.
La variazione è stata determinata dalla modifica delle condizioni strutturali di mercato. I clienti interessati dalla modifica saranno preventivamente informati con una comunicazione personale inviata tramite SMS con un preavviso di almeno 30 giorni, così come prescritto dai termini di legge.
Nell'SMS saranno indicati i dettagli inerenti la modifica, la decorrenza e i termini per esercitare il diritto di recesso. Ti ricordiamo che, come previsto dall'art. 70 comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche e a seguito della presente proposta di modifica delle condizioni contrattuali, potrai esercitare entro 30 giorni dalla comunicazione SMS, il diritto di recesso dal contratto o passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, dandocene comunicazione con lettera raccomandata A.R. al seguente indirizzo:
Wind Tre S.p.A. Casella Postale n. 14155, Ufficio Postale Milano 65 - 20152 Milano.
Qualora tu decida di recedere e alla linea interessata dalla presente proposta di modifica sia associato un contratto per l'acquisto rateizzato di un prodotto in corso di vigenza (es. telefono, Tablet, etc.), prima di recedere dal contratto o di passare ad altro operatore potrai decidere se pagare le rate residue anche in un'unica soluzione, indicando tale scelta nella suddetta raccomandata. I clienti che riceveranno la comunicazione SMS potranno verificare le informazioni sulla propria offerta accedendo all’area Clienti. Ti invitiamo a contattare il servizio clienti 155 per eventuali chiarimenti o per cambiare la tua offerta".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cata8113 Giugno 2017, 17:22 #1
<<il diritto di recesso dal contratto o passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, dandocene comunicazione con lettera raccomandata A.R.>>

Se non ci fossero paletti chiederebbero il recesso scritto su pietra in Lineare B...
KampMatthew13 Giugno 2017, 19:20 #2
Ma che senso ha chiedere una raccomandata A.R. per il recesso su una prepagata? Non la si usa più e basta se si passa ad altro operatore oppure si cambia piano direttamente nel proprio profilo online se si resta con loro.
gd350turbo13 Giugno 2017, 19:54 #3
Il senso è scoraggiare le persone ad inviare recesso, utilizzando un sistema di comunicazione degli anni 60 scomodo e costoso...
Se avessero detto basta una telefonata o un SMS o un click su un sito, quasi tutti, avrebbero fatto recesso.
aleardo13 Giugno 2017, 20:50 #4
Se si tratta di una scheda ricaricabile basta fare portabilità verso un altro operatore, e comunque sono obbligati ad accettare anche la PEC.
Dinofly13 Giugno 2017, 22:24 #5
Voglio ben sperare che si prendano l'ennesima multa dall'antitrust.
La stessa cosa sta facendo quell'associazione finalizzata alla truffa che è 3
Italia 113 Giugno 2017, 23:00 #6
Ma c'è una tariffa di un qualunque operatore che non cambia nel tempo ??
lui la plume13 Giugno 2017, 23:45 #7

multare? .....

Ma non lavorano su concessione governativa .... basta togliere la concessione e metterla all'asta.
Certe aziende capiscono solo "pedate".

Visto poi come lavorano in assistenza .... non sarebbe un gran danno ...( da tempo ho mollato l'operatore ed ora che viaggia con Tre ... mi rendo conto che anche qui l'assistenza è carente dopo mesi persi un altro operatore mi ha mostrato la soluzione ... un tastino nascosto da premere con una punta ... un reset nascosto ed ignorato) .... su l'agricoltura vi aspetta.
astaroth214 Giugno 2017, 07:24 #8
Giusto per essere un pochino chiari, il wind 2 é un piano tariffario che ha sostituito piani tariffari vecchi come il cucco, quindi mai stato sottoscrivibile. I clienti con questo piano in consistenza sono davvero pochi. Aggiungo che all'epoca delle rimodulazioni il piano wind 2 si attivava solo su sim prive di offerta e quindi passive per l'operatore. I più svegli avranno capito perché wind ha fatto questo.
TigerTank14 Giugno 2017, 10:35 #9
Alla fine è tutto un magna-magna legalizzato(vedi rimodulazioni ai 28 giorni senza adeguamenti al ribasso dei canoni) tant'è che ridono in faccia pure all'AGCOM.
Basta leggere un articolo come questo per vedere come sia la situazione, a partire dalla vergognosa giustificazione degli operatori circa il fatto che se qualcosa non sta bene ai clienti possono sempre recedere e passare ad altro operatore. Ben sapendo che molti non lo fanno in quanto disagio tra perdite di tempo, giungle intricate di offerte e offertine da capire e procedure di recesso/migrazione. E per non parlare del fatto che comunque tutti si stanno allineando con le rimodulazioni dei 28 giorni e balzelli di aumenti per compensare la questione roaming.
E più che di "mercato libero" io parlerei di mercato non più adeguatamente gestito dallo Stato e nel quale se le inventano tutte per salassare e infinocchiare la clientela.
DjLode14 Giugno 2017, 10:40 #10
Originariamente inviato da: Italia 1
Ma c'è una tariffa di un qualunque operatore che non cambia nel tempo ??


Per ora che io sappia sia Wind (con la Wind 1) che Vodafone (con la Senza Scatto New) propongono due tariffe base senza nessun costo, prepagato puro.
Se non ho capito male sono stati "obbligati" dall'associazione consumatori (spero di ricordare bene).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^